Chiese in Provincia di Trento - città di : Chiesa di Santo Stefano

Chiesa di Santo Stefano
Chiesa dei Santi Stefano e Lorenzo S. Stefano

TRENTO
via Piazzo - Bezzecca, Ledro (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
La chiesa, orientata a nord, è situata al centro del paese e sopraelevata da una scalinata in granito. La facciata, delimitata da due larghe fasce e conclusa da un coronamento inflesso, è caratterizzata da un avancorpo a tempio classico tetrastilo. Ad ovest si innesta il campanile. Internamente, la navata, suddivisa in tre campate con cappelle laterali, è coperta da volte a botte e il presbiterio, rialzato su tre gradini, è voltato a vela e decorato da dipinti. Pianta Pianta rettangolare ad... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa, orientata a nord, è situata al centro del paese e sopraelevata da una scalinata in granito. La facciata, delimitata da due larghe fasce e conclusa da un coronamento inflesso, è caratterizzata da un avancorpo a tempio classico tetrastilo. Ad ovest si innesta il campanile. Internamente, la navata, suddivisa in tre campate con cappelle laterali, è coperta da volte a botte e il presbiterio, rialzato su tre gradini, è voltato a vela e decorato da dipinti.

Pianta

Pianta rettangolare ad asse maggiore longitudinale; presbiterio rettangolare; abside semicircolare.

Facciata

Facciata delimitata da due larghe fasce sorreggenti un attico, sovrastato da un coronamento inflesso con pinnacolo sommitale tra vasi fiammati laterali; avancorpo a tempio classico tetrastilo con due paraste e due colonne tuscaniche sorreggenti frontone triangolare. Zoccolo in granito e finiture ad intonaco tinteggiato.

Prospetti

Fiancate scandite da lesene e aperte da portali laterali architravati. Fiancata est caratterizzata dal corpo sporgente della sacrestia. Zoccolo in granito e finiture ad intonaco tinteggiato.

Campanile

Struttura a pianta quadrata, addossata alla fiancata ovest; fusto in muratura di pietra intonacata con quadrante di orologio alla sommità; cella campanaria con profili angolari smussati, aperta da monofore; copertura in lamiera metallica.

Struttura

Strutture portanti verticali: muratura in pietrame intonacata. Strutture di orizzontamento: volta a botte in corrispondenza dell'ingresso; tre volte a botte sulle campate; volta a vela sul presbiterio; catino absidale.

Coperture

Tetti della navata e del presbiterio (il secondo ribassato e ristretto rispetto al primo) a doppia falda, ricoperti da coppi in laterizio.

Interni

Navata unica suddivisa, mediante grossi pilastri reggenti archi a tutto sesto, in tre campate, dove si aprono tre cappelle per lato speculari, poco profonde e aperte da finestre lunettate. Presbiterio preceduto da arco santo, rialzato su tre gradini con due portali laterali e una finestra lunettata sulla parete destra. Abside aperta da due finestre centinate. Zoccolo perimetrale in muratura dipinta a finto marmo nella navata. Cornicione marcapiano corrente lungo l'intera struttura. Finiture ad intonaco tinteggiato.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento della navata a lastre di pietra. Pavimento del presbiterio a quadrotte di pietra calcarea bianca e rossa, a corsi diagonali. Pavimento dell'abside ad assi di legno.

Elementi decorativi

Decorazione a tempera sulla volta della navata e sulle pareti e le volte del presbiterio e dell'abside.

1857 - 1859 (costruzione intero bene)

La chiesa, sorta sul luogo di una chiesetta dedicata a San Sebastiano, venne edificata per sostituire nelle funzioni l'antica curaziale dei Santi Stefano e Lorenzo sul colle. I lavori iniziarono nel gennaio del 1857 e terminarono nel 1859.

1859 - 1859 (consacrazione carattere generale)

La chiesa fu consacrata nel 1859.

1866 - 1866 (danneggiamento intero bene)

L'edificio venne profanato e danneggiato nel 1866, durante la battaglia garibaldina, e fu adattato a caserma militare.

1867/08/23 - 1867/08/23 (consacrazione carattere generale)

Il 23 agosto 1867 la chiesa venne riconsacrata dal vescovo Benedetto Riccabona.

1891 - 1892 (decorazione presbiterio)

La chiesa fu decorata nella zona presbiteriale da Luigi Spreafico nel 1891-1892.

1915 - 1918 (danneggiamento intero bene)

La chiesa fu danneggiata durante la prima guerra mondiale, in particolare subirono gravi danni il tetto e l'intonaco esterno.

1953 - 1953 (decorazione navata)

Giuseppe Mozzoni decorò la chiesa nel 1953 con l'aiuto del pittore locale Emilio Bondoni.

1954/05/23 - 1954/05/23 (erezione a parrocchia carattere generale)

Il 23 maggio del 1954 la chiesa, in precedenza dipendente dalla pieve di Ledro, fu eretta a parrocchia.

1982 - 1982 (restauro intero bene)

La chiesa venne tinteggiata nel 1982.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Via Roma Vigolo Vattaro (Tn)

Viale Tomasoni 1 Ala (Tn)

Piazza San Vito Andalo (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Localita' Podera 3 38033 Cavalese

Snc, Borgo Valsugana Snc Strigno