• Home
  •  > Notizie
  •  > Belluno: è morto Paolo Da Lan, segretario Uilm

Belluno: è morto Paolo Da Lan, segretario Uilm

Brevissima la malattia, aveva 58 anni. Per anni ha lottato a fianco dei lavoratoti Acc, Safilo e Invensys

BELLUNO. Per anni ha lottato al fianco dei lavoratori di Acc, come a quelli di Safilo, dell’Invensys, ha seguito tutte le principali crisi aziendali della provincia da segretario della Uilm di Belluno. Poi quelle dell’Emilia Romagna.

Paolo Da Lan aveva solo 58 anni, e la notizia della sua morte, avvenuta martedì dopo una malattia brevissima, ha gettato nello sconforto la comunità di Santa Giustina, dove era nato, la famiglia, i colleghi di lavoro e chiunque lo abbia conosciuto.

«Era una persona generosa, di una sensibilità straordinaria», ricorda il segretario regionale della Uil del Veneto, Roberto Toigo. Un amico, oltre che un collega.

Da Lan era entrato nel sindacato a 37 anni, e ha sempre guidato la Uilm. Prima quella di Belluno, poi il trasferimento a Monza, quindi Ferrara.

A metà giugno era stato eletto segretario anche della Uilm di Bologna. Stava bene, in quell’occasione, solo qualche giorno dopo avrebbe scoperto la malattia che lo stava consumando chissà da quanto, senza alcuna avvisaglia.

«Lo conobbi alla Mida, azienda che lavorava per la Costan una ventina di anni fa», ricorda Toigo. «Chiesi ai lavoratori se qualcuno aveva voglia di fare il delegato sindacale, perché c’erano spazi per muoversi. Lui alzò la mano».

Quando la Mida chiuse, Da Lan andò a lavorare in Luxottica, per un anno. Diventa segretario della Uilm di Belluno quando Toigo ha l’occasione di entrare nel nazionale. «Abbiamo sempre lavorato insieme», conclude Toigo. «Era una persona di una sensibilità straordinaria, di una generosità oltre i limiti. Era sempre presente, ha donato tutto il suo tempo alla Uilm. Gli saremo sempre riconoscenti».

«Eri per tutti noi un punto di riferimento, un appoggio, un porto dove ormeggiare con il mare in tempesta. Eri uno dei pochi comandanti che sapevano come gestire la nostra nave e trovare sempre la rotta giusta», aggiunge il segretario della Uilm di Belluno Michele Ferraro. «Nessuno come te conosceva questo territorio. Hai lasciato il segno in tutta la nostra comunità. Da oggi la tua Uilm di Belluno non sarà più la stessa».

Paolo Da Lan lascia la moglie Franca e la figlia Beatrice. I funerali saranno celebrati nella chiesa Arcipretale di Santa Giustina venerdì 5 agosto alle 16.

Oggi 4 agosto alle 19 sarà recitato un Rosario nella chiesa di Formegan.

Al funerale sarà presente anche una delegazione della Uil di Ferrara che ricorda lo scrupolo con cui seguiva le tematiche del lavoro, «uno scrupolo tale da rappresentare per tutti una figura insostituibile quando c’era da “leggere” dentro a una vertenza».

Pubblicato su Corriere delle Alpi