Chiese in Provincia di Trento - città di : Chiesa dei Santi Fabiano e Sebastiano

Chiesa dei Santi Fabiano e Sebastiano

TRENTO
Celledizzo, Peio (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
La chiesa parrocchiale dei Santi Fabiano e Sebastiano sorge a Celledizzo con orientamento a sud-est. Di antiche origini, venne ricostruita verso la fine del XV secolo ed ampliata nei secoli successivi. La semplice facciata a due spioventi presenta un portale architravato sovrastato da una finestra circolare. Il campanile a torre, isolato dal corpo dell'edificio, risale al 1894. Internamente, la navata, suddivisa in tre campate e il presbiterio, rialzato su due gradini e concluso da un'abside... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa parrocchiale dei Santi Fabiano e Sebastiano sorge a Celledizzo con orientamento a sud-est. Di antiche origini, venne ricostruita verso la fine del XV secolo ed ampliata nei secoli successivi. La semplice facciata a due spioventi presenta un portale architravato sovrastato da una finestra circolare. Il campanile a torre, isolato dal corpo dell'edificio, risale al 1894. Internamente, la navata, suddivisa in tre campate e il presbiterio, rialzato su due gradini e concluso da un'abside poligonale, sono coperti da volte reticolate.

Pianta

Pianta rettangolare ad asse maggiore longitudinale; presbiterio rettangolare concluso da abside poligonale.

Facciata

Facciata a due spioventi aperta da un portale architravato in granito, sovrastato da una finestra circolare in granito. Finiture ad intonaco tinteggiato.

Prospetti

Fiancate caratterizzate dai corpi sporgenti della vecchia sacrestia, adibita a centrale termica, e del deposito (a nord-est) e della sacrestia nuova (a sud-ovest). Fiancata sud-ovest aperta da ingresso laterale e caratterizzata da un'edicola lapidea (opera di maestranze lombarde della fine del XV secolo). Finiture ad intonaco tinteggiato.

Campanile

Struttura a pianta quadrata, isolata e posta a sud-est; scarpa ad intonaco rustico; fusto in muratura intonacata scandito da cornicioni; cella campanaria aperta da monofore; copertura piramidale in lamiera metallica sovrastata da pinnacoli.

Struttura

Strutture portanti verticali: muratura in pietrame intonacata. Strutture di orizzontamento: volte reticolate. Presenza di tiranti in ferro nella navata.

Coperture

Tetto a doppia falda sulla navata; tetto a più falde su presbiterio e abside. Manto di copertura in scandole lignee.

Interni

Navata unica suddivisa in tre campate da pilastri con capitelli rudentati, oltre i quali si generano le volte: le prime due campate sono aperte sul lato destro da finestre ogivali; la seconda campata a sinistra e la terza campata su entrambi i lati presentano arcate a tutto sesto, incassi per gli altari laterali; la seconda e la terza campata (corrispondente al presbiterio originale) sono separate da un'arcata a sesto ribassato. Presbiterio preceduto da arco santo a tutto sesto, rialzato su due gradini e caratterizzato da due portali laterali. Abside illuminata da due finestre ogivali e da una finestra circolare. Zoccolo perimetrale lapideo e finiture a intonaco tinteggiato.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento a mattonelle in pietra.

Elementi decorativi

Decorazione a tempera nella terza campata e nella zona presbiteriale.

1319/07/22 - 1319/07/22 (menzione carattere generale)

Un documento datato 22 luglio 1319, nel quale viene nominato il presbitero di Celledizzo, attesta l'esistenza di una primitiva chiesa a Celledizzo.

XV - XV (ricostruzione intero bene)

La primitiva chiesa venne ricostruita verso la fine del XV secolo.

1409/11/22 - 1409/11/22 (erezione a curazia carattere generale)

La chiesa venne eretta a curazia della pieve di Malé il 22 novembre 1409.

1497 - 1497 (consacrazione carattere generale)

La nuova chiesa venne consacrata nel 1497.

1497 - 1506/07/18 (decorazione intero bene )

A seguito della riedificazione, la chiesa venne affrescata entro il 18 luglio 1506, data che compare su un frammento di affresco nella terza campata della navata a destra.

1617 - 1621 (ampliamento intero bene)

Nella visita pastorale del 1617 venne ordinato l'ampliamento della navata. I lavori furono realizzati tra il 1619 e il 1621 (data che compare su una chiave di volta della navata) e riguardarono l'ampliamento sia della navata che del presbiterio.

1806 - 1806 (ampliamento intero bene )

Nel 1806 la chiesa venne ulteriormente ampliata con l'ingrandimento del presbiterio e la costruzione di una nuova sacrestia.

1893 - 1894 (costruzione campanile )

Nel 1893 fu demolito il vecchio campanile e nel 1894 venne costruito quello nuovo, su progetto dell'ingegnere Giuliano Podetti.

1914 - 1914 (decorazione presbiterio)

La zona presbiteriale fu decorata da Pietro Stefano Salvetti nel 1914.

1919/05/09 - 1919/05/09 (erezione a parrocchia carattere generale)

La chiesa venne eretta a parrocchia il 9 maggio 1919.

1937 - 1954 (restauro intero bene )

Al tempo del rettorato di don Giovanni Panizza (1937-1954), la chiesa fu oggetto di diversi lavori (rinnovo dell'altare maggiore, installazione delle vetrate, realizzazione dello zoccolo perimetrale e restauro del campanile).

1955 - 1964 (restauro intero bene )

Sotto don Beniamino Molinari (1955-1964), la chiesa fu oggetto di ulteriori lavori (rifacimento della pavimentazione, ripristino della finestra circolare della facciata e rinnovo dell'impianto di illuminazione).

1974 - 1974 (restauro intero bene)

La chiesa venne nuovamente restaurata nel 1974: in tale occasione fu scoperto il frammento di affresco datato 1506.

1976 - 1976 (danneggiamento intero bene)

La chiesa fu danneggiata nel 1976 dal terremoto.

1981 - 1981 (restauro intero bene)

A seguito del terremoto la chiesa fu nuovamente restaurata nel 1981.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Via Xxiv Maggio Borgo Valsugana (Tn)

Viale Tomasoni 1 Ala (Tn)

Via Antonio Rosmini Rovere' Della Luna (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Via Nazionale 72 Pellizzano

Via Fiamme Gialle, 76 38037 Predazzo

Via Roma 32 Dro