• Home
  •  > Notizie
  •  > Belluno, se n’è andata a 81 anni Domenica Piol, ex consigliera forzista

Belluno, se n’è andata a 81 anni Domenica Piol, ex consigliera forzista

Alle ultime elezioni era candidata per Belluno al Centro, lista civica a sostegno di De Pellegrin

BELLUNO. Si è spenta all’ospedale di Belluno dove era ricoverata da qualche tempo, Domenica Piol. Ottantuno anni, Piol si era candidata in quest’ultima tornata elettorale nella lista Belluno al centro a sostegno del candidato a sindaco Oscar De Pellegrin.

Maestra in pensione, vedova da diversi anni, molto legata al nipote che risiede a Portogruaro, Piol viveva a Visome dove era molto conosciuta e stimata. Per portare i problemi dei residenti della sua frazione si era candidata nelle file di Forza Italia nel 2006 con l’allora candidato a sindaco Celeste Bortoluzzi. Quella volta però la sua esperienza in consiglio era durata un anno per la prematura scomparsa di Bortoluzzi. Ma Piol si era ricandidata nuovamente nel 2007 appoggiando il candidato a sindaco di allora Antonio Prade. E anche quella volta le preferenze accordatele dai cittadini l’avevano fatta arrivare a sedere negli scranni del consiglio di Palazzo Rosso per cinque anni. Nel 2012 si era poi ricandidata appoggiando Paolo Gamba che correva contro Jacopo Massaro per diventare primo cittadino. Persona integerrima, prendeva molto sul serio tutte le attività che intraprendeva come anche la politica e il suo ruolo all’interno dell’amministrazione comunale del capoluogo.

«È una grave perdita», la ricorda Paolo Gamba che le era amico da anni. «Era una persona di carattere, schietta e diretta. Per queste ultime elezioni comunali aveva dato la sua disponibilità a candidarsi come consigliera, con grande spirito di servizio».

Qualche tempo fa era caduta e durante gli accertamenti all’ospedale per questo incidente, le era stata diagnosticata una malattia che non le ha lasciato scampo. Ma nonostante tutto era una donna forte che affrontava la vita con coraggio.

«Era un’amica di famiglia per tutti noi», la ricorda anche la commercialista Michela Marrone. «Domenica Piol era amica di mio papà Antonio. Suo marito, infatti, era stato ufficiale insieme a mio papà. Persona irreprensibile, all’apparenza poteva sembrare dura, ma era generosa», prosegue Marrone che l’aveva incontrata una decina di giorni fa in ospedale. «È sempre stata una persona disponibile, dopo la pensione, ha continuato ad aiutare i ragazzi dando delle ripetizioni gratuite a chi glielo chiedeva. Anche in consiglio comunale si è sempre battuta per la sua frazione».

Affranto per questa scomparsa il sindaco Oscar De Pellegrin che l’aveva voluta nella sua squadra. «Sono molto dispiaciuto», dice De Pellegrin. «Sono stato a trovarla domenica in ospedale e oggi (ieri per chi legge, ndr) abbiamo ricevuto questa brutta notizia. Davvero mi dispiace molto. Domenica Piol aveva affrontato la campagna elettorale con grande entusiasmo. È sempre stata costruttiva, una persona rispettabilissima», prosegue il sindaco. «Quando ha iniziato questa avventura con noi aveva la passione ad animarla e stava benissimo. Molte volte era lei a motivare gli altri candidati. È davvero una notizia che ci lascia un grande dolore».

Pubblicato su Corriere delle Alpi