Chiese in Provincia di Trento - città di : Chiesa di Santa Maria Assunta

Chiesa di Santa Maria Assunta
pieve di S. Maria di Baselga di Sopramonte S. Maria Assunta

TRENTO
via alla Chiesa - Baselga del Bondone, Trento (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
La chiesa di Santa Maria Assunta, pieve ab immemorabili, è orientata a sud-est e sorge nel centro dell'abitato di Baselga del Bondone. L'edificio fu riedificato nel corso del XVI secolo e ampliato con l'aggiunta di due cappelle laterali e del presbiterio nel secolo successivo. La facciata a capanna presenta un portale architravato sovrastato da una finestra circolare. Il campanile romanico in pietra è caratterizzato da bifore e da una copertura piramidale. Internamente, la navata è suddivisa... Leggi tutto

Dettagli

La chiesa di Santa Maria Assunta, pieve ab immemorabili, è orientata a sud-est e sorge nel centro dell'abitato di Baselga del Bondone. L'edificio fu riedificato nel corso del XVI secolo e ampliato con l'aggiunta di due cappelle laterali e del presbiterio nel secolo successivo. La facciata a capanna presenta un portale architravato sovrastato da una finestra circolare. Il campanile romanico in pietra è caratterizzato da bifore e da una copertura piramidale. Internamente, la navata è suddivisa in tre campate voltate a crociera con due cappelle laterali; il presbiterio, rialzato su due gradini è coperto da volta a crociera.

Preesistenze

Campanile originario.

Pianta

Pianta rettangolare ad asse maggiore longitudinale con due cappelle rettangolari; presbiterio quadrato.

Facciata

Facciata a capanna aperta da un postale architravato tra nicchie affrescate, sovrastato da una finestra circolare. Finiture ad intonaco.

Prospetti

Fiancate intonacate caratterizzate dai volumi in aggetto delle cappelle laterali, della sacrestia e del deposito. Ingresso laterale aperto nella fiancata sud-ovest.

Campanile

Struttura a pianta quadrata, incassato sul lato nord-est; fusto in muratura in pietrame a vista, caratterizzato da quadrante di orologio e da bifore sommitali; copertura piramidale a smolleri di porfido.

Struttura

Strutture portanti verticali: muratura in pietrame intonacata. Strutture di orizzontamento: tre volte a crociera costolonate sopra la navata e una sopra il presbiterio; volta a botte unghiata sulla cappella destra e a crociera su quella sinistra.

Coperture

Tetto della navata e del presbiterio (il secondo ristretto rispetto al primo) a doppia falda, ricoperti da coppi in laterizio.

Interni

Navata unica suddivisa, mediante pilastri reggenti arcate ogivali, in tre campate: la prima è caratterizzata dalla cantoria e da due finestre ogivali; in corrispondenza della seconda campata si aprono due cappelle speculari, precedute da arco a tutto sesto, sopraelevate di un gradino e illuminate rispettivamente da due finestre ogivali. Presbiterio preceduto da arco santo a tutto sesto, rialzato su due gradini e caratterizzato da due portali laterali e due finestre circolari; sulla parete di fondo apertura ovale, incassata nell'ancona dell'altare maggiore. Finiture ad intonaco.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento della navata a grandi lastre di pietra calcarea. Pavimento del presbiterio e delle cappelle laterali a quadrotte di pietra calcarea bianca e rossa, a corsi diagonali.

Elementi decorativi

Affreschi in prossimità e sull'arco santo. Dipinti a tempera sulla volta del presbiterio.

1183/04/11 - 1183/04/11 (menzione carattere generale)

La pieve di Baselga di Sopramonte è menzionata in una bolla del papa Lucio III dell'11 aprile 1183.

XVI - XVI (riedificazione intero bene)

La chiesa fu riedificata e ampliata nel corso dei secoli XVI.

XVI - XVI (decorazione arco santo)

L'arco santo fu decorato con affreschi da un pittore di ambito lombardo nella prima metà del XVI secolo.

1537 - 1539 (ristrutturazione intero bene)

Tra il 1537 e il 1539, sotto il pievano Cristiano Durckhainer, la chiesa il tetto e il campanile furono oggetto di ristrutturazione.

1586 - 1586 (rifacimento portale)

Il portale maggiore reca la data 1586.

1600 - 1648/02/17 (ampliamento intero bene)

Le cappelle laterali e il presbiterio risalgono alla prima metà del XVI secolo, furono realizzati sotto Orazio Lucchi, pievano dal 23 maggio del 1599, morto il 17 febbraio 1648.

XIX - XX (rimaneggiamento intero bene)

Le finestre ogivali, il portale laterale a sud-ovest e i portali del presbiterio sono stati rifatti in stile neogotico a cavallo dei secoli XIX-XX.

1927 - 1927 (restauro intero bene)

Nel 1927, sotto don Alfonso Silvino Pozza, furono installate nuove vetrate e fu restaurato l'esterno dell'edificio.

1980 - 1980 (restauro intero bene)

L'edificio è stato oggetto di lavori di restauro verso il 1980.

2000 - 2000 (restauro intero bene)

Dopo il 2000 gli affreschi della chiesa sono stati restaurati.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Via Per Barco Levico Terme (Tn)

Via Antonio Rosmini Rovere' Della Luna (Tn)

Via S. Michele Mezzocorona (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

38079 Trento

Viale Lido 7 38056 Levico Terme