Chiese in Provincia di Trento - città di Albiano: Chiesa di San Biagio

Chiesa di San Biagio
S. Biagio

TRENTO / ALBIANO
via Sant'Antonio - Albiano (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
La nuova chiesa dedicata a San Biagio è stata costruita accanto all'antica parrocchiale, mantenendo il medesimo orientamento a est. L'edificio fu eretto tra il 1928 e il 1932 su progetto degli architetti Pietro Marzani e Giovanni Tiella. La facciata a salienti è caratterizzata da tre ampie arcate cieche nelle quali si collocano il portale e due finestre lunettate. L'interno si articola in tre navate separate da pilastri, suddivise in quattro campate, coperte da un soffitto ligneo. Le testate... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La nuova chiesa dedicata a San Biagio è stata costruita accanto all'antica parrocchiale, mantenendo il medesimo orientamento a est. L'edificio fu eretto tra il 1928 e il 1932 su progetto degli architetti Pietro Marzani e Giovanni Tiella. La facciata a salienti è caratterizzata da tre ampie arcate cieche nelle quali si collocano il portale e due finestre lunettate. L'interno si articola in tre navate separate da pilastri, suddivise in quattro campate, coperte da un soffitto ligneo. Le testate delle navate laterali ospitano due cappelle che fiancheggiano l'arco santo. Il presbiterio è concluso da un'abside semicircolare. Nella chiesa trovano posto gli antichi altari marmorei settecenteschi.

Pianta

Pianta rettangolare ad asse maggiore longitudinale, con tre navate, terminante in un presbiterio rettangolare concluso da abside semicircolare.

Facciata

Facciata a salienti con zoccolo in pietra a vista: tre arcate cieche ad arco a tutto sesto scandiscono il registro inferiore, comune alle tre navate: ai lati esse inquadrano finestre lunettate, al centro un portale architravato. Nel registro superiore, nel settore centrale, si aprono tre finestre centinate. Al vertice degli spioventi croce in ferro.

Prospetti

Sulle fiancate prosegue la teoria di arcate cieche ad arco a tutto sesto; sul lato meridionale emerge il volume della sacrestia.

Struttura

Strutture portanti verticali: muratura in cemento intonacata e tinteggiato all'esterno e all'interno; strutture di orizzontamento: soffitto ligneo piano.

Coperture

Tetto a due falde sulla navata centrale e sul presbiterio e a padiglione sulle navate laterali, ricoperto da lastre di porfido.

Interni

Tre navate separate da arcate a tutto sesto poggianti su pilastri quadrangolari, rivestivi di pietra: le navate laterali sono suddivise in campate da arcate trasversali; in quella destra si apre il portale laterale. In testa alle due navate, di altezza inferiore rispetto a quella centrale, si aprono due strette cappelle. L'arco santo poggia su pilastri quadrangolari rivestiti di pietre e precede il presbiterio sopraelevato su tre gradini, illuminato da sei finestre centinate; sulla parete di fondo si apre una poco profonda abside semicircolare che accoglie l'altare maggiore.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento a quadrotte bicolori poste a corsi obliqui nelle navate e nel presbiterio (nella navata centrale una corsia di mattonelle lapidee monocrome porta al presbiterio)

Elementi decorativi

Dipinto murale sulla parete di fondo del presbiterio.

1924 - 1932 (costruzione intero bene)

A partire dal 1924 si susseguirono i progetti di ampliamento dell'antica chiesa di San Biagio, ormai troppo angusta per contenere la popolazione di Albiano, voluti dal parroco Luigi Albasini: un primo progetto fu presentato dal maestro muratore Giacomo Odorizzi di Albiano; il 31 gennaio 1927 venne proposto lo studio dell'architetto Giovanni Tiella che prevedeva il ribaltamento di 90° dell'asse della chiesa, rendendo la parte antica il transetto di quella nuova. Successivamente si decise di costruire un nuovo edificio, poco distante da quello antico: il nuovo progetto fu presentato il 25 luglio 1928 dallo studio degli architetti Pietro Marzani e Giovanni Tiella, inizialmente era stato previsto un collegamento tra le due chiese, poi non realizzato. L'esecuzione dell'opera iniziò con la realizzazione di un basamento a valle che contenesse il peso della nuova costruzione. Entro il 1932 l'edificio era concluso.

1932/08/28 - 1932/08/28 (benedizione carattere generale)

La nuova chiesa fu benedetta il 28 agosto 1932.

1935/10/23 - 1935/10/23 (consacrazione carattere generale)

La nuova chiesa fu consacrata il 23 ottobre 1935 dal vescovo coadiutore Enrico Montalbetti.

1948/09/02 - 1948/10/27 (decorazione presbiterio)

Nell'autunno del 1948 il pittore Pierangelo Stefani di Borgo ornò la parete di fondo del presbiterio con una tempera su muro.

1972/06/05 - 1972 (rifacimenti intero bene)

A partire dal 5 giugno 1972 furono eseguiti i pannelli lignei di rivestimento del soffitto delle navate ad opera della ditta FALCO, che donò l'opera alla comunità. Nello stesso anno vennero rifatti i gradini di accesso al portale maggiore, dove venne realizzata anche una bussola in alluminio anodizzato. Fu messo in opera il soffitto ligneo del presbiterio in legno a rombi concentrici; furono tinteggiate la pareti; sostituite le finestre del presbiterio; rimossa la balaustra; vennero realizzati nuovi impianti audio e di illuminazione.

2003 - 2006 (restauri intero bene)

Nel 2003 sono state consolidate le fondamenta della chiesa e sistemato il pavimento (progetto dell'ingegnere Renato Demattè). Successivamente, nel 2006, è stato impermeabilizzato il tetto con la sostituzione delle lastre di porfido (progetto dell'architetto Andrea Bonazza).

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Via Antonio Rosmini Rovere' Della Luna (Tn)

Via S. Michele Mezzocorona (Tn)

Via Di Sorari Terlago (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Trento

Via Gerola 17 38100 Trento

Viale Stazione 25 Levico Terme