• Home
  •  > Notizie
  •  > Morto l’ex sindaco Aldo Da Rold

Morto l’ex sindaco Aldo Da Rold

Medico ospedaliero, aveva 96 anni e governò il comune di Belluno per cento giorni. I funerali si terranno martedì in Duomo

BELLUNO. Morto all’età di 96 anni l’ex sindaco e medico Aldo Da Rold. Appartenente al Partito Repubblicano, consigliere comunale per diversi anni, fu eletto primo cittadino nell’agosto del 1990, succedendo ad Edoardo Bristot. La sua giunta era composta da partiti laici e di sinistra, mentre all’opposizione c’era la Democrazia cristiana. Erano anni un po’ turbolenti, e così dopo cento giorni di mandato alla presentazione del bilancio Da Rold e la sua giunta caddero. Al suo posto venne eletto Gianclaudio Bressa.

«Era una persona  di estrema correttezza, mite. Era una brava persona», lo ricorda Maurizio Fistarol che fu assessore al bilancio proprio con l’ex sindaco. 

Medico dell’ospedale San Martino, Da Rold, dopo aver abbandonato la scena politica comunale, è rimasto fino alla fine all’interno del gruppo dei Mazziniani di Belluno che ha guidato per diversi anni. La sua ultima apparizione è stata l’anno scorso all’inaugurazione di una epigrafe a ricordo di Mazzini che il gruppo ha posto sul palazzo della Prefettura: Aldo Da Rold ha presenziato alla cerimonia, in carrozzina. «Era una bravissima persona, una persona concreta e non un parolaio», lo ricorda anche Marco Perale che era consigliere di opposizione durante il breve mandato di Da Rold.

Anche l’attuale primo cittadino di Belluno,  Oscar De Pellegrin in una nota ha voluto rendere omaggio ad uno dei suoi predecessori. «E’ un mese nefasto, un altro ex sindaco ci ha lasciati. Ad Aldo Da Rold il nostro grazie per quanto fatto per il nostro territorio», dice De Pellegrin.  «Medico neurologo, cardiologo e internista al San Martino – prosegue De Pellegrin -, Da Rold è stato sindaco non per un intero mandato ma per pochi mesi dimostrando anche in questo suo mettersi a disposizione un vero spirito di servizio per la comunità. Da parte mia, della giunta e del Consiglio comunale sincere condoglianze alla famiglia».

I funerali si svolgeranno martedì  alle 15 nel Duomo di Belluno alla presenza dei figli Alessandro con Brigida ed Elena con Alessandro, dei nipoti Simone, Chiara con Enrico, Lorenzo, Filippo e Giovanni, dei pronipoti, della sorella e di tutti i parenti. La salma sarà sepolta al cimitero di Prade.

Pubblicato su Corriere delle Alpi