Chiese in Provincia di Trento - città di : Chiesa dei Santi Giuseppe e Agostino

Chiesa dei Santi Giuseppe e Agostino
Ss. Giuseppe e Agostino

TRENTO
Coltura, Ragoli (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
Orientata a sud, la piccola chiesa dei Santi Giuseppe e Agostino si trova lungo la strada che attraversa l'abitato di Coltura, frazione di Ragoli. Un edificio sacro esisteva già prima del 1727, ma fu distrutto da un incendio nel 1930 e ricostruito nel 1948. La costruzione attuale è caratterizzata da una semplice facciata a capanna con portale architravato in granito, due monofore centinate laterali e un oculo centrale; sulla destra emerge il volume della sacrestia. L'interno a navata unica è... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

Orientata a sud, la piccola chiesa dei Santi Giuseppe e Agostino si trova lungo la strada che attraversa l'abitato di Coltura, frazione di Ragoli. Un edificio sacro esisteva già prima del 1727, ma fu distrutto da un incendio nel 1930 e ricostruito nel 1948. La costruzione attuale è caratterizzata da una semplice facciata a capanna con portale architravato in granito, due monofore centinate laterali e un oculo centrale; sulla destra emerge il volume della sacrestia. L'interno a navata unica è ornato lungo le fiancate e sulla parete di fondo da dipinti murali figurati di Luigi Delaidotti, presumibilmente coevi con la costruzione. Il presbiterio a pianta rettangolare, elevato di un gradino, corrisponde alla parte terminale dell’aula.

Pianta

Navata a pianta rettangolare con asse maggiore longitudinale; presbiterio a pianta rettangolare con asse maggiore trasversale.

Facciata

Facciata a capanna con portale architravato in granito, due monofore centinate strombate speculari e un oculo sommitale; zoccolo a intonaco rustico e finiture a intonaco tinteggiato.

Prospetti

Fiancate lisce e cieche, a discesa lungo il crinale; sacrestia emergente sul lato destro. Zoccolo perimetrale a intonaco rustico; finiture a intonaco tinteggiato.

Campanile

Piccola torre a pianta quadrangolare innestata sulla falda destra del tetto, presso il presbiterio, intonacata e tinteggiata e dotata di monofore centinate nella cella campanaria. Tetto piramidale a quattro falde, sormontato da globo e croce apicale.

Struttura

Strutture portanti verticali: muratura in pietrame. Strutture di orizzontamento: tetto a due spioventi con settore centrale piano.

Coperture

Tetto a due falde sulla navata e sul presbiterio, a più falde sopra la sacrestia; struttura portante in legno e manto di copertura in tegole di laterizio, salvo che sulla cuspide del campanile, coperta da lamiera metallica.

Interni

Interno ad unica navata, caratterizzata dalle fiancate sfondate nella metà superiore delle pareti; accesso architravato alla sacrestia sul lato destro. Presbiterio elevato di un gradino, corrispondente alla parte terminale dell’aula, con parete di fondo cieca e movimentata da tre nicchie, la centrale rettangolare ospitante la pala, le due minori simmetriche sagomate per una statua (a sinistra) e la custodia eucaristica (a destra). Finiture a intonaco tinteggiato, ove non vi siano decorazioni.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento in piastrelle quadrate di ceramica marroni, disposte in corsi paralleli, che formano un motivo a fiori stilizzati.

Elementi decorativi

Dipinti murali figurati a tempera lungo le fiancate e sulla parete di fondo del presbiterio.

XVIII - 1930 (preesistenze intorno)

La prima chiesa di Coltura fu eretta anteriormente al 1727; venne distrutta da un incendio nel 1930.

1948 - 1948 (ricostruzione intero bene)

Nel 1948 il piccolo tempio venne ricostruito.

1948 - 1948 (benedizione carattere generale)

Nello stesso anno la chiesa fu benedetta.

1948 - 1948 (decorazione interno)

Sempre nel 1948 o poco dopo l'interno venne ornato dalle stazioni della Via Crucis e da altri dipinti murali, a firma di Luigi Delaidotti di Dorsino.

1965 - XX (adeguamento liturgico interno)

Dopo il 1965 l'interno è stato oggetto di un intervento di adeguamento liturgico strutturale.

2002 - 2002 (rifacimento parziale tetto)

Nel luglio del 2002 l'Ufficio Arte Sacra dell'Arcidiocesi di Trento approvò il progetto di parziale modifica della falda del tetto fronte strada, curato dal Comune di Ragoli.

2011 - 2013 (restauro intero bene)

E' in previsione il restauro generale dell'edificio, su progetto dell'architetto Paolo Bertolini approvato dall'Ufficio Arte Sacra a settembre 2011 e nuovamente nel febbraio del 2012.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Via Alfieri Trento (Tn)

Via Xxiv Maggio Borgo Valsugana (Tn)

Via S. Michele Mezzocorona (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Via Postal 29 38010 Trento

Viale Tigli 21/D Riva Del Garda