• Home
  •  > Notizie
  •  > Ritrovato senza vita il 56enne di Pedavena

Ritrovato senza vita il 56enne di Pedavena

Una squadra dei vigili del fuoco guidata dal cane Tea ha individuato la salma di Primo De Bortoli in un rudere

PEDAVENA

Proprio a poche ore dal previsto vertice in Prefettura che ieri avrebbe dovuto pianificare la continuazione delle ricerche, è arrivata la triste notizia del ritrovamento del corpo del 56 enne Primo De Bortoli, che mercoledì della settimana scorsa era uscito dalla sua casa di via Dante a Pedavena per raggiungere in autobus Pian d’Avena, ultimo luogo nel quale era stato avvistato.

Ieri una squadra dei vigili del fuoco con al seguito il cane labrador Tea ne ha ritrovato il corpo all’interno di un rudere seminascosto dalla boscaglia in un’area a ovest, circa 150 metri più in alto rispetto a Pian d’Avena, in località Salt. Un epilogo triste che getta nello sconforto la famiglia e la comunità di Pedavena che avevano seguito con crescente apprensione lo sviluppo delle ricerche, giorno dopo giorno, ben sapendo che il trascorrere del tempo giocava a sfavore.

Anche ieri mattina c’è stato un vasto impiego di uomini, circa una sessantina e mezzi per ritrovare l’uomo, classe 1963, che scarponi ai piedi e zaino in spalla era salito su quella montagna che conosceva benissimo ed era come la sua seconda casa.

Le condizioni in cui è stato ritrovato il 56 enne pedavenese fanno pensare a un gesto estremo. Nelle ricerche non si sono risparmiati Soccorso alpino, Vigili del fuoco, Sagf, carabinieri e carabinieri forestali, con diverse unità cinofile. Utilizzato da qualche giorno l’elicottero dei pompieri, ieri si è aggiunto anche quello dei carabinieri per tentare di coprire una zona più vasta di territorio, nonché alcuni droni, sempre in dotazione ai vigili del fuoco che hanno scandagliato il terreno dall’alto.

Pian d’Avena e i suoi dintorni erano stati battuti palmo a palmo nei giorni scorsi, ieri la decisione di allargare il perimetro delle ricerche ha portato al triste epilogo. Una volta recuperata, la salma è stata trasportata a valle e messa subito a disposizione della famiglia. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su Corriere delle Alpi