• Home
  •  > Notizie
  •  > Due vescovi all’ultimo saluto a don Flavio Del Longo

Due vescovi all’ultimo saluto a don Flavio Del Longo

VALLE

La pur capiente chiesa di San Martino non è riuscita ad accogliere i tanti parrocchiani e e amici di don Flavio Del Longo che hanno voluto dire addio al sacerdote morto mercoledì in ospedale a Feltre. Era ospite dal 2013 nella Casa Kolbe di Pedavena.

Alla funzione erano presenti sia il vescovo Renato Marangoni che il vescovo emerito Giuseppe Andrich, che hanno concelebrato insieme ai sacerdoti cadorini e bellunesi. Erano presenti anche don Fabiano Del Favero e don Alessandro Coletti, i due sacerdoti che don Flavio durante i suoi anni cadorini ha portato al sacerdozio.

Tutti hanno reso omaggio al sacerdote scomparso testimoniando l’apprezzamento per la sua vita nel segno della carità. Una caratteristica evidenziata anche dal vescovo Renato Marangoni nella sua omelia e confermata dal vicario diocesano che ha ricostruito la vita umana e sacerdotale di don Flavio. Era nato a Valle il 18 novembre 1932, ed era stato ordinato presbitero in Cattedrale a Belluno il 3 luglio 1960, assieme a don Attilio Giacobbi, don Sergio Sacco e don Rinaldo Sommacal con i quali aveva raggiunto i sessant’anni di sacerdozio.

Di carattere mite e sensibile, si è fatto amare in tutte le località dove ha portato la sua vita pastorale. Aveva una sensibilità particolare verso gli ammalati che visitava continuamente, dedicandosi a loro. La sua vita è stata un esempio di dedizione agli altri.

Un aspetto particolare del ministero di don Flavio è stata la grande umanità manifestata verso gli ammalati e gli anziani, tanto che nei suoi anni di ministero a Tai e Nebbiù, tutte le sere andava in ospedale a Pieve in visita.

Al termine della funzione religiosa la salma di don Flavio è stata trasportata a Nebbiù, la parrocchia che il sacerdote aveva amato particolarmente, e tumulata nel cimitero del paese, dove esiste uno spazio riservato ai sacerdoti.

In ricordo di don Flavio le sue due ultime parrocchie si riuniranno per la messa di suffragio. Nella chiesa di S. Candido a Tai sarà celebrata da don Alessandro Coletti mercoledì alle 18,30, mentre don Fabiano Del Favero celebrerà messa nella chiesa di San Bartolomeo di Nebbiù sempre alle 18,30 di giovedì prossimo. —

Pubblicato su Corriere delle Alpi