• Home
  •  > Notizie
  •  > Caso De Min nessuna responsabilità dei medici

Caso De Min nessuna responsabilità dei medici

BELLUNO. Nella morte di Gianfranco De Min «non si ravvisa la responsabilità di soggetti terzi». Con queste parole la Procura di Belluno ha archiviato il fascicolo sul decesso del 76enne fruttivendolo di Castion avvenuto qualche mese fa, in circostanze che all’inizio erano sembrate poco chiare, tanto da rinviare all’improvviso il suo funerale. De Min era caduto dalle scale di casa il 9 dicembre scorso, battendo con violenza la testa, tanto da entrare in coma. L’autopsia richiesta dal pm aveva evidenziato che non era stata l’emorragia la causa della perdita dell’equilibrio. Appurato questo, la Procura aveva voluto capire se era stato fatto tutto il possibile per salvare la vita al paziente da parte dei medici dell’emergenza; se i soccorsi erano stati tempestivi; se i medici dell’ospedale Ca’ Foncello avevano operato bene dall’intervento chirurgico a cui era stato sottoposto De Min in poi e se anche i colleghi del San Martino di Belluno avevano agito bene dal 21 dicembre fino al 23 quando l’anziano era deceduto. Era stato aperto un fascicolo, quindi, per omicidio colposo che ora è stato archiviato. —

Pubblicato su Corriere delle Alpi