• Home
  •  > Notizie
  •  > Cortina, se n’è andato Giorgio Costantini azzurro e dirigente del Bob club

Cortina, se n’è andato Giorgio Costantini azzurro e dirigente del Bob club

Lottava ormai da tempo contro una brutta malattia ai polmoni Rezzadore: «Lascia un vuoto enorme nell’intero ambiente»

CORTINA. Una brutta malattia si è portata via Giorgio Costantini. Classe 1962, Costantini si è spento dopo aver lottato negli ultimi due anni con un male che aveva colpito i suoi polmoni, aggravandosi nelle ultime settimane fino al triste epilogo. Giorgio era molto conosciuto nella Conca ampezzana e non solo, soprattutto per la sua grande carriera con il bob che l’aveva portato, tra le altre cose, a vincere nel 1986 il campionato italiano nel bob a quattro. Oltre a vari podi a livello italiano, Costantini ha avuto modo di partecipare anche al Mondiale che si è tenuto proprio nella sua Cortina. Dopo l’attività agonistica negli anni Ottanta, che lo vedeva impegnato nell’equipaggio sia come frenatore e sia come pilota, Giorgio si è da subito impegnato con il Bob Club ampezzano diventando una figura di riferimento dell’associazione e membro del direttivo guidato da Gianfranco Rezzadore.

«Oltre che compagni d’avventura con il bob eravamo prima di tutto grandi amici» , racconta il presidente, amareggiato dalla triste notizia, «Giorgio da tempo lottava con una malattia che aveva colpito i suoi polmoni e purtroppo con l’aggravarsi della situazione, nonostante vari trapianti ed una lotta che durava ormai da due anni, non ce l’ha fatta. Lascia un vuoto enorme in noi, suoi amici, ed in tutto il movimento del bob». Proprio con il Bob Club Giorgio era molto attivo. «Si dava molto da fare e potevamo sempre contare su di lui. Abbiamo avuto modo di gareggiare insieme nell’ultima parte di carriera e abbiamo trovato subito la giusta sintonia», prosegue Rezzadore, «la nostra amicizia però andava oltre lo sport. Era una persona simpatica ed amichevole, con cui ho condiviso molte esperienze. Eravamo molto legati».

Costantini, oltre che un apprezzato sportivo e dirigente, era il capo del reparto alimentari alla Cooperativa di Cortina, un lavoro che amava e che ha sempre svolto con grande passione. Giorgio inoltre faceva parte anche degli Azzurri di Cortina – Belluno che con una nota ieri hanno espresso le proprie condoglianze per la prematura scomparsa ad amici e famiglia.

Pubblicato su Corriere delle Alpi