Chiese in Provincia di Trento - città di : Chiesa di Santa Lucia

Chiesa di Santa Lucia
S. Lucia

TRENTO
contrada Santa Lucia - Chizzola, Ala (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
La chiesetta di Santa Lucia, edificata presumibilmente tra la fine del XIII e l'inizio del XIV secolo e ampliata tra Sei e Settecento, è orientata ad est e si trova nell'omonima località. Secondo la tradizione fu officiata da una comunità di Templari e poi da eremiti. In passato era considerata un piccolo santuario, dove i fedeli invocavano l'intercessione della santa soprattutto per la guarigione di malattie agli occhi. La facciata rettangolare è preceduta da un atrio coperto da un tetto a... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesetta di Santa Lucia, edificata presumibilmente tra la fine del XIII e l'inizio del XIV secolo e ampliata tra Sei e Settecento, è orientata ad est e si trova nell'omonima località. Secondo la tradizione fu officiata da una comunità di Templari e poi da eremiti. In passato era considerata un piccolo santuario, dove i fedeli invocavano l'intercessione della santa soprattutto per la guarigione di malattie agli occhi. La facciata rettangolare è preceduta da un atrio coperto da un tetto a due falde e conclusa da un frontone a gradoni. Il campanile si innesta sul lato destro, mentre quello sinistro è ritmato da quattro contrafforti rastremati e presenta resti di un antico portale murato. L'interno ad unica navata è caratterizzato da più serie di affreschi di ambito sia veronese che locale, databili tra XIV e XVIII secolo. L'ingresso è preceduto da due gradini dal profilo semicircolare, mentre un terzo gradino separa la prima delle tre campate dal resto dell'aula, interamente coperta da volte a crociera, sostenute da pilastri e mensole; l'attuale presbiterio rettangolare, alla stessa quota pavimentale delle ultime due campate, è separato mediante una parete divisoria dalla retrostante sacrestia, già abside del primo nucleo della chiesa e per questo interamente affrescata. La chiesa è officiata una volta al mese.

Pianta

Navata a pianta rettangolare con asse maggiore longitudinale, preceduta da un atrio; presbiterio a pianta rettangolare, concluso dalla sacrestia, sempre a pianta rettangolare.

Facciata

Facciata dal profilo rettangolare centrata da semplice portale in pietra sormontato da un oculo e affiancato a sinistra da una finestra a luce rettangolare incassata in un vano ad arco ribassato. Anteposto alla facciata è un atrio coperto da tetto a due falde con travi lignee a vista. Frontone a gradoni.

Prospetti

Fiancata sinistra scandita da quattro contrafforti rastremati; resti di un portale murato, con stipiti in mattoni e timpano, in corrispondenza della seconda campata. Fiancata desta caratterizzata da due finestre rettangolari e dal campanile. Sulla parete est, abside della chiesa primitiva e oggi sacrestria, si aprono due strette finestre rettangolari con strombatura interna gradinata sui lati brevi.

Campanile

Torre a pianta quadrangolare innestata sulla fiancata sud, con cella campanaria aperta da quattro monofore e tetto a quattro falde.

Struttura

Strutture portanti verticali: muratura in pietrame con finiture a intonaco tinteggiato e fascia superiore in mattoni. Quattro contrafforti dal profilo triangolare lungo la fiancata sinistra. Strutture di orizzontamento: volte a crociera.

Coperture

Tetto a due spioventi, con struttura portante in legno e manto di copertura in coppi, come il campanile sulla fiancata destra, e il tetto che protegge l'atrio.

Interni

Finiture interne a intonaco tinteggiato, ove non sono presenti affreschi. Le volte sono sostenute da mensole in pietra e da una coppia di pilastri tra la seconda e la terza campata. La prima campata è elevata di un gradino rispetto alla navata e al presbiterio.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento a mattonelle in cotto, disposte in corsi diagonali.

Elementi decorativi

Sacrestia, presbiterio e parete sud della navata affrescati.

XIII - XIV (costruzione intero bene)

La chiesetta di Santa Lucia risale presumibilmente alla fine del XIII o all'inizio del XIV secolo. Il presbiterio del primo edificio occupava l'attuale sacrestia e la navata non superava la seconda campata.

XIV - XIV (decorazione interno)

Tra il primo quarto e la seconda metà del XIV secolo vennero affrescati da pittori di area veronese il presbiterio (oggi sacrestia) e la parete sud della navata.

1456 - 1456 (menzione intero bene)

La chiesa è nominata per la prima volta negli Atti Visitali della diocesi di Verona del 1456, in quanto visitata dal vescovo Ermolao.

XVII - XVIII (ampliamento intero bene)

Tra XVII e XVIII secolo l'edificio fu interessato da un ampliamento della navata verso ovest, da un innalzamento delle pareti e dalla trasformazione dell'antico presbiterio nella sacrestia, mediante una parete divisoria.

XVIII - XVIII (decorazione interno)

In seguito, entro la prima metà del XVIII secolo, la parete sud delle prime due campate e le volte a crociera di navata, presbiterio e sacrestia vennero affrescate con figure di Sante da un pittore probabilmente locale.

1847 - 1847 (ristrutturazione intero bene)

Nel 1847 si effettuarono delle riparazioni.

1883 - 1883 (ristrutturazione interno)

Nel 1883 venne scoperta una parte della decorazione trecentesca ad affresco.

1915 - 1918 (variazione d'uso intero bene)

Durante la prima guerra mondiale la chiesa venne utilizzata come scuderia e subì gravi danni, soprattutto per l'asportazione del tetto.

1922 - 1923 (ristrutturazione intero bene)

Tra il 1922 e il 1923 vennero eseguiti i necessari lavori di ristrutturazione.

1976 - 1979 (restauro intero bene)

Un generale restauro dell'edificio, che coinvolse sia la struttura che le decorazioni, avvenne dal 1976 al novembre 1979, grazie ai finanziamenti della Provincia Autonoma di Trento.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Via Roma Vigolo Vattaro (Tn)

Via Antonio Rosmini Rovere' Della Luna (Tn)

Via Xxiv Maggio Borgo Valsugana (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Via Freina 1 Pozza Di Fassa

Via Fermi 3 38061 Ala

Via Garibaldi 202 Storo