Chiese in Provincia di Trento - città di Trento Città: Chiesa del Sacro Cuore di Gesù

Chiesa del Sacro Cuore di Gesù

TRENTO / TRENTO città
viale Verona - Trento (TN) TRENTO città
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
La parrocchia del Sacro Cuore a Trento, derivata da quelle di San Vigilio e di San Giuseppe, fu ufficialmente istituita nel 1956. La chiesa parrocchiale, tuttavia, fu costruita solo nel 1963 su progetto dell'architetto trentino Efrem Ferrari, che concepì un edificio a pianta circolare sormontato al centro da un tiburio ottagonale e dotato di un presbiterio a pianta pentagonale, irregolare, successivamente riconvertito in cappella feriale. La facciata, emergente sul lato ovest, presenta un... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La parrocchia del Sacro Cuore a Trento, derivata da quelle di San Vigilio e di San Giuseppe, fu ufficialmente istituita nel 1956. La chiesa parrocchiale, tuttavia, fu costruita solo nel 1963 su progetto dell'architetto trentino Efrem Ferrari, che concepì un edificio a pianta circolare sormontato al centro da un tiburio ottagonale e dotato di un presbiterio a pianta pentagonale, irregolare, successivamente riconvertito in cappella feriale. La facciata, emergente sul lato ovest, presenta un profilo a due spioventi descritto da montanti laterali in cemento armato ed è stata completata tra il 1999 e il 2001 con la decorazione a mosaico e il portale a due battenti ideati da don Luciano Carnessali. Lo spazio interno è ritmato dagli otto pilastri di sostegno del tiburio ottagonale centrale, sotto il quale di dispongo due file di banchi e attorno al quale corre un deambulatorio ad anello. L'area presbiteriale è posta entro tale perimetro, in asse con l'ingresso principale della chiesa, ed è individuata da una pavimentazione in granito rosso. Al centro dell'ex presbiterio, caratterizzato da due setti murari emergenti lateralmente a schermare gli accessi ad altrettanti ambienti simmetrici e concluso da due pareti sghembe in laterizio in corsi a riseghe rientranti, è stata costruita nel 1987 la cappella del Santissimo. La struttura in vetro e metallo di tale cappella è celata alla vista dal setto murario affrescato da Marco Bertoldi (1987) che fa da sfondo al nuovo presbiterio.

Pianta

Aula a pianta circolare preceduta da un atrio a pianta trapezoidale; ex presbiterio a pianta poligonale, irregolare, nel quale è inscritta una cappella a pianta trapezoidale.

Facciata

Facciata a due spioventi, definita da montanti laterali in cemento armato, al centro della quale si apre il portale maggiore costituito da una profilatura in pietra.

Prospetti

La chiesa è formata da due corpi strutturali: quello inferiore ha un andamento circolare, è interamente rivestito in lastre di pietra policroma ed è sormontato da una finestratura continua. Al centro di questo si erge un tiburio ottagonale, con lati in laterizio in corsi a riseghe rientranti, conclusi in alto da finestre a profilo pentagonale irregolare.

Struttura

Strutture portanti verticali in cemento armato. Strutture di orizzontamento: navata coperta al centro da volta a ombrello in cemento armato e lateralmente da soffittatura piana; ex presbiterio sormontato da volta a due spioventi in cemento armato.

Coperture

Tetto a timpani ribassati con manto di copertura in lamiera metallica.

Interni

Interno ritmato da otto pilastri rastremati verso il basso, posti a sostegno del tiburio ottagonale centrale, una struttura con lati tamponati in latetrizio in corsi a riseghe rientranti cimati da finestre pentagonali irregolari, sotto la quale si dispongono due file di banchi. Il perimetro inferiore, interamente rivestito in lastre di pietra calcarea e concluso in alto da una finestratura a nastro, è organizzato in forma di deambulatorio ad anello. L'area presbiteriale, individuata da una pavimentazione in granito rosso, è posta entro tale perimetro, in asse con l'ingresso principale, rialzata su due gradini. Il vecchio presbiterio è caratterizzato da due setti murari emergenti ai lati che schermano gli accessi a due ambienti simmetrici ed è concluso da due pareti sghembe, realizzate in laterizio in corsi a riseghe rientranti. All'interno di tale spazio è stata introdotta la cappella del Santissimo, con struttura in metallo e vetri a specchio, nascosta alla vista tramite un setto murario affrescato sul lato aula, che funge anche da sfondo all'attuale presbiterio.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento in lastre di granito rosa con inserti in legno di rovere in corrispondenza delle due file dei banchi. Area presbiteriale evidenziata tramite una pavimentazione in granito rosso.

1956/12/08 - 1957/01/01 (costituzione parrocchia carattere generale)

Con decreto dell'8 dicembre 1956 l'arcivescovo di Trento Carlo de Ferrari costituiva la parrocchia del "Sacratissimo Cuore di Gesù". Il decreto entrò in vigore il primo gennaio 1957 ed ottenne il riconoscimento civile lo stesso giorno. La parrocchia, che derivava da quelle di Villazzano e di Mattarello, fu affidata ai Dehoniani.

1963 - 1963 (costruzione intero bene)

La chiesa fu costruita nel 1963 su progetto dell'architetto trentino Efrem Ferrari.

1963/10/20 - 1963/10/20 (benedizione intero bene)

La chiesa fu benedetta il 20 ottobre 1963.

1987 - 1987/02/14 (variazione d'uso presbiterio storico)

Nel 1987 è stato mutato l'assetto del presbiterio storico, originariamente collocato nell'ambiente a pianta pentagonale posto in asse con l'ingresso alla chiesa. All'interno di tale spazio è stata costruita la cappella del Santissimo, una struttura in metallo e vetri a specchio utilizzata come cappella feriale, schermata da un setto murario che fa da sfondo alla nuova area presbiteriale, che in conseguenza di tale intervento è slittata in avanti verso l'aula. La cappella del Santissimo è stata aperta al culto il 14 febbraio 1987.

1987 - 1987 (decorazione nuovo presbiterio)

Nel 1987 Marco Bertoldi realizzò la decorazione a fresco della parete di fondo del nuovo presbiterio.

2000 - 2000 (completamento facciata)

Nel 2000 è stata portata a termine la decorazione musiva della facciata e la sistemazione del portale in bronzo, opera di don Luciano Carnessali. Nella stessa occasione si è provveduto alla ridefinizione del sagrato della chiesa su progetto dello studio Cattani.

2004 - 2004 (sistemazione pavimentazione)

Nel 2004 si è proceduto alla lucidatura della pavimentazione, nonché alla posa degli inserti in legno di rovere in corrispondenza delle due file dei banchi.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Via Alfieri Trento (Tn)

Viale Tomasoni 1 Ala (Tn)

Piazza San Vito Andalo (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Via Gerola 17 38100 Trento Città

Piazza Vicenza 15 Trento Città

Via Gerola 17 Trento Città