• Home
  •  > Notizie
  •  > Una giornata nera negli ospedali bellunesi: quattro vittime tra i positivi al Covid-19

Una giornata nera negli ospedali bellunesi: quattro vittime tra i positivi al Covid-19

Tre casi al San Martino, al Santa Maria del Prato è morta Cristina Sala, 82 anni: si era sentita male nella sua abitazione

BELLUNO

Due pazienti sono deceduti nel reparto di Medicina dell’ospedale San Martino, un terzo era ricoverato nella Pneumologia dello stesso ospedale, la quarta anziana nell’area Covid del Santa Maria del Prato di Feltre.

Renzo Taio, Calogera Tummino, Lorenzo Melinato e Cristina Sala: nell’ordine, 88 anni, 81, 65 e 82 anni sono le quattro vittime che si aggiungono alla lunga lista dei deceduti con Covid 19. Si sale a quota 25: tanti i morti in provincia dall’inizio dell’emergenza e da quel primo lutto che aveva scioccato i bellunesi. Era l’11 marzo.

Tutti e quattro i bellunesi erano risultati positivi al test, ma almeno due di essi avevano sintomi lievi o altre patologie che ne hanno decretato il decesso. Può essere una ipotesi benchè, come continuamente spiegano i vertici dell’Usl 1 Dolomiti, saranno gli accertamenti dell’Istituto superiore della sanità a stabilire le effettive cause di morte.

Renzo Taio era un ex amministratore di Agordo ai tempi del sindaco “Tama”, al secolo Armando Da Roit: 88 anni, era ricoverato nel reparto di medicina - area Covid, area di bassa intensità dell’ospedale di comunità di Belluno (sempre San Martino).

Nello stesso reparto dove si curano i casi lievi di Covid, era stata ricoverata Calogera Tummino, 81 anni, di Lozzo di Cadore: le condizioni dell’anziana si erano aggravate, per questo era stata trasferita dalla casa di riposo, dove viveva da qualche tempo, all’ospedale di Belluno. Ora, operatori e ospiti, stanno attendendo il test Coronavirus, quindi il tampone.

Si abbassa la media delle vittime con la morte di Lorenzo Melinato, 65enne originario del Padovano, che aveva scelto di vivere a Tambre. Anche lui è risultato positivo al test. È morto nel reparto di Pneumologia, che ospita i casi di media intensità Covid.

Un ulteriore decesso anche al Santa Maria del Prato di Feltre. Cristina Sala, 82 anni: soccorsa per un probabile infarto, era stata ricoverata in ospedale domenica scorsa. Dalla Cardiologia, però, l’anziana è stata spostata in area Covid dell’ospedale di Feltre. Il suo tampone era risultato positivo al Coronavirus e aveva sviluppato la polmonite. Tempo neanche tre giorni e la donna è deceduta.

L’82enne, originaria di Bardolino, domenica si era sentita male nella sua abitazione in centro a Feltre. Escluso il problema cardiaco, era emersa la sua positività al test Covid-19; quindi lo spostamento nell’area dedicata dell’ospedale Santa Maria del Prato. Ieri mattina il decesso che fa salire a cinque le vittime Covid nel Feltrino. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Pubblicato su Corriere delle Alpi