• Home
  •  > Notizie
  •  > Bilancio approvato «Stime al ribasso: speriamo di poterle rimpinguare»

Bilancio approvato «Stime al ribasso: speriamo di poterle rimpinguare»

VALLE

Si è aperto con un minuto di silenzio in ricordo di don Giuseppe Bortolas, parroco di Venas, Valle e Cibiana, il consiglio comunale di lunedì sera. Il sindaco Marianna Hofer, in realtà, per lunedì (giorno del funerale) aveva indetto il lutto cittadino.

«Ma, viste le scadenze e il nutrito numero di punti all’ordine del giorno, abbiamo deciso di non rinviare la seduta», ha spiegato, «che comunque svolgiamo con stato d’animo particolare. Non mi sento di tracciare un ricordo di don Giuseppe; la pandemia non mi ha permesso di conoscerlo così bene. Era un uomo gioviale e simpatico, un bonaccione nel vero senso della parola. Sapeva stare in messo alla gente e avrei voluto conoscerlo di più».

Tra approvazioni, rinvii e ritiri di punti, il consiglio è durato a lungo. Approfondita la disamina del bilancio triennale, approvato con l’astensione del gruppo di minoranza che ha fatto numerose puntualizzazioni. I conti del 2021 si prevede che chiudano a pareggio per 3.977.000 euro. La spesa corrente ammonta a 1.887. 461 euro e quella in conto capitale a 844.180.

«È una stima di spesa approssimativa», ha sottolineato Hofer, «un previsionale abbastanza scarno, in quanto manca ancora la possibilità di applicare l’avanzo di amministrazione che faremo in sede di consuntivo e che ci permetterà di rimpinguare i vari capitoli di spesa».

Per ora l’Amministrazione prevede di investire 40 mila euro sull’arredo urbano per l’acquisto di cestini e per intervenire sul muro dell’ex stazione di Venas. Dall’Um Valboite sono arrivati 50 mila euro che serviranno per sistemare alcune strade silvo-pastorali. Sul municipio saranno investiti 130 mila euro, per una riqualificazione, di cui 50 mila provengono da contributi statali e 80 mila dalla Provincia. Altri 50 mila euro, arrivati sempre dal Governo, saranno investiti per sistemare immobili comunali: si sta decidendo su quali sia bene intervenire.

«Abbiamo previsto di investire 40 mila euro in progettazioni», ha sottolineato Hofer, «perché è sempre più necessario avere progetti pronti per partecipare a bandi di contributi. Il capitolo di spesa verrà anche implementato in fase di bilancio consuntivo».

Prosegue poi il sostegno alle famiglie residenti con 20 mila euro di contributo alla scuola materna e 15 mila per il fondo per l’infanzia che aiuta i residenti ad abbattere la retta per la scuola dell’infanzia. Altri 2 mila euro andranno per le attività extra scolastiche e la stessa cifra per le borse di studio che vengono erogate dalla Magnifica.

«Per le ascoltazioni», ha concluso Hofer, «abbiamo intanto previsto 5 mila euro per gli eventi, in quanto non si sa ancora cosa si potrà organizzare; ma siamo pronti ad aumentare. Per la Pro loco Valle 5 mila euro e per la Pro loco Venas 3 mila».

Altri 3 mila euro vanno all’iniziativa “adotta un sentiero” per potenziare il decoro del paese e 8 mila per incentivare lo sfalcio dei prati.

Infine 10 mila euro serviranno per acquistare dissuasori del traffico da posizionare in via Romana e in via Marconi. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su Corriere delle Alpi