• Home
  •  > Notizie
  •  > Prima il tamponamento e poi il frontale: muore Sisto Belli, ex sindaco di Feltre

Prima il tamponamento e poi il frontale: muore Sisto Belli, ex sindaco di Feltre

Dopo l’impatto l’auto dell’85 enne si è ribaltata su un fianco invadendo la corsia opposta mentre arrivava un altro veicolo

FELTRE

Un terribile schianto ieri pomeriggio sulla strada statale 50, tra Busche e Piovena, è costato la vita a Sisto Belli, 85 anni, ex sindaco, politico di lungo corso e fondatore dell’istituto Agrario di Vellai. La sua auto si è rovesciata su un fianco dopo aver urtato di striscio un veicolo fermo in coda ed stata centrata violentemente da una macchina proveniente dal senso di marcia opposto, sulla quale viaggiavano due donne sessantenni. Ferite in modo non grave D.V. , che si trovava al volante, e la passeggera N.S. , entrambe bellunesi. Sono state portate all’ospedale di Feltre a bordo dell’ambulanza, ma non si trovano in pericolo di vita. Illese altre quattro persone a bordo di due macchine coinvolte nel tamponamento a catena che è stato innescato dall’auto guidata da Sisto Belli, deceduto sul colpo.

L’INCIDENTE

Nel tratto in cui si è verificato lo scontro erano in corso dei lavori di taglio e rimozione di piante lungo il versante montuoso e il traffico era regolato a senso unico alternato dalla presenza di movieri. In quel momento la circolazione stava scorrendo da Belluno verso Feltre, con i veicoli fermi in coda dall’altra parte. Sisto Belli stava arrivando da Feltre, al volante di una Opel Meriva, e per cause ancora da chiarire ha urtato l’ultima auto in colonna, la sua macchina si è capovolta su lato ed è scivolata sull’asfalto, invadendo la corsia di marcia opposta.

In quel momento stava sopraggiungendo una Opel Karl che ha centrato in pieno il tettuccio della vettura guidata dall’ex sindaco, che è morto sul colpo. Ferite le due donne a bordo, portate all’ospedale in condizioni di media gravità.

I SOCCORSI

Si è rivelato inutile l’intervento dell’elicottero del Suem, perché quando è atterrato, purtroppo per l’uomo non c’era nulla da fare e il velivolo è tornato indietro vuoto. Ad occuparsi dei rilievi dell’incidente è stata la polizia stradale di Belluno, mentre i carabinieri si sono occupati della gestione della viabilità. Sul posto anche i Vigili del fuoco di Feltre.

LA DINAMICA

Lo schianto è avvenuto poco prima delle 16, nel tratto di strada dove una volta c’erano le curve, che sono state rettificate, tra Busche, nel Comune di Cesiomaggiore, e Piovena di Santa Giustina. Sisto Belli arrivava da Busche e dopo la curva a sinistra, davanti a lui c’erano le auto in coda, mentre gli operai della ditta specializzata erano al lavoro sul versante montuoso per il taglio degli alberi.

Da stabilire le cause dell’incidente. Anche se non è da escludere un malore del conducente, dalla dinamica sembra che il tremendo schianto sia stato innescato nel tentativo di evitare la colonna di veicoli fermi, perché la Opel Meriva dell’ex sindaco non ha tamponato la Ford Kuga che chiudeva la fila, ma l’ha urtata nella parte posteriore sinistra, ribaltandosi per poi scivolare sulla fiancata sinistra finendo sull’altra corsia di marcia.

Probabilmente il guidatore si è accorto solamente all’ultimo momento della colonna di veicoli e deve aver sterzato verso il centro della strada per cercare di evitare l’urto. Forse non ha nemmeno avuto il tempo di provare a frenare. Nell’impatto sono state coinvolte due auto, la Ford Kuga che chiudeva la colonna delle auto con due persone a bordo, e una Peugeot 108 che si trovava davanti con altri due occupanti. Nessuno dei quattro è rimasto ferito. Notevoli i ritardi alla circolazione con gli automobilisti bloccati in coda o costretti a lunghe deviazioni per aggirare la zona dell’incidente. L’incidente si è verificato al chilometro 29 e la strada è stata riaperta nel tardo pomeriggio. —

 

Pubblicato su Corriere delle Alpi