Chiese in Provincia di Trento - città di Don: Chiesa di Santa Brigida

Chiesa di Santa Brigida
S. Brigida

TRENTO / DON
via alla Chiesa - Don (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
La chiesa parrocchiale di Don venne eretta tra 1870 e 1873, al fine di sostituire l'antica chiesa parrocchiale, che versava in condizioni di degrado già dall'inizio del XIX secolo. Dotata di impianto decorativo pittorico nei primi anni del XX secolo, viene eretta a parrocchia nel 1922. La facciata, timpanata, è scandita in due ordini da una cornice, interrotta da un arcone a tutto sesto coronato da agrafe che delimita la porzione centrale, leggermente incassata in entrambi gli ordini,... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa parrocchiale di Don venne eretta tra 1870 e 1873, al fine di sostituire l'antica chiesa parrocchiale, che versava in condizioni di degrado già dall'inizio del XIX secolo. Dotata di impianto decorativo pittorico nei primi anni del XX secolo, viene eretta a parrocchia nel 1922. La facciata, timpanata, è scandita in due ordini da una cornice, interrotta da un arcone a tutto sesto coronato da agrafe che delimita la porzione centrale, leggermente incassata in entrambi gli ordini, ospitante una finestra lunettata. L'ordine inferiore, percorso da uno zoccolo, presenta in posizione centrale il portale d'ingresso lapideo e architravato, dotato di cornice sorretta da mensole. Le fiancate sono percorse dallo zoccolo visibile in facciata e sono aperte da una finestra lunettata all'altezza della navata e da una seconda finestra dello stesso tipo al livello del presbiterio. Il volume della sacrestia aderisce al fianco destro all’altezza del presbiterio. Il campanile a torretta emerge dalla linea di colmo in prossimità della facciata; presenta un fusto a sezione quadrangolare in legno, sovrastato da una cuspide piramidale coperta da scandole lignee e coronata da sfera e croce apicale.L'interno presenta una navata unica, scandita in tre campate dai pilastri addossati alle pareti laterali a sostegno delle arcate a tutto sesto, ospitanti le finestre lunettate; la controfacciata è ritmata dall'incasso della porzione centrale e da un arcone poggiante sulla cornice corrente lungo tutte le pareti interne, al di sotto del quale è alloggiata la finestra lunettata visibile in facciata. Le pareti della seconda campata sono leggermente arretrate e ospitano gli ingressi laterali. L'arco santo a tutto sesto, poggiante su pilastri murali, introduce all'ambiente, elevato da due gradini, del presbiterio, dotato di portale lapideo architravato di accesso ai locali di sacrestia. Una seconda arcata sostenuta da pilastri addossati alle pareti delimita l'abside, coperta da una volta a catino. I pilastri e le volte della navata e del presbiterio recano un impianto decorativo pittorico avente carattere figurativo ed ornamentale.

Pianta

Navata a pianta rettangolare ad asse maggiore longitudinale, presbiterio a pianta rettangolare concluso da abside semi circolare.

Facciata

La facciata, timpanata, è scandita in due ordini da una cornice, interrotta da un arcone a tutto sesto coronato da agrafe che delimita la porzione centrale, leggermente incassata in entrambi gli ordini, ospitante una finestra lunettata. L'ordine inferiore, percorso da uno zoccolo, presenta in posizione centrale il portale d'ingresso lapideo e architravato, dotato di cornice sorretta da mensole a volute ed elevato da tre gradini. Le finiture sono ad intonaco tinteggiato ed elementi lapidei a vista.

Prospetti

Le fiancate sono percorse dallo zoccolo visibile in facciata, presentano un accesso dotato di portale lapideo con cornice sorretta da mensole a volute e sono aperte da una finestra lunettata all'altezza della navata e da una seconda finestra dello stesso tipo al livello del presbiterio. Il volume della sacrestia aderisce al fianco destro all'altezza del presbiterio. Le finiture sono ad intonaco tinteggiato.

Campanile

Il campanile a torretta emerge dalla linea di colmo in prossimità della facciata; presenta un fusto a sezione quadrangolare in legno, sovrastato da una cuspide piramidale coperta da scandole lignee e coronata da sfera e croce apicale.

Struttura

Strutture portanti verticali: muratura in pietrame intonacata; strutture di orizzontamento: volte a botte unghiata in muratura in tufo sopra la navata e sopra il presbiterio, semicalotta in muratura in tufo presso l'abside.

Coperture

Copertura a due falde sopra la navata, a più falde convergenti sopra il presbiterio e l'abside. Struttura portante in legno, manto di copertura in coppi.

Interni

L'interno presenta una navata unica, scandita in tre campate dai pilastri addossati alle pareti lat

1870 - 1876/08/31 (costruzione intero bene)

L'attuale chiesa parrocchiale di Don viene eretta a partire dal 1870, su disegno del geometra Giovanni Brugnara di Cles, in luogo della precedente parrocchiale, ubicata presso l'attuale cimitero e quasi completamente demolita nel 1874 (l'abside venne risparmiata dall'abbattimento e venne quindi adattata all'uso di cappella funeraria). L'intervento era stato deliberato nel 1867 e nello stesso anno era stata affidata a Brugnara l'elaborazione del progetto. I lavori vengono conlusi, dopo alterne vicende (la volta della navata necessitò di essere ricostruita dopo un crollo) nell'arco di tre anni, e il 20 di luglio del 1873 la chiesa, ultimata, viene benedetta. Dopo ulteriori tre anni la chiese viene consacrata e dedicata a Santa Brigida dal vescovo ausiliare Giovanni Haller.

1910 - 1910 (impianto decorativo presbiterio)

A questo anno risale l'impianto decorativo del presbiterio, opera di Ubaldo Tasselli.

1922/05/01 - 1922/05/01 (erezione a parrocchia carattere generale)

In questo anno la chiesa, già dipendente dalla pieve di Romeno, viene elevata al titolo di parrocchiale.

1939 - 1939 (sostituzione vetrate)

In questo anno vengono installate nuove vetrate dalla ditta Parisi di Trento.

1973 - 1974 (lavori presbiterio)

In questi due anni sono documentati interventi strutturali presso il presbiterio ai fini dell'adeguamento dei poli liturgici.

2002 - 2002 (restauro intero bene)

Su progetto dell'architetto Chiara Zanolini, si procede ad un restauro conservativo dell'edificio; la copertura ed il relativo manto vengono sostituiti, si procede al restauro dei serramenti, degli elementi di lattoneria, alla pulizia degli apparati lapidei e al rinnovo degli intonaci, seguito da un'opera di tinteggiatura. Gli interventi riguardano, inoltre, la posa ed il rinnovo di alcuni impianti.

2009 - 2009 (restauro copertura)

Per via dei danni subiti a causa delle forti nevicate dell'inverno appena trascorso, la copertura subisce un parziale restauro, che si concreta nella posa di nuovi coppi e nel ripristino dell'impianto parafulmine.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Via Antonio Rosmini Rovere' Della Luna (Tn)

Viale Tomasoni 1 Ala (Tn)

Piazza San Vito Andalo (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Via Gerola 17 Trento

Via Cere' 14 Avio

Via Fiamme Gialle, 76 38037 Predazzo