Chiese in Provincia di Trento - città di : Chiesa di San Sabino

Chiesa di San Sabino
S. Sabino

TRENTO
Seregnano, Civezzano (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
La chiesa parrocchiale di San Sabino, orientata a est, rientra nell'agglomerato edilizio del castello di Seregnano. Documentata già nel XIII secolo, essa fu ricostruita nella prima metà del XVI secolo, contemporaneamente alla fabbrica del castello ed ampliata nel secolo successivo. La facciata a due spioventi, conclusa da un frontone triangolare, presenta un portale architravato con frontone triangolare spezzato, sovrastato da una finestra. Il campanile è aperto da bifore e concluso da... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa parrocchiale di San Sabino, orientata a est, rientra nell'agglomerato edilizio del castello di Seregnano. Documentata già nel XIII secolo, essa fu ricostruita nella prima metà del XVI secolo, contemporaneamente alla fabbrica del castello ed ampliata nel secolo successivo. La facciata a due spioventi, conclusa da un frontone triangolare, presenta un portale architravato con frontone triangolare spezzato, sovrastato da una finestra. Il campanile è aperto da bifore e concluso da cipolla metallica. All'interno, la navata è voltata a botte e il presbiterio, rialzato su tre gradini e concluso da un'abside poligonale, è dotato di una volta a botte riccamente decorata da stucchi e dipinti.

Preesistenze

Portale maggiore, arco santo e portale di accesso alla sacrestia appartenenti alla ricostruzione cinquecentesca.

Pianta

Pianta rettangolare ad asse maggiore longitudinale; presbiterio rettangolare concluso da abside poligonale.

Facciata

Facciata a due spioventi, rialzata rispetto al corpo dell'edificio, aperta da un portale architravato con frontone triangolare spezzato, sovrastato da una finestra circolare. Frontone triangolare coronato da un pinnacolo; apertura quadrilobata nel timpano. Zoccolo lapideo. Cantonali alternati e sfalsati in pietra calcarea. Finiture ad intonaco tinteggiato.

Prospetti

Fiancate lisce. Sacrestia addossata alla parete nord. Cantonali alternati e sfalsati in pietra calcarea. Finiture ad intonaco tinteggiato.

Campanile

Struttura a pianta quadrata, posta a nord; fusto in muratura intonacata con cantonali alternati e sfalsati in pietra calcarea; cella campanaria aperta da bifore; tamburo ottagonale in muratura intonacata con aperture circolari; copertura a cipolla rivestita in lamiera metallica.

Struttura

Strutture portanti verticali: muratura in pietrame intonacata. Strutture di orizzontamento: volta a botte sopra la navata con unghie sul lato destro; volta a botte sul presbiterio; volta a vele sull'abside.

Coperture

Tetto della navata a doppia falda; tetto a più falde su presbiterio e abside. Manto di copertura in lastre di porfido.

Interni

Navata unica con pareti segnate da cornicione marcapiano e illuminata da due finestre ogivali sul lato destro. Arco santo a tutto sesto sostenuto da pilastri con capitelli compositi e recante stemma dei Guarienti in chiave. Presbiterio rialzato su tre gradini e caratterizzato dal portale di accesso alla sacrestia sul lato sinistro. Abside con due finestre ogivali. Finiture ad intonaco tinteggiato.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento della navata a lastre di pietra calcarea. Pavimento del presbiterio e dell'abside a quadrotte di pietra calcarea bianca e rossa, a corsi diagonali.

Elementi decorativi

Stucchi e dipinti sulla volta del presbiterio e stucchi sulla volta dell'abside.

1244/06/02 - 1244/06/02 (menzione carattere generale )

Una primitiva chiesa dedicata a San Sabino è menzionata in un documento del 2 giugno 1244.

XVI - XVI (costruzione intero bene)

Un nuovo edificio sacro fu costruito, sul luogo della primitiva chiesa, nella prima metà del XVI secolo, contemporaneamente alla fabbrica del castello.

1535/04/12 - 1535/04/12 (erezione a beneficio semplice carattere generale)

La chiesa fu eretta a beneficio semplice il 12 aprile 1535.

1609/07/22 - 1609/07/22 (ampliamento intero bene)

Il vescovo Carlo Gaudenzio Madruzzo, in un documento datato 22 luglio 1609, approvò la richiesta dei fratelli Simone e Giovanni Battista, figli di Girolamo Guarienti, di riedificare la chiesa di San Sabino. A partire dal 1609 la chiesa cinquecentesca venne pertanto fortemente ampliata o riedificata con l'impiego di pezzi di recupero.

1670 - 1670 (consacrazione carattere generale)

La nuova chiesa fu consacrata nel 1670.

1670 - XVIII (decorazione presbiterio e abside)

La volta del presbiterio e dell'abside venne decorata da stucchi e dipinti tra i secoli XVII e XVIII.

1817/08/16 - 1817/08/16 (erezione a beneficio curaziale carattere generale)

La chiesa fu eretta a beneficio curaziale il 16 agosto 1817.

1837 - 1837 (concessione del fonte battesimale carattere generale)

La concessione del fonte battesimale risale al 1837.

1842 - 1842 (rimaneggiamenti intero bene )

Nel 1842 sono documentati rimaneggiamenti, non meglio specificati, all'edificio: in tale occasione fu probabilmente sopraelevato il campanile.

1895/08/01 - 1895/08/01 (erezione a espositura carattere generale)

La chiesa fu eretta a espositura della pieve di Civezzano il primo agosto 1895.

1980 - 1980 (restauro intero bene)

L'ultimo restauro risale al 1980.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Via Xxiv Maggio Borgo Valsugana (Tn)

Viale Tomasoni 1 Ala (Tn)

Via Di Sorari Terlago (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Via Fiamme Gialle, 76 38037 Predazzo

Via Pola 6 Riva Del Garda

Snc, Borgo Valsugana Snc Strigno