• Home
  •  > Notizie
  •  > «Onesto, educato, comptetente Mancherà a tutto il paese»

«Onesto, educato, comptetente Mancherà a tutto il paese»

ALANO DI PIAVE. «A nome della comunità di Quero voglio esprimere la nostra vicinanza ai familiari di Angello Dalla Favera». Parole del sindaco di Quero Vas, Bruno Zanolla.

La notizia del ritrovamento del cadavere dell’anziano ottantenne si è sparsa velocemente in paese, lasciando sgomenti tutti coloro che lo conoscevano. Tra questi il primo cittadino.

Ex assessore comunale della giunta Sante Curto dal 2009 al 2014 e consigliere nel quinquennio precedente con Zanolla, Dalla Favera era titolare di un’impresa edile in paese. «Oltre a essere un bravo imprenditore», prosegue il sindaco, «Angelo era una persona educata. Come lui al giorno d’oggi ce ne sono pochi: onesto e al tempo stesso competente. Mancherà un po’ a tutti».

La comunità querese ha vissuto questi 15 giorni in trepida attesa: «In paese c’era tanta apprensione», sottolinea Zanolla, «fin dal giorno della scomparsa non si parlava d’altro a Quero. Fino a quando l’auto non è stata ritrovata, era rimasto in tutti noi un sentore di speranza, seppur flebile, che la storia potesse giungere a un finale felice, con Angelo che tornava a casa ad abbracciare i propri cari. La segnalazione dell’Hosteria 72 di Onigo di Pederobba, avvenuta il giorno successivo alla sparizione, non faceva che alimentare tale speranza. A Quero la gente pensava che Dalla Favera magari avesse smarrito la via di casa o si fosse allontanato per qualche motivo. Per questo tutti, dal primo all’ultimo volontario del Comune, ci eravamo attivati per andare in cerca di lui e riportarlo indietro sano e salvo. Purtroppo, la storia è andata diversamente».

«Mi dispiace», conclude Zanolla, «perché ci avevamo creduto. Voglio ringraziare la Protezione Civile e tutti coloro che si sono adoperati per aiutare le forze dell’ordine, anche nelle giornate di pioggia, andando ovunque, dal Piave ai sentieri di montagna, con impegno e sacrificio». —

D.D:

Pubblicato su Corriere delle Alpi