• Home
  •  > Notizie
  •  > Carabiniere in pensione ed esperto di montagna

Carabiniere in pensione ed esperto di montagna

SANTO STEFANO. Claudio Zordan, carabiniere in pensione, cinquantanove anni, padre di due figli, capo scout, era un escursionista esperto e prudente: ogni volta che andava in montagna indossava i ramponi e tutte le attrezzature necessarie. Ma questa volta evidentemente non sono bastate. Quella di Claudio Zordan è una famiglia ancora una volta spezzata dal dolore. Già nel 2005, la moglie Manuela Cadamuro era morta prematuramente a causa di una malattia, all’età di soli 45 anni: «Claudio aveva reagito con grande forza, era una persona meravigliosa», ricorda il cognato Luciano Zago, «ha cresciuto i suoi due figli in maniera esemplare e si è dedicato intensamente al volontariato. Ha insegnato catechismo in parrocchia, era anche ministro straordinario di comunione, capo scout in diversi gruppi del territorio, faceva parte del consiglio pastorale. Amava profondamente la montagna; l’ho incontrato martedì per un caffè, mi ha raccontato che stava andando a cambiare gli scarponi, era un escursionista molto esperto; negli anni ’80 ha prestato servizio come luogotenente nella stazione dei carabinieri di San Candido. È un colpo durissimo per tutti noi».

Zordan era originario di Castelgomberto, in provincia di Vicenza. La magistratura ha già dato il nulla osta perchè la salma sia messa a disposizione della famiglia; la data dei funerali si sapreà presumibilmente in giornata. —

Pubblicato su Corriere delle Alpi