Chiese in Provincia di Trento - città di : Chiesa della Madonna del Carmine

Chiesa della Madonna del Carmine
MADONNA DEL CARMELO

TRENTO
strada provinciale 22 - Corné, Brentonico (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
La chiesa parrocchiale di Cornè, orientata verso ovest, venne eretta tra il 1903 ed il 1904 per ovviare alle esigenze di culto della comunità locale, divenuta troppo numerosa per seguire le funzioni nella più antica e adiacente chiesa di San Matteo. La facciata a spioventi, movimentata da una cornice con archetti pensili, presenta un rosone centrale, un piccolo oculo sovrastante con cornice trilobata ed un avancorpo cuspidato a lieve aggetto che incornicia il portone marmoreo architravato... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa parrocchiale di Cornè, orientata verso ovest, venne eretta tra il 1903 ed il 1904 per ovviare alle esigenze di culto della comunità locale, divenuta troppo numerosa per seguire le funzioni nella più antica e adiacente chiesa di San Matteo. La facciata a spioventi, movimentata da una cornice con archetti pensili, presenta un rosone centrale, un piccolo oculo sovrastante con cornice trilobata ed un avancorpo cuspidato a lieve aggetto che incornicia il portone marmoreo architravato elevato da tre gradini. Le fiancate sono ritmate da quattro contrafforti e recano ciascuna un ingresso laterale sormontato da finestra rettangolare, tre oculi, una cappella emergente semicircolare e un corpo aggiunto presso il presbiterio, quest'ultimo più sviluppato sul fianco sinistro. Sul prospetto esterno di fondo si profila l'abside semicircolare ritmata da finestre centinate e lesene lisce. Sul lato sinistro si eleva il campanile quadrangolare a fusto rivestito raso sasso, cella campanaria con ordine di bifore a tutto sesto, copertura metallica piramidale a ripidi spioventi. L'interno è a navata unica, diviso in tre campate da pilastri che reggono grandi arcate e coperto da volta a botte unghiata. In controfacciata si apre una nicchia per il fonte battesimale storico a sinistra ed una a destra intesa come vano scala per la cantoria sovrastante, a profilo curvilineo sorretta da due colonne ad alto basamento. In corrispondenza della seconda campata si aprono gli ingressi laterali speculari, seguiti, nella terza campata dalle alte nicchie centinate delimitate da pilastri che ospitano gli altari laterali. L'arco santo a tutto sesto introduce al presbiterio elevato da tre gradini e coperto da volta a schifo figurata. L'abside è preceduta da ulteriore arco e presenta catino absidale figurato e alzato ritmato da semicolonne. Le volte e le pareti sono ornate da decorazioni pittoriche a trompe l'oeil e figurate attribuite a Giosuè Rota.

Pianta

Navata a pianta rettangolare ad asse maggiore longitudinale, con due cappelle speculari a pianta semicircolare emergenti; presbiterio a pianta rettangolare ad asse maggiore longitudinale, con corpi emergenti su entrambi i lati a pianta quadrangolare; abside a pianta semicircolare.

Facciata

La facciata è a spioventi profilati da cornice ad archetti pensili in intonaco. Su tutta la facciata corre uno zoccolo rifinito a intonaco rustico tinteggiato. L'ingresso maggiore, elevato da tre gradini in pietra, presenta un portale marmoreo architravato, incorniciato da un avancorpo, centinato verso il portale e cuspidato, lievemente aggettante. All'altezza dei piedritti dell'avancorpo si profila un elemento di lattoneria, che ne segue il profilo cuspidato per poi giungere orizzontalmente alle estremità della facciata. Un grande rosone strombato verso l'esterno occupa la parte centrale della facciata, sovrastato da un piccolo oculo con cornice trilobata. Le finiture sono in pietra a vista e intonaco tinteggiato.

Prospetti

Prospetto nord: la fiancata della navata è scandita dalla presenza di quattro contrafforti a profilo quadrangolare che riprendono la suddivisione interna delle campate. In corrispondenza della prima v'è un oculo, alla campata centrale corrisponde un ingresso laterale sormontato da finestra rettangolare centinata, presso la terza campata è presente un oculo omologo a quello della prima campata ed il profilo di una cappella semicircolare, oltre la quale si apre, arretrato, l'alzato del presbiterio, anch'esso forato da oculo alla medesima altezza dei precedenti e concluso da un quinto contrafforte. Davanti al presbiterio si impone il corpo della sacrestia minore, illuminata da due finestre rettangolari. Lo zoccolo dalla facciata prosegue sulle fiancate. Prospetto sud: speculare a quello opposto, eccetto per la presenza del campanile e della sacrestia maggiore che lo raccorda alla chiesa, illuminata da finestra lunettata inferriata. Prospetto ovest: si profila il catino absidale, ritmat

1903 - 1904 (costruzione intero bene)

L'edificio viene costruito a inizio XX secolo, a causa delle dimensioni divenute inadeguate della più antica chiesa di San Matteo per l'incremento demografico del paese di Cornè; la prima pietra posta venne benedetta da don Giuseppe M. Chini: la fabbrica è posta a poca distanza dalla chiesa di San Matteo.

1905 - 1905 (consacrazione carattere generale)

L'edificio viene consacrato il 24 settembre 1905, come ricorda l'epigrafe a destra del portale maggiore, dal principe vescovo Celestino Endrici.

1910 - 1910 (erezione a parrocchia carattere generale)

L'epigrafe collocata in facciata ricorda il 9 ottobre 1910 come data in cui la chiesa, già dipendente dalla pieve di Brentonico, viene eretta a parrocchia e don Nicolò Rosa installato parroco dal decano di Mori don Germano Rossi.

1948 - 1951 (costruzione campanile)

Il campanile è costruito tra 1948 e 1951 su progetto dell'architetto Efrem Ferrari.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Via Roma Vigolo Vattaro (Tn)

Via Antonio Rosmini Rovere' Della Luna (Tn)

Via Xxiv Maggio Borgo Valsugana (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Localita' Podera 3 38033 Cavalese

Via Castelpietra 21/F Tonadico

Via Cere' 14 Avio