Chiese in Provincia di Trento - città di Soraga: Chiesa dei Santi Pietro e Paolo

Chiesa dei Santi Pietro e Paolo
Ss. PIETRO e PAOLO apostoli

TRENTO / SORAGA
strada de Lgejia - Soraga (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
La chiesa dei Santi Pietro e Paolo è documentata dal 1512, ma l'attuale edificio è il frutto di successivi rimaneggiamenti, intervenuti a modificare e ampliare l'impianto originale nel corso del XX secolo. Orientato a nord-est, l'edificio presenta una facciata a due spioventi, caratterizzata dalle aperture sovrapposte del portale maggiore e di due finestre a luce mistilinea. La fiancata destra, ritmata da contrafforti, è caratterizzata dalla presenza della scala di accesso alla cantoria, del... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa dei Santi Pietro e Paolo è documentata dal 1512, ma l'attuale edificio è il frutto di successivi rimaneggiamenti, intervenuti a modificare e ampliare l'impianto originale nel corso del XX secolo. Orientato a nord-est, l'edificio presenta una facciata a due spioventi, caratterizzata dalle aperture sovrapposte del portale maggiore e di due finestre a luce mistilinea. La fiancata destra, ritmata da contrafforti, è caratterizzata dalla presenza della scala di accesso alla cantoria, del campanile a cipolla e di un portico incassato sotto il quale si trovano l'ingresso secondario alla chiesa e quello alla sacrestia. L'interno si sviluppa su navata unica, ritmata da coppie di paraste intonacate, tra le quali si collocano arcate a sesto ribassato realizzate in stucco. Due cappelle gemelle poco profonde si affacciano sulla quarta campata, oltre la quale si sviluppa il transetto, aggiunto nel 1962, in cui si aprono cappelle laterali inquadrate da arcate a sesto ribassato. Il presbiterio, rialzato su un gradino, è concluso da un'abside poligonale.

Pianta

Pianta a croce latina con bracci del transetto a pianta poligonale; presbiterio rettangolare, concluso da abside poligonale.

Facciata

Facciata a due spioventi, segnata fino a metà altezza da due contrafforti laterali. Al centro si apre il portale maggiore a profilo centinato, coperto da una tettoia lignea, oltre la quale si dispongono due finestre a profilo mistilineo sovrapposte.

Prospetti

Fiancate laterali scandite da una successione di contrafforti, tra i quali si aprono tre finestre a profilo mistilineo. Sul lato destro, in corrispondenza della prima campata si colloca una scala coperta che consente l'accesso alla cantoria. Sullo stesso lato, oltre il campanile, si sviluppa un portico incassato, sotto il quale si trovano l'accesso secondario alla navata e quello della sacrestia, che emerge a lato del presbiterio. Una zoccolatura in pietra a vista percorre l'intero perimetro.

Campanile

Torre a pianta quadrangolare, addossata al lato destro della chiesa. Fusto intonacato, abbellito da cantonali dipinti. Cella campanaria compresa tra due cornici in pietra a vista, illuminata da quattro monofore centinate e sormontata da un tamburo ottagonale, sui cui lati si alternano monofore centinate aperte e cieche. Copertura a cipolla con sfera e croce apicali.

Struttura

Strutture portanti verticali: murature in pietrame finito a intonaco tinteggiato. Strutture di orizzontamento: navata voltata a botte unghiata; corpo ottagonale con cappelle e presbiterio voltati a spicchi.

Coperture

Chiesa: tetto a doppia falda con struttura in legno e manto di copertura in scandole. Campanile: copertura a cipolla in legno, con manto di copertura in scandole dipinte di rosso.

Interni

Navata unica ritmata da coppie di paraste intonacate, tra le quali si collocano arcate ad arco ribassato in stucco. Ai lati della quarta campata si affacciano due cappelle laterali poco profonde. Nei lati obliqui del transetto si aprono quattro cappelle poco profonde, inquadrate da arcate a sesto ribassato; un'ulteriore cappella a pianta rettangolare è ricavata nel lato nord-ovest, metre sul lato sud-est si trova l'ingresso laterale. Il presbiterio, rialzato su un gradino, è introdotto dall'arco santo a pieno centro, in pietra intonacata.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento in granito, grigio nella navata e rosso nel presbiterio.

Elementi decorativi

Cartelle rilevate in stucco dipinto adornano la volta della navata. Motivi firomorfi sono dipinti a tempera sulle arcate delle cappelle laterali del transetto.

1512 - 1512 (menzione carattere generale)

La chiesa dei Santi Pietro e Paolo a Soraga è menzionata in un documento del 1512, ma la sua fondazione potrebbe essere antecedente (XV secolo).

1571 - 1572 (menzione del cimitero intorno)

Durante la peste del 1571-1572 i morti di Soraga furono seppelliti nella "cortina" della chiesa di San Pietro, benché questa non fosse un luogo consacrato per le sepolture.

1714/05/12 - 1714/05/12 (espositura carattere generale)

La chiesa dei Santi Pietro e Paolo, già curazia, divenne espositura della pieve di Vigo di Fassa il 12 maggio 1714.

1772 - 1772 (danneggiamento campanile)

Nel 1772 il campanile gotico fu colpito da un fulmine e danneggiato.

1773 - 1773 (rinnovamento intero bene)

La cella e la copertura del campanile furono ricostruiti nel 1773 secondo uno stile più moderno. Contestualmente vennero eseguiti lavori di rinnovamento della chiesa.

1818 - 1818 (passaggio ad altra diocesi carattere generale)

Nel 1818 il territorio della pieve di Fassa passò dalla diocesi di Bressanone a quella di Trento.

1882 - 1882 (danneggiamento campanile)

La chiesa fu investita dalla piena dell'Avisio del 1882, che causò il crollo del campanile. Un abitante di Soraga, Pellegrino Brunel, perse la vita nel tentativo di recuperare la campana finita nelle acque del torrente.

1882 - 1899 (ricostruzione campanile)

Il campanile fu ricostruito entro la fine del XIX secolo.

1909 - 1909 (rifacimento intorno)

Il cimitero attuale fu costruito nel 1909.

1922 - 1922 (ampliamento intero bene)

Nel 1922 la navata fu prolungata verso sud-ovest, con la costruzione dell'attuale prima campata. Contestualmente fu realizzata la scala coperta di accesso alla cantoria, situata lungo la fiancata destra.

1955 - 1955 (ampliamento intorno)

Il cimitero fu ampliato nel 1955.

1959/05/08 - 1959/05/08 (erezione a parrocchia carattere generale)

La chiesa fu eretta a parrocchia l'8 maggio 1959.

1962 - 1962 (ampliamento intero bene)

Ulteriori lavori di ampliamento furono svolti nel 1962 su iniziativa di don Arnaldo Rizzoli. In base all'osservazione di fotografie d'epoca reperite dalla bibliografia è possibile affermare che l'intervento riguardò la costruzione del transetto e del presbiterio attuali. L'edificazione del nuovo corpo di fabbrica causò necessariamente la demolizione dell'antico presbiterio con abside poligonale e dell'attigua sacrestia, che fu ricostruita interamente. In esterno, nel settore compreso tra il campanile e la sacrestia, venne infine realizzato il portico incassato che ospita l'accesso diretto al transetto. Contestualmente fu installato l'impianto di riscaldamento.

1962/09/23 - 1962/09/23 (consacrazione carattere generale)

La chiesa fu consacrata il 23 settembre 1962.

1970 - 1970 (rifacimento copertura campanile)

La cipolla del campanile fu rifatta nel 1970.

2011 - 2012 (tinteggiatura intero bene)

La tinteggiatura esterna è stata effettuata nel 2011. Quella degli interni è prevista per l'autunno 2012.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Via Xxiv Maggio Borgo Valsugana (Tn)

Viale Tomasoni 1 Ala (Tn)

Via Alfieri Trento (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Via Nazionale 72 Pellizzano

Piazza Vicenza 15 Trento

Via Roma 32 Dro