• Home
  •  > Notizie
  •  > Trovata senza vita in una zona boschiva la 94 enne di Facen scomparsa martedì

Trovata senza vita in una zona boschiva la 94 enne di Facen scomparsa martedì

Ieri pomeriggio il corpo di Gilda Tonet è stato individuato da un’unità cinofila dei vigili del fuoco in zona Venezia Secca 

/ Pedavena

Triste epilogo delle ricerche dell’anziana di Pedavena che mancava all’appello dalla mattinata di martedì. Ieri pomeriggio, poco dopo le 16, è stato trovato il corpo senza vita della 94 enne Gilda Tonet. L’anziana è stata individuata dal nucleo cinofilo dei vigili del fuoco, che si sono impegnati giorno e notte assieme al Soccorso alpino e alle squadre specializzate della Guardia di finanza nel tentativo di scongiurare quello che tutti temevano. Con il passare delle ore era cresciuta la preoccupazione dei parenti e della comunità che nonna Gilda avesse avuto un incidente, fosse scivolata o avesse avuto un malore. Lei, metodica e precisa, usava dedicarsi alle passeggiate nei dintorni della sua abitazione nella frazione di Facen e così aveva deciso di fare anche martedì. Era uscita alle 9,30 e il figlio l’aveva notata mentre si allontanava. Indossava pantaloni blu scuro e una giacca marrone, indumenti utili per la sua passeggiate che normalmente durava un’oretta, per cui verso le 11, non vedendola rientrare, i famigliari si erano allarmati e avevano cominciato a controllare i sentieri che frequenta abitualmente.

Gilda è stata trovata in zona Venezia Secca, si era allontanata circa un chilometro da casa ed è caduta non distante dal sentiero, in una zona piuttosto ripida di bosco fitto.

Resta da capire se l’anziana sia stata colta da un malore o piuttosto sia scivolata. Va detto che martedì mattina si era alzata in zona anche la nebbia, tant’è che tra le ipotesi, c’è anche quella che la 94 enne abbia perduto l’orientamento. Già dal pomeriggio di martedì è cominciata una serrata ricerca che alla fine ha impegnato oltre sessanta tra vigili del fuoco, soccorso alpino e squadra alpina delle Fiamme Gialle. Oltre alle unità cinofile sono stati utilizzati l’elicottero e dei droni, ma la giornata di martedì si era conclusa senza risultati.

Poi all’alba di ieri le ricerche sono state intensificate con l’obiettivo di allargare l’area di ricerca, spingendosi anche verso il Canalet. Attivi anche i parenti dell’anziana, almeno una decina, che hanno sempre seguito e partecipato alle ricerche. Poco dopo le 16, un pompiere con la sua unità cinofila ha trovato la donna. È stato chiamato il 118 che ha inviato il medico che si è calato nella boscaglia con il verricello e ha constatato il decesso.

Le operazioni di recupero della salma hanno impegnato tutte le squadre presenti, mentre dalla Procura della Repubblica di Belluno era già stato concesso il nullaosta per consegnare Gilda Tonet ai parenti. Rientrato così anche l’appello della Prefettura, che nella mattinata di ieri aveva diffuso un appello per la ricerca della donna. Grande il dispiacere nella frazione di Facen e in tutta Pedavena la scomparsa dell’anziana. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su Corriere delle Alpi