Chiese in Provincia di Trento - città di : Chiesa di Santa Maria Lauretana

Chiesa di Santa Maria Lauretana
Beata Vergine lauretana S. TOMMASO da Cant. vescovo e martire Santa Maria di Loreto s. Maria Lauretana

TRENTO
Castel Madruzzo, Lasino (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
La chiesa di Santa Maria Lauetana fu voluta nel 1645 da Carlo Emanuele Madruzzo; è orientata a est e sorge all'inizio del paese di Castel Madruzzo, ai piedi del castello omonimo. La facciata a salienti è aperta da un portale architravato con lunetta ed affiancata da un campanile in pietra con copertura a cipolla. L'interno si presenta come "una chiesa nella chiesa": uno stretto corridoio, dove si aprono due cappelle laterali, corre intorno ad un'aula rettangolare, che ripropone fedelmente... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di Santa Maria Lauetana fu voluta nel 1645 da Carlo Emanuele Madruzzo; è orientata a est e sorge all'inizio del paese di Castel Madruzzo, ai piedi del castello omonimo. La facciata a salienti è aperta da un portale architravato con lunetta ed affiancata da un campanile in pietra con copertura a cipolla. L'interno si presenta come "una chiesa nella chiesa": uno stretto corridoio, dove si aprono due cappelle laterali, corre intorno ad un'aula rettangolare, che ripropone fedelmente l'architettura e la decorazione interna della Santa Casa di Loreto.

Pianta

Pianta rettangolare ad asse maggiore longitudinale.

Facciata

Facciata a salienti, tripartita orizzontalmente da fasce e segnata da conci angolari. Al centro si apre un portale architravato con lunetta, sovrastato da una croce. Finiture ad intonaco.

Prospetti

Fiancate caratterizzate dal volume delle cappelle laterali. Finiture ad intonaco tinteggiato.

Campanile

Struttura a pianta quadrata, posto a nord della facciata; fusto in muratura di pietra a vista, tripartito da cornici; doppia cella campanaria: la prima aperta da monofore e sovrastata da pinnacoli angolari; la seconda ottagonale con aperture mistilinee; cupolino lapideo a cipolla.

Struttura

Strutture portanti verticali: muratura in pietrame intonacata. Strutture di orizzontamento: volta a botte sopra l'aula; due volta a crociera sulle cappelle laterali; piccole volte a crociera disposte lungo il peribolo e nei quattro angoli dello stesso.

Coperture

Tetto della chiesa a doppia falda e tetto delle cappelle a padiglione, ricoperti da coppi in laterizio.

Interni

Aula rettangolare, segnata da cornicione marcapiano perimetrale e conclusa dalla zona presbiteriale, rialzata su due gradini; sulla controfacciata si apre una finestrella rettangolare chiusa da grata e sulle pareti laterali due portali, che immettono al peribolo, uno stretto corridoio rettangolare che incornicia l'aula: nell'angolo sud-ovest si situa una nicchia con il fonte battesimale illuminata da una finestrella rettangolare; il braccio est è caratterizzato da tre finestrelle rettangolari chiuse da grate; lungo i bracci nord e sud si aprono due cappelle laterali speculari, rialzate su un gradino, segnate da un cornicione marcapiano e caratterizzate da finestre rettangolari e lunettate. Finiture ad intonaco tinteggiato.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento dell'aula a mattonelle di pietra, a corsi obliqui. Pavimento del peribolo a mattonelle ortogonali e lastre di pietra.

Elementi decorativi

Pareti dell'aula decorate ad affresco. Cornici di stucco lungo la parete interna del peribolo. Volte delle cappelle decorate a tempera.

1537 - 1537 (preesistenze intorno)

La primitiva chiesetta di Castel Madruzzo, nominata nel 1537, era dedicata a San Tommaso di Canterbury (fu demolita intorno al 1700).

1645 - 1650 (costruzione intero bene)

La chiesa venne edificata, in altro luogo e in sostituzione della precedente, a partire dal 1645 per volere di Carlo Emanuele Madruzzo, riproponendo fedelmente l'architettura e la decorazione interna della Santa Casa di Loreto. Il portale reca la data 1650, indicativa della fine dei lavori.

1738 - 1738 (erezione a espositura carattere generale)

La chiesa fu eretta a espositura della pieve di Calavino nel 1738.

1749 - 1749 (sopraelevazione campanile)

La parte terminale del campanile risale al 1749, data incisa sulla cupola.

1751 - 1751 (decorazione peribolo)

Le cornici della Via Crucis in stucco, situate nel peribolo, risalgono al 1751.

1906 - 1906 (decorazione peribolo)

Il peribolo e le volte delle cappelle furono decorati dal pittore Giuseppe Tasca nel 1906.

1980 - 1980 (restauro intero bene )

La chiesa fu restaurata nel 1980.

2012 - 2012 (restauro intero bene)

E' in corso un restauro complessivo dell'edificio.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Via Di Sorari Terlago (Tn)

Via Antonio Rosmini Rovere' Della Luna (Tn)

Via Roma Vigolo Vattaro (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Via Trento 51/A/B 38023 Cles

Via Cere' 14 Avio

15 Via Trento 38027 Male'