Chiese in Provincia di Trento - città di : Chiesa di Santa Maria Maddalena

Chiesa di Santa Maria Maddalena
S. Maria Maddalena

TRENTO
Camperi, Terragnolo (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
La chiesa di Santa Maria Maddalena, conosciuta per gli affreschi trecenteschi in essa conservati, sorge con orientamento a est su un colle che sovrasta la frazione di Puechem (Terragnolo) ed è raggiungibile a piedi attraverso due sentieri boschivi che partono dalle frazioni di Zencheri e di Maureri. L'edificio è composto da due distinti corpi di fabbrica, a partire da quello di epoca medievale, sviluppato a navata unica sull'asse est/ovest, al quale nel 1934 furono aggiunte le strutture di... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di Santa Maria Maddalena, conosciuta per gli affreschi trecenteschi in essa conservati, sorge con orientamento a est su un colle che sovrasta la frazione di Puechem (Terragnolo) ed è raggiungibile a piedi attraverso due sentieri boschivi che partono dalle frazioni di Zencheri e di Maureri. L'edificio è composto da due distinti corpi di fabbrica, a partire da quello di epoca medievale, sviluppato a navata unica sull'asse est/ovest, al quale nel 1934 furono aggiunte le strutture di una nuova navata e di un nuovo presbiterio, realizzate in luogo dell'antico presbiterio con orientamento nord/sud. L'edificio conserva l'antica facciata a due spioventi è preceduta da un profondo portico sorretto da pilastri in muratura a sezione circolare, sotto il quale trovano posto il portale maggiore e due finestre rettangolari sdraiate. La fiancata meridionale presenta una finestra quadrangolare aperta nella struttura antica, nonché due monofore centinate e un portale secondario aperti all'altezza del corpo di fabbrica più recente. Un'ulteriore monofora centinata è presente sul lato est, tra due arcate sfondate. A nord emerge il corpo del nuovo presbiterio. All'interno la navata unica della vecchia chiesa è stata prolungata con la costruzione di un nuovo corpo di fabbrica in corrispondenza dell'antico presbiterio/abside, rialzato su due gradini e ad essa raccordata da un'arcata centinata, ribassata. Il nuovo ambiente a pareti lisce si sviluppa verso nord con un nuovo presbiterio, rialzato su un gradino e introdotto da un arco santo a centinatura ribassata.

Pianta

Navata a pianta rettangolare ad asse maggiore longitudinale con presbiterio rettangolare, ortogonale.

Facciata

Facciata a due spioventi, rinserrata da barbacani in pieta a vista e preceduta da un profondo portico con tetto a tre falde, retto da due pilastri in muratura a sezione circolare. Sotto il portico trovano posto il portale architravato e due finestre rettangolari sdraiate.

Prospetti

L'edificio presenta un corpo minore corrispondente alla navata antica, con pareti lisce, recanti un'unica apertura finestrata sul lato meridionale; il corpo di fabbrica di altezza maggiore reca due monofore centinate e un portale secondario aperti sul lato sud. Un'ulteriore monofora centinata è aperta sul lato est, tra due arcate centinate sfondate. Sul lato nord emerge il corpo del presbiterio.

Struttura

Strutture portanti verticali: murature in pietrame, finite a intonaco tinteggiato. Strutture di orizzontamento: navata antica coperta da soffitto ligneo a due falde, retto da capriate; navata nuova sormontata da soffitto piano in muratura; arcata centinata ribassata sul presbiterio.

Coperture

Tetto a due falde sulla navata antica e a tre falde sul corpo di fabbrica più recente, con struttura in legno e manto di copertura in coppi. In corrispondenza della facciata e del lato sud si innalzano due campaniletti a vela con copertura a due falde.

Interni

La navata unica a pareti lisce è stata prolungata con la costruzione di un nuovo corpo di fabbrica in corrispondenza dell'antico presbiterio/abside, rialzato su due gradini e ad essa raccordata da un'arcata centinata, ribassata. Il nuovo ambiente a pareti lisce si sviluppa verso nord con un nuovo presbiterio, rialzato su un gradino e introdotto da un arco santo a centinatura ribassata.

Pavimenti e pavimentazioni

La navata antica presenta una pavimentazione in mattonelle di cotto posate a spina di pesce; la navata più recente e il presbiterio recano una pavimentazione in mattonelle di cemento in corsi ortogonali.

Elementi decorativi

Le pareti del corpo di fabbrica più antico sono ricoperte da affreschi. Ulteriori dipinti murali eseguiti a tempera su intonaco sono presenti sulla parete est della navata recente e su quella di fondo del presbiterio.

XII - XIII (fondazione intero bene)

Si ignora l'epoca di fondazione dell'edificio, che Marco Bais (1983) propone genericamente di collocare in epoca romanica (XII-XIII secolo) (incerta).

1325 - 1350 (decorazione intero bene)

La decorazione a fresco della navata antica, opera di un anonimo maestro d'ambito vicentino, fu realizzata nel corso del secondo quarto del XIV secolo.

1377 - 1377 (menzione intero bene)

La chiesa è documentata a partire dal 1377.

1631 - 1631 (riedificazione intero bene)

Secondo Bruno Bais l'edificio fu riedificato nel 1631 (incerta).

1915 - 1918 (danneggiamento intero bene)

L'edificio riportò ingenti danni nel corso del primo conflitto mondiale.

1934 - 1934 (ampliamento intero bene)

La chiesa è stata ampliata nel 1934 con la costruzione di una nuova navata con piccolo presbiterio, collocata ortogonalmente rispetto alla navata antica. La costruzione del nuovo corpo di fabbrica comportò l'atterramento dell'abside originale.

1934/07/22 - 1934/07/22 (benedizione carattere generale)

In seguito all'ampliamento l'edificio è stato benedetto il 22 luglio 1934.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Via Xxiv Maggio Borgo Valsugana (Tn)

Via Antonio Rosmini Rovere' Della Luna (Tn)

Via S. Michele Mezzocorona (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Via Gerola 17 38100 Trento

Via S. Giovanni Bosco 7 38016 Mezzocorona

Viale Stazione 25 Levico Terme