Chiese in Provincia di Trento - città di Trento Città: Cappella di San Giovanni Battista

Cappella di San Giovanni Battista
S. Giovanni Battista

TRENTO / TRENTO città
Trento (TN) TRENTO città
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: cappella
La cappella vescovile di San Giovanni Battista si trova nell'ala nord del palazzo dell'episcopio di Trento, del quale condivide la struttura. La costruzione della cappella è fatta risalire al 1873, anno in cui i baroni Luigi e Giovanni Battista Ceschi di Santa Croce, allora proprietari del palazzo, assegnarono all'architetto Paolo Oss il compito di riedificare la loro residenza. Nel 1922 il palazzo e le sue pertinenze furono acquistati dalla Mensa Vescovile, che vi trasferì la sede vescovile... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La cappella vescovile di San Giovanni Battista si trova nell'ala nord del palazzo dell'episcopio di Trento, del quale condivide la struttura. La costruzione della cappella è fatta risalire al 1873, anno in cui i baroni Luigi e Giovanni Battista Ceschi di Santa Croce, allora proprietari del palazzo, assegnarono all'architetto Paolo Oss il compito di riedificare la loro residenza. Nel 1922 il palazzo e le sue pertinenze furono acquistati dalla Mensa Vescovile, che vi trasferì la sede vescovile e gli uffici di curia. La cappella, accessibile dal giardino interno del palazzo, si sviluppa su pianta rettangolare con asse maggiore longitudinale. La facciata, rinserrata tra cantonali angolari, è carattrizzata dal portale architravato cimato da frontone triangolare, sormontato da un rosone a dodici lobi. Lungo la fiancata ovest si apre una monofora centinata con cornice in pietra a vista, mentre il lato nord è caratterizzato dall'emergere di un corpo a profilo centinato, ribassato, corrispondente all'arcata che si apre sulla parete di fondo del presbtierio. Internamente la cappella si sviluppa su aula unica, con presbiterio rialzato su un gradino. Dipinti murali di Carlo Bonacina del 1957 adornano le pareti della navata e del presbiterio.

Pianta

Pianta rettangolare con asse maggiore longitudinale; presbiterio rettangolare.

Facciata

Facciata rinserrata tra lesene angolari con stillature, realizzate a intonaco con stillature e inserti in pietra a vista. In basso al centro si apre un portale architravato concluso da frontone trangolare, modanato, sorretto da modiglioni e cimato da croce. Il sistema di forature è completato in alto da un rosone a dodici lobi.

Prospetti

Fiancata nord rinserrata tra lesene angolari con stillature, realizzate a intonaco tinteggiato con stillature e inserti in pietra a vista. Al centro si apre una monofora a profilo centinato con cornice in pietra a vista. Lato nord caratterizzato dall'emergere di un corpo a centina ribassata, corrispondente all'arcata interna presente sulla parete di fondo del presbiterio.

Struttura

Strutture portanti verticali: muratura in pietrame, finita a intonaco tinteggiato. Strutture di orizzontamento: navata sormontata al centro da una volta a crociera; presbiterio e cantoria coperti da volte a botte.

Interni

Navata illuminata da un'ampia finestra rettangolare, aperta lungo la parete destra. Presbiterio rialzato su un gradino, caratterizzato da un'arcata a sesto ribassato aperta sulla parete di fondo e inquadrante una monofora a profilo centinato. Uno zoccolo in pietra calcarea percorre il perimetro della navata.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento in seminato alla veneziana in navata; moquette nel presbiterio.

Elementi decorativi

Dipinti murali di Carlo Bonacina del 1957 adornano la parete sinistra della navata e quelle laterali del presbiterio. Ulteriori dipinti murali eseguiti a tempera adornano la volta del presbiterio.

1873 - 1873 (rifacimento intero bene)

Nel 1873 i baroni Ceschi fecero rifabbricare il loro palazzo in piazza Fiera su progetto di Paolo Oss. A questo intervento risale anche la costruzione della cappella in esame.

1922 - 1922 (proprietà intorno)

Nel 1922 i baroni Ceschi cedettero il palazzo e la relativa cappella alla Mensa Vescovile che vi trasferì la residenza dell'episcopio e gli uffici di curia.

1957 - 1957 (decorazione intero bene)

La cappella fu decorata da Carlo Bonacina nel 1957; nello stesso anno furono installate le vetrate della vetreria Parisi.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Via Alfieri Trento (Tn)

Via Di Sorari Terlago (Tn)

Via S. Michele Mezzocorona (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Via Gerola 17 38100 Trento

Via Gerola 17 Trento

Piazza Vicenza 15 Trento