Chiese in Provincia di Trento - città di : Chiesa dei Santi Martino e Giuliano

Chiesa dei Santi Martino e Giuliano

TRENTO
via Colbricon - San Martino di Castrozza, Siror (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
La chiesa parrocchiale dei Santi Martino e Giuliano, orientata a est, sorge a San Martino di Castrozza. Di antiche origini, la chiesa sorgeva già nel XI secolo nei pressi di un ospizio per viandanti, gestito dai monaci Benedettini. Venne riedificata nel 1912. La facciata a due ripidi spioventi è aperta da un portale protetto da una tettoia, sovrastata da tre strette finestre rettangolari con cornice in pietra a vista. Il campanile originario in pietra è caratterizzato da un doppio ordine di... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa parrocchiale dei Santi Martino e Giuliano, orientata a est, sorge a San Martino di Castrozza. Di antiche origini, la chiesa sorgeva già nel XI secolo nei pressi di un ospizio per viandanti, gestito dai monaci Benedettini. Venne riedificata nel 1912. La facciata a due ripidi spioventi è aperta da un portale protetto da una tettoia, sovrastata da tre strette finestre rettangolari con cornice in pietra a vista. Il campanile originario in pietra è caratterizzato da un doppio ordine di monofore e una cuspide piramidale. Internamente, la navata è coperta da un soffitto ligneo a carena di nave e il presbiterio rialzato su tre gradini è concluso da un'abside semicircolare.

Preesistenze

Campanile originario. Struttura muraria dell'abside appartenente alla primitiva costruzione.

Pianta

Pianta rettangolare ad asse maggiore longitudinale; presbiterio rettangolare concluso da abside semicircolare.

Facciata

Facciata a due ripidi spioventi, aperta da un portale protetto da una tettoia ad uno spiovente, sorretto da piedritti lapidei, sovrastato da tre strette finestre rettangolari con cornice in pietra a vista; timpano recante una croce in pietra. Zoccolo in pietra bocciardata; cantonali in conci sfalsati e alternati. Finiture ad intonaco tinteggiato.

Prospetti

Fiancate caratterizzate da zoccolo in pietra bocciardata e cantonali in conci sfalsati e alternati. Finiture ad intonaco tinteggiato. Sacrestia addossata alla fiancata sud.

Campanile

Struttura a pianta quadrata, addossato alla fiancata nord; fusto in muratura in pietra con doppio ordine di bifore; cuspide piramidale ricoperta di scandole lignee.

Struttura

Strutture portanti verticali: muratura in muratura intonacata. Strutture di orizzontamento: navata coperta da soffitto ligneo a carena di nave sostenuto da quattro arcate poggianti su mensoloni lignei; volta a botte sul presbiterio; catino absidale.

Coperture

Tetto a due ripidi spioventi sulla navata; tetto a due falde su presbiterio che gira semiconico sull'abside. Manto di copertura in scandole lignee.

Interni

Navata con pareti scandite da paraste lignee che sostengono la volta. Presbiterio preceduto da arco santo e rialzato su tre gradini con portale sulla parete destra. Sei finestre centinate illuminano la navata e due l'abside. Finiture ad intonaco tinteggiato.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento della navata a lastre di pietra calcarea, a corsi diagonali. Pavimento del presbiterio in mattonelle in pietra.

Elementi decorativi

Decorazioni pittoriche e scultoree sulla volta della navata. Parete di fondo dell'abside e catino con dipinti a tempera.

XI - XI (monastero intorno )

Nel XI secolo nei pressi della chiesa sorgeva un monastero dei Benedettini che svolgeva la funzione di ospizio per viandanti.

1090 - 1090 (menzione carattere generale)

La prima menzione della chiesa risale al 1090.

XIII - XIII (consacrazione carattere generale)

La chiesa fu consacrata all'inizio del XIII secolo.

1912 - 1912 (riedificazione intero bene)

La chiesa venne riedificata nel 1912.

1913 - 1913 (benedizione carattere generale)

La chiesa venne benedetta nel 1913.

1928 - 1928 (decorazione abside)

Il pittore veronese Giuseppe Zancolli dipinse, oltre la pala d'altare, anche il catino absidale nel 1928.

1936 - 1936 (decorazione volta)

Nel 1936 Matteo Sebesta con l'aiuto del figlio Giuseppe realizzò i pannelli dipinti sulle arcate della volta lignea, sostenute da mensole con pannelli lignei figurati.

1954/06/06 - 1954/06/06 (erezione a parrocchia carattere generale)

La chiesa fu eretta a parrocchia il 6 giugno 1954.

1973 - 1974 (restauro intero bene)

La chiesa fu restaurata tra il 1973 e il 1974.

2006 - 2006 (rifacimento intorno)

Nel 2006 si è provveduto al rifacimento del sagrato.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Via S. Michele Mezzocorona (Tn)

Via Antonio Rosmini Rovere' Della Luna (Tn)

Via Per Barco Levico Terme (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Via S. Maria 111 38060 Trento

Via Filzi 11 Cles

Via Legione Trentina 9 Tione Di Trento