Chiese in Provincia di Trento - città di Vezzano: Chiesa di San Valentino

Chiesa di San Valentino
s. Valentino in agro S. Valentino

TRENTO / VEZZANO
Vezzano (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
Il santuario di San Valentino, orientato a est, sorge in posizione isolata in una verdeggiante piana, a sud dell'abitato di Vezzano. L'edificio fu costruito alla fine del XV secolo, su una precedente cappella, a seguito del ritrovamento delle reliquie dei Santi Valentino e Parentino. La facciata a due spioventi è aperta da un portale con lunetta, sovrastato da un oculo e da un motivo decorativo trilobato. Internamente, la navata, suddivisa in due campate, e il presbiterio, rialzato su due... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

Il santuario di San Valentino, orientato a est, sorge in posizione isolata in una verdeggiante piana, a sud dell'abitato di Vezzano. L'edificio fu costruito alla fine del XV secolo, su una precedente cappella, a seguito del ritrovamento delle reliquie dei Santi Valentino e Parentino. La facciata a due spioventi è aperta da un portale con lunetta, sovrastato da un oculo e da un motivo decorativo trilobato. Internamente, la navata, suddivisa in due campate, e il presbiterio, rialzato su due gradini, sono coperti da volte a crociera gotiche.

Pianta

Pianta rettangolare ad asse maggiore longitudinale; presbiterio rettangolare.

Facciata

Facciata a due spioventi profilata da fasce laterali e fascia gradinata sommitale. Al centro si apre un portale architravato con lunetta tra finestrelle rettangolari, sovrastato da un oculo e una cornice trilobata. Zoccolo ad intonaco rustico e finiture ad intonaco tinteggiato.

Prospetti

Fiancata nord sostenuta da un contrafforte. Fiancata sud contraddistinta dal corpo aggettante della sacrestia. Zoccolo ad intonaco rustico e finiture ad intonaco tinteggiato.

Struttura

Strutture portanti verticali: muratura in pietrame intonacata. Strutture di orizzontamento: due volte a crociera gotica costolonate sopra la navata e una sopra il presbiterio. Tirante in ferro nella navata.

Coperture

Tetti della navata e del presbiterio (il secondo ribassato e ristretto rispetto al primo) a doppia falda, ricoperti da tegole in laterizio. Campaniletto a vela sul presbiterio.

Interni

Navata unica suddivisa da pilastri, reggenti arcata ogivale, in due campate. Presbiterio preceduto da arco santo ogivale, rialzato su due gradini e caratterizzato, sul lato destro, dal portale di accesso alla sacrestia. Finestre ogivali poste sul lato destro, in corrispondenza della prima campata e del presbiterio. Finiture ad intonaco.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento della navata a mattonelle quadrate in cemento bicolori, a corsi diagonali. Pavimento del presbiterio a mattonelle in cemento: esagonali di colore bianco alternate a losanghe rosse e nere, formanti motivi stellati.

Elementi decorativi

Cartella in stucco sull'arco santo.

860/04/04 - 860/04/04 (fondazione intero bene)

La primitiva cappella esisteva già il 4 aprile 860: data che compare su una tegola con iscrizione.

XV - XV (ritrovamento reliquie intorno)

Verso la fine del XV secolo, insieme alla tegola datata 860, vennero ritrovate sui ruderi della cappella, le reliquie dei Santi Valentino e Parentino.

1496/07/16 - 1496/07/16 (costruzione intero bene )

La chiesa fu edificata, a seguito del ritrovamento delle reliquie dei Santi Valentino e Parentino, dopo il 16 luglio 1496 (data di un documento papale che accordava numerose indulgenze per coloro che si fossero impegnati nella realizzazione dell'edificio sacro). Nella sacrestia attuale una mensa aperta da grate protegge il luogo dove furono ritrovate le reliquie (in seguito trasferite nella chiesa parrocchiale).

1529/05/17 - 1529/05/17 (consacrazione carattere generale)

La chiesa fu consacrata il 17 maggio 1529.

1806 - 1806 (restauro intero bene)

La chiesa fu restaurata nel 1806.

1851 - 1852 (restauro intero bene)

La chiesa fu restaurata nel 1851-1852.

1887 - 1888 (restauro intero bene)

La chiesa fu interamente restaurata nel 1887-1888: in quell'occasione la sacrestia venne alzata.

1898 - 1898 (campanile costruzione)

Nel 1898 venne costruito il campanile a vela.

1944 - 1944 (redazione voto carattere generale)

Il 14 febbraio 1944 il comune di Vezzano, insieme alle sue sette frazioni, espresse un voto a San Valentino per scongiurare il pericolo di evacuazione e distruzione durante la guerra.

1951 - 1951 (tetto rifacimento )

Nel 1951 venne rifatta la copertura del tetto: i coppi furono sostituiti da tegole.

1982 - 1983 (restauro intero bene)

La chiesa fu restaurata e tinteggiata nel 1982-1983.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Piazza San Vito Andalo (Tn)

Viale Tomasoni 1 Ala (Tn)

Via S. Michele Mezzocorona (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Via Cesure 22 38066 Riva Del Garda

Via C? Rossa 36 Storo

P.Zza San Gottardo, 18 Mezzocorona