Chiese in Provincia di Trento - città di Mori: Chiesa del Santissimo Sacramento

Chiesa del Santissimo Sacramento
Ss. Sacramento

TRENTO / MORI
Mori (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
La chiesa del Santissimo Sacramento di Mori, eretta nei primi anni del XVIII secolo, poco a sud-ovest dalla chiesa parrocchiale di Santo Stefano, presenta una facciata a salienti suddivisa da lesene in un corpo centrale con portale lapideo architravato, riquadro con resti di affresco e coronamento a timpano con croce apicale in pietra e acroteri, e due corpi laterali, i quali presentano ingressi alle sacrestie e sono raccordati al corpo centrale, al sommo, con elementi architettonici a... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa del Santissimo Sacramento di Mori, eretta nei primi anni del XVIII secolo, poco a sud-ovest dalla chiesa parrocchiale di Santo Stefano, presenta una facciata a salienti suddivisa da lesene in un corpo centrale con portale lapideo architravato, riquadro con resti di affresco e coronamento a timpano con croce apicale in pietra e acroteri, e due corpi laterali, i quali presentano ingressi alle sacrestie e sono raccordati al corpo centrale, al sommo, con elementi architettonici a volute. Le fiancate sono ritmate da finestre lunettate; quella di sinistra ospita un ingresso laterale. L'interno è a navata unica, caratterizzata da un vasto apparato stucchivo, con volta a schifo ovoidale originata da cornice rettangolare smussata; in controfacciata due nicchie centinate con sculture smussano l'angolo con le pareti laterali, caratterizzate da arcate cieche ribassate ospitanti nicchie quadrangolari strombate con sculture. Le arcate cieche sono occultate verso il presbiterio dagli stucchi che incorniciano gli altari minori, posti ai lati dell'arco santo. L'arco santo a tutto sesto immette nel presbiterio elevato da gradino, formato da un ambiente principale a pianta quadrata e voltato a schifo, con nicchia formata da arcata sulla parete di fondo a ospitare l'altare maggiore storico, e da due ambienti laterali coperti da soffitto piano con accesso alle sacrestie sul lato parallelo alla facciata.

Pianta

La chiesa è a pianta rettangolare, ad asse maggiore trasversale.

Facciata

La facciata, a salienti, è ritmata da quattro lesene con basamento, che rimarcano la suddivisione in un corpo centrale e due laterali, elevati sino a metà circa del corpo maggiore; a raccordo tra i corpi sono posti degli elementi architettonici a volute. Nei corpi minori si aprono due ingressi con portale lapideo architravato; il corpo maggiore presenta un ingresso elevato da soglia con portale lapideo architravato, affiancato da due finestre rettangolari e sovrastato da finestra lunettata inferriata. Al di sopra è presente una cornice quadrangolare lapidea, che ospita i resti di un affresco. Il corpo centrale culmina con un timpano con croce apicale in pietra al sommo, e acroteri conici con sferetta e croce apicale ai lati. Finiture ad intonaco tinteggiato.

Prospetti

Le fiancate presentano tre finestre inferriate lunettate, distribuite regolarmente sulla loro lunghezza. La fiancata sinistra presenta un ingresso laterale con portale lapideo collocato sotto la finestra lunettata a sud-est; la porzione della fiancata destra a livello dell'aula è caratterizzata da un alzato meno elevato rispetto alla porzione presso il presbiterio. Le finiture sono ad intonaco tinteggiato.

Struttura

Strutture portanti verticali: muratura in pietrame intonacata; strutture di orizzontamento: volte a schifo presso aula e presbiterio, soffitti piani presso gli ambienti laterali del presbiterio.

Coperture

Copertura a due falde su aula e presbiterio, una falda ribassata sulla sacrestia destra. Struttura portante in legno, manto di copertura in coppi.

Interni

L'interno, a navata unica, è caratterizzato da un vasto impianto stucchivo che rende labile la percezione delle pareti. L'aula è quadrangolare, in controfacciata sono presenti due nicchie centinate ospitanti sculture a smussare gli angoli con le pareti laterali. Queste presentano un'arcata cieca ribassata occultata, verso il presbiterio, dagli stucchi che incorniciano gli altari posti ai lati dell'arco santo; al di sotto delle arcate si aprono nicchie quadrangolari strombate ospitanti sculture. Una cornice corrente si snoda lungo le pareti laterali e la controfacciata, sovrastata dalla cornice rettangolare smussata che origina la volta a schifo ovoidale che copre l'aula. L'arco santo a tutto sesto introduce al presbiterio, elevato da gradino. Questo è formato da tre ambienti, due laterali ed uno centrale. L'ambiente centrale, a pianta quadrata, presenta una volta a schifo e un'arcata a tutto ses

1700 (?) - 1708 (costruzione intero bene)

Secondo Luigi Dal Rì, l'edificio viene eretto nel 1708 grazie all'opera della collettività dei parrocchiani.

1744 - 1746 (dotazione altari)

Il millesimo 1744 è riportato sulla tabella di un altare laterale, a testimonianza della dotazione di quest'ultimo e di un altro, sempre laterale, citato dalle fonti come risalente al 1746.

1835 - 1835 (dotazione altare maggiore)

La chiesa viene dotata dell'attuale altare maggiore marmoreo nel 1835.

1904 - 1905 (restauro intero bene)

Armando Costa riferisce di una campagna di restauri effettuati a inizio XX secolo, della quale però non si conoscono ulteriori dettagli.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Via Di Sorari Terlago (Tn)

Via Roma Vigolo Vattaro (Tn)

Piazza San Vito Andalo (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Via Del Garda 99 38065 Mori

Via Trento 11 Tione Di Trento

Via San Giovanni 13 38083 Condino