• Home
  •  > Notizie
  •  > Addio a Neri Valmassoi lavorò al Prg di Pieve

Addio a Neri Valmassoi lavorò al Prg di Pieve

PIEVE DI CADORE

La storia di Pieve di Cadore ha perso un pezzo: si è spento Neri Valmassoi, perito edile con studio tecnico in via Salvadei, tra gli artefici del Piano regolatore degli anni Settanta. Era molto conosciuto, oltre che per la sua professione, anche per la sua gentilezza, la stessa del padre Aldo, noto perché regalava un dollaro a tutte le donne il giorno di San Marco, e del fratello Carlo, co-fondatore del mensile “Il Cadore”. Neri Valmassoi aveva 90 anni ed era inseparabile dalla moglie Fernanda Vio, scomparsa alla fine di agosto 2018. Era un esempio per tutti vedere come questa coppia riuscisse a passeggiare lentamente coordinando i passi, sempre più lenti ogni anno che passava. Lascia i figli Aldo e Giovanni.

Sotto il profilo professionale era stato un ottimo tecnico, tanto che il sindaco Benvenuto Bianchi e l’architetto Gellner lo avevano chiamato a collaborare alla elaborazione del Piano regolatore generale negli anni Settanta, quando le prospettive di sviluppo di Pieve prevedevano il raddoppio della popolazione.

L’economia allora “tirava” e Valmassoi si trovò a collaborare ad un Prg che avrebbe potuto snaturare l’ambiente di Pieve. Riuscì però a trasmettere all’amministrazione comunale il suo concetto che solo salvaguardando lo spirito e l’immagine dei “villaggi” tradizionali i paesi sarebbero stati attrattivi per i turisti. —

V.D.

Pubblicato su Corriere delle Alpi