Chiese in Provincia di Trento - città di : Cappella di San Pietro in Vincoli

Cappella di San Pietro in Vincoli
S. Pietro in Vincoli

TRENTO
strada dei Baiti - Levico Terme (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: cappella
Orientata ad ovest, la cappella ottagonale di San Pietro in Vincoli fu eretta nel 1883 in località Prati di Monte, sopra Levico, a 1300 metri s.l.m., perché fosse a servizio degli abitati stagionali dei masi (i “baiti”), che nei mesi estivi si occupavano della fienagione. Il prospetto principale, con accesso architravato marcato dalla profilatura dell’intonaco e protetto da un cancello in ferro battuto, è preceduto da un semplice portico con tettuccio a due spioventi, poggiante su due... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

Orientata ad ovest, la cappella ottagonale di San Pietro in Vincoli fu eretta nel 1883 in località Prati di Monte, sopra Levico, a 1300 metri s.l.m., perché fosse a servizio degli abitati stagionali dei masi (i “baiti”), che nei mesi estivi si occupavano della fienagione. Il prospetto principale, con accesso architravato marcato dalla profilatura dell’intonaco e protetto da un cancello in ferro battuto, è preceduto da un semplice portico con tettuccio a due spioventi, poggiante su due pilastri lignei, realizzato nel 1950, come il castelletto che sostiene la campana, sul colmo del tetto; gli altri sette prospetti sono simili a quello anteriore, ciechi a parte sui lati nord e sud, dove si aprono finestre a lunetta. All’interno l’aula unica, con quota pavimentale costante, è dotata di un semplice altare ligneo sul lato ovest e ornata da dipinti murali con Storie della vita di San Pietro, opera di Giampaolo Borgogno, su quattro degli otto spicchi della volta.

Pianta

Aula a pianta ottagonale, preceduta sul fronte d’ingresso da un piccolo portico a pianta rettangolare.

Prospetti

Facciata dal profilo rettangolare, con accesso architravato marcato dalla profilatura dell’intonaco e protetto da un cancello in ferro battuto; lo precede un semplice portico con tettuccio a due spioventi, poggiante su due pilastri lignei e sostenuto da una capriata. Gli altri sette prospetti dell’aula sono simili a quello anteriore, ciechi a parte sui lati nord e sud, dove si aprono finestre a lunetta; finiture a intonaco tinteggiato.

Struttura

Strutture portanti verticali: muratura in pietrame; strutture di orizzontamento: aula coperta da volta a otto spicchi.

Coperture

Copertura a otto falde con struttura in legno e manto in lamiera metallica, anche sopra il portico a due spioventi e sul tettuccio piramidale a quattro spioventi che protegge il castelletto in ferro per la campana, al centro del tetto.

Interni

Aula unica ottagonale, con quota pavimentale costante, dotata di un semplice altare ligneo sul lato ovest; la corda per azionare la campana scende da un foro della volta. Finiture a intonaco tinteggiato, ove non vi siano dipinti murali.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento in legno.

Elementi decorativi

Quattro Storie di San Pietro di Giampaolo Borgogno ornano la volta.

1883 - 1883 (costruzione intero bene)

Come si evince dall’iscrizione dipinta sopra la porta d’ingresso, la cappella fu eretta nel 1883; promotore della costruzione fu don Francesco Acler da Levico, che la volle a servizio degli abitati stagionali dei masi (i “baiti”), che nei mesi estivi si occupavano della fienagione dei prati della zona. La famiglia del sacerdote donò il dipinto che fungeva da pala, opera di Giovanni Battista Chiocchetti, oggi custodito a Levico in casa canonica.

1883/08/08 - 1883/08/08 (benedizione carattere generale)

Il piccolo edificio venne benedetto da monsignor Domenico Caproni l’8 agosto dello stesso anno e dedicato a San Pietro in Vincoli.

1900 - 1950 (abbandono intero bene)

Nella prima metà del Novecento la cappella visse diversi anni di abbandono.

1950 - 1950 (ristrutturazione intero bene)

Fu un altro sacerdote levicense, don Luigi Pacher, a farsi carico della ristrutturazione dell’edificio, dotato della porta a due battenti, del tettuccio a protezione dell’ingresso e della struttura per la campana sul colmo del tetto. All’interno venne posto un nuovo altare in legno di larice.

1965 - 1965 (proprietà intero bene)

La proprietà della cappella passò a privati, quindi, nel 1965, alla Parrocchia del Santissimo Redentore di Levico, con l’onere della celebrazione di una messa nelle domeniche e feste dell’estate.

1991 - 1994 (decorazione volta)

Tra il 1991 e il 1994 la volta fu ornata da dipinti murali con Storie di San Pietro, opera di Giampaolo Borgogno. Probabilmente nello stesso periodo le pareti vennero ritinteggiate.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Via S. Michele Mezzocorona (Tn)

Via Alfieri Trento (Tn)

Via Per Barco Levico Terme (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Via Trento 51/A/B 38023 Cles

Via G.Prati 14 38077 Trento

Viale Stazione 25 Levico Terme