• Home
  •  > Notizie
  •  > Addio a “Beppino” Lise Fu sindaco per due anni

Addio a “Beppino” Lise Fu sindaco per due anni

Aveva 96 anni, conosciuto non solo ad Agordo 

IL LUTTO

Domenica sera è morto a 96 anni nella sua casa di Agordo Giuseppe (Beppino) Lise, già sindaco del paese. Nato il 20 aprile 1926 a Scorzè (Venezia) dove il padre Gigi dopo la laurea fu medico condotto per alcuni anni prima di rientrare ad Agordo, luogo d’origine della famiglia (dove resse la condotta fino alla morte nell’ottobre 1960), Giuseppe Lise si era laureato nel 1952 a Padova per poi specializzarsi in radiologia diagnostica. Esercitò all’inizio la libera professione da privato in un laboratorio accanto all’ambulatorio del padre, per poi assumere il ruolo di primario del relativo reparto all’apertura del nuovo ospedale di Agordo nel luglio 1962. Nel frattempo svolse anche le funzioni di direttore sanitario dello stesso nosocomio. Fu consigliere comunale di minoranza dal 1960 al 1965 e di maggioranza dal 1975 al 1990 con sindaco Armando Da Roit al quale succedette alla guida della città per soli due anni, fino al 1992 quando si dimise e gli subentrò Vito Valcozzena. Per dieci anni, dal 1980 al 1990, fu altresì assessore alla sanità nel consiglio provinciale prima con la giunta di Renato Costantini poi con quella di Elio Daurù. Socio della sezione agordina del CAI, era grande appassionato di montagna. Ha fatto parte per come medico per 25 anni della squadra del Soccorso alpino. Negli anni’60 Lise ha fatto parte del Club Cinefotoamatori dell’Enal di Belluno assieme a Italo Schena e per un breve periodo è stato pure presidente dell’AAST Conca Agordina. Lascia la moglie Jeannine, i figli Gigi e Beatrice col marito Enrico e i nipoti Eleonora e Riccardo. La salma sarà cremata oggi e successivamente sepolta in cimitero dopo una semplice celebrazione. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su Corriere delle Alpi