Chiese in Provincia di Trento - città di : Chiesa di Santo Stefano Protomartire

Chiesa di Santo Stefano Protomartire
S. Stefano protom.

TRENTO
Ragoli (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
La chiesa di Santo Stefano Cerna, sorge in posizione isolata al limitare del bosco con orientamento a nord. Il semplice edificio venne eretto tra il 1876 e il 1878 in sostituzione di una precedente chiesetta settecentesca distrutta da un incendio nel 1854. La facciata a due spioventi è percorsa in basso da un'alta zoccolatura a intonaco grezzo, interrotta al centro dal portale in granito grigio e dalle aperture delle due finestre quadrangolari che lo affiancano. Oltre la finestra lunettata... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di Santo Stefano Cerna, sorge in posizione isolata al limitare del bosco con orientamento a nord. Il semplice edificio venne eretto tra il 1876 e il 1878 in sostituzione di una precedente chiesetta settecentesca distrutta da un incendio nel 1854. La facciata a due spioventi è percorsa in basso da un'alta zoccolatura a intonaco grezzo, interrotta al centro dal portale in granito grigio e dalle aperture delle due finestre quadrangolari che lo affiancano. Oltre la finestra lunettata centrale si sviluppa un frontone triangolare disegnato dagli spioventi del tetto e profilato da cornici modanate. Le fiancate, lisce, recano ciascuna una finestra lunettata. L'interno si sviluppa a navata unica, con pareti lisce e volta a botte unghiata. L'area presbiteriale, rialzata su tre gradini, è messa in evidenza da due coppie di lesene intonacate e si conclude in un'abside semicircolare. Un cornicione marcapiano modanato percorre le pareti laterali della navata e del presbiterio.

Pianta

Pianta rettangolare ad asse maggiore longitudinale; presbiterio rettangolare, concluso da abside semicircolare.

Facciata

Facciata a due spioventi, caratterizzata da un'alta zoccolatura a intonaco rustico, al centro della quale si apre il portale trilitico in granito grigio. Ai lati del portale si dispongono due finestre quadrangolari chiuse da inferriate, mentre in alto si apre una finestra semicircolare. Alla sommità si pone un frontone triangolare, disegnato dagli spioventi del tetto fortemente eminenti e profilato da cornici in stucco modanato. Nel timpano si trova una finestra di forma irregolare.

Prospetti

Fiancate laterali lisce, ciascuna recante una finestra lunettata.

Struttura

Strutture portanti verticali: murature in pietrame, finite a intonaco (tinteggiato internamente e sulla facciata). Strutture di orizzontamento: volta a botte unghiata sulla navata e a botte semplice sul presbiterio; catino absidale unghiato.

Coperture

Tetto a doppia falda con struttura in legno e manto di copertura in tegole in laterizio. Un campaniletto in legno con tetto a quattro falde si erge sul colmo del tetto, in corrispondenza della facciata.

Interni

Navata unica con pareti lisce. Presbiterio rialzato su tre gradini, caratterizzato dalla presenza di due coppie di lesene intonacate, raccordate da un cornicione marcapiano modanato, interrotto in corrispondenza dell'abside, ma che prosegue lungo le pareti delle navate.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento in mattonelle di ceramica, comune alla navata e al presbiterio.

1724 - 1854 (preesistenze intorno)

La prima chiesetta di Santo Stefano a Cerana fu costruita nel 1724 presso il maso della famiglia Giacomini, poco distante dal luogo in cui sorge l'attuale tempio, e rimase in uso fino al 1854, quando fu completamente distrutta da un incendio.

1876 - 1878 (costruzione intero bene)

L'abitato di Cerana sprovvisto di un proprio luogo di culto fino al 1876, quando don Patrizio Giacomini si fece promotore della costruzione dell'attuale chiesa Santo Stefano. Dal momento che il fondo su cui sorgeva l'antico sacello era stato venduto, la nuova chiesa venne costruita su un terreno poco distante. I lavori, finanziati da offerte private dei possidenti di Cerana e dei Comuni di Ragoli e Montagne, furono ultimati entro la primavera del 1878.

1878/08/03 - 1878/08/03 (benedizione carattere generale)

La cappella fu benedetta il 3 agosto 1878.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Via Xxiv Maggio Borgo Valsugana (Tn)

Piazza San Vito Andalo (Tn)

Viale Tomasoni 1 Ala (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Via C? Rossa 36 Storo

Via Fiamme Gialle 76 38037 Predazzo