Chiese in Provincia di Trento - città di : Chiesa di San Zeno

Chiesa di San Zeno
San Zenone S. Zeno

TRENTO
Cologna, Tenno (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
La chiesa sorge al centro del paese, lungo la strada che conduce al lago di Tenno, al centro di un ampio spiazzo che si affaccia sul lago di Garda. Nominata per la prima volta nel 1264, fu ampliata nel corso del XVII e XVIII secolo. La facciata a due spioventi ingloba il campanile ed è preceduta da un portico aperto da tre arcate a tutto sesto. L'interno presenta tre navate, di cui quella centrale conclusa da un presbiterio rettangolare sopraelevato su alcuni gradini, con abside. In... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa sorge al centro del paese, lungo la strada che conduce al lago di Tenno, al centro di un ampio spiazzo che si affaccia sul lago di Garda. Nominata per la prima volta nel 1264, fu ampliata nel corso del XVII e XVIII secolo. La facciata a due spioventi ingloba il campanile ed è preceduta da un portico aperto da tre arcate a tutto sesto. L'interno presenta tre navate, di cui quella centrale conclusa da un presbiterio rettangolare sopraelevato su alcuni gradini, con abside. In corrispondenza delle navate laterali sono visibili affreschi quattrocenteschi.

Preesistenze

Elementi architettonici della chiesa duecentesca: parte del fusto del campanile; finestrelle rettangolari cieche sulla facciata.

Pianta

Pianta rettangolare ad asse maggiore longitudinale, a tre navate, con presbiterio rettangolare ed abside semicircolare.

Facciata

Facciata a due spioventi con portale architravato e due finestre lunettate laterali; al centro volume in aggetto del fusto del campanile; portico a tre spioventi sostenuto da tre arcate a tutto sesto.

Prospetti

Fiancate lisce unite alla struttura del presbiterio più elevato in altezza e profilato da un cornicione dentellato.

Campanile

Struttura su basamento quadrangolare con fusto in muratura; quadrante di orologio posto sul lato orientale; una cornice marcapiano separa la cella campanaria aperta da quattro bifore; cupolino con copertura di lamiera, poggiante su tamburo ottagonale.

Struttura

Strutture portanti verticali: muratura di pietrame con intonaco all'esterno e all'interno; strutture di orizzontamento: volte a crociera nelle navate; volta a botte unghiata nel presbiterio preceduta e seguita da una volta a botte; catino absidale. Tiranti in ferro nelle navate e nel presbiterio.

Coperture

Tetto a doppia falda ricoperto da coppi in laterizio, che si ritrovano sul tetto del pronao e dell'abside.

Interni

Tre navate separate da arcate a tutto sesto poggianti su pilastri e semipilastri; ciascuna navata è suddivisa in due campate da arcate trasversali a tutto sesto: sulle seconde si aprono due finestre lunettate. Presbiterio preceduto da arco santo, sopraelevato su alcuni gradini, scandito da paraste dipinte a finto marmo coronate da capitelli compositi modellati in stucco, raccordate da un cornicione dentellato, corrente lungo l'intero perimetro. Due finestre a centina rientrante si aprono sulle pareti perimetrali.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento in mattonelle in cotto disposte a corsi diagonali (di recente realizzazione quelle dell'abside).

Elementi decorativi

Dipinti ad affresco sulle pareti delle navate laterali; motivi decorativi in stucco sullo volte del presbiterio.

1264 - 1264 (menzione carattere generale)

La chiesa è citata per la prima volta in una pergamena del 1264.

XIV - XIV (decorazione campanile)

All'inizio del XIV secolo fu realizzato l'affresco del campanile, attribuibile alla cerchia di Neri e Giuliano da Rimini.

XV - XV (decorazione intero bene)

In momenti diversi la chiesa quattrocentesca fu ornata da affreschi, attualmente visibili nella navata destra e in quella sinistra: nella prima metà del XV secolo da artisti tirolesi; alla fine del secolo da una bottega veronese.

1530 - 1530 (erezione a cappellania carattere generale)

La chiesa fu eretta a cappellania nel 1530.

1544/11/15 - 1544/11/15 (decorazione presbiterio)

Un documento datato 15 novembre 1544 testimonia l'esecuzione da parte di Simone Baschenis di alcuni affreschi nel presbiterio, successivamente perduti.

1616 - 1616 (volte navata sinistra)

Nel 1616 le volte della navata sinistra furono probabilmente ricostruite, come sembra testimoniare la data incisa su una chiave di volta.

1749 - 1749 (erezione a curazia carattere generale)

La chiesa fu eretta a curazia nel 1749.

1750 - 1750 (ampliamento intero bene)

Nel 1750 sono documentati lavori di ampliamento, non ancora ultimati.

1793 - 1793 (ampliamento presbiterio)

Nel 1793 grazie ad un lascito testamentario di Domenica Bianchetti il presbiterio fu ampliato e rialzato; nella stessa occasione venne realizzata la decorazione plastica delle volte.

1906 - 1906 (sopraelevazione campanile)

Nel 1906 grazie alla donazione della famiglia Bozzoni il campanile fu sopraelevato.

1929 - 1929 (restauro intero bene)

Verso il 1929 la chiesa subì una serie di interventi di restauro: decorazione interna; chiusura della seconda porta d'ingresso della navata di destra; rimozione del pulpito.

1965 - 1970 (restauro intero bene)

Nella seconda metà degli anni sessanta del Novecento furono completamente riportati alla luce i numerosi affreschi che ornano le pareti interne ed esterne della chiesa.

1976 - 1976 (danneggiamento intero bene)

La chiesa subì ingenti danni a causa del terremoto del 1976.

1977 - 1977 (restauro intero bene)

La chiesa fu restaurata nel 1977.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Via Per Barco Levico Terme (Tn)

Viale Tomasoni 1 Ala (Tn)

Via Antonio Rosmini Rovere' Della Luna (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Via Filzi 11 Cles

Via Nazionale 72 Pellizzano

Via Postal 29 38010 Trento