Chiese in Provincia di Trento - città di Lasino: Chiesa di San Pietro

Chiesa di San Pietro
S. Pietro

TRENTO / LASINO
via Roma - Lasino (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
La chiesa parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo, orientata ad ovest, sorge sulla sommità di un dosso, isolata rispetto al paese di Lasino. Fu ricostruita tra il 1871 e il 1881. La facciata è tipo tempio classico tetrastilo, scandita da quattro paraste doriche e conclusa da un frontone triangolare. Sul lato settentrionale svetta il campanile in pietra con doppia cella campanarie e copertura con embrici policromi. Internamente, la navata è suddivisa in tre campate con cappelle laterali ed è... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo, orientata ad ovest, sorge sulla sommità di un dosso, isolata rispetto al paese di Lasino. Fu ricostruita tra il 1871 e il 1881. La facciata è tipo tempio classico tetrastilo, scandita da quattro paraste doriche e conclusa da un frontone triangolare. Sul lato settentrionale svetta il campanile in pietra con doppia cella campanarie e copertura con embrici policromi. Internamente, la navata è suddivisa in tre campate con cappelle laterali ed è coperta da volte a crociera intervallate da strette volte a botte; il presbiterio è rialzato su quattro gradini, voltato a crociera e concluso da un abside semicircolare.

Preesistenze

Zona presbiteriale e campanile appartenenti alla chiesa primitiva.

Pianta

Pianta rettangolare ad asse maggiore longitudinale; presbiterio rettangolare; abside semicircolare.

Facciata

Facciata tipo tempio classico tetrastilo con motivo a travata ritmica, scandita da quattro paraste doriche, sorreggenti cornicione modanato, e conclusa da un frontone triangolare. Nel settore centrale si apre un portale architravato sovrastato da un oculo e nei settori laterali due finestre centinate; il timpano presenta un motivo stellato. Zoccolo lapideo e finiture ad intonaco tinteggiato.

Prospetti

Fiancate sud aperta da tre ingressi laterali; fiancata nord caratterizzata dal corpo sporgente della sacrestia. Zoccolo lapideo e finiture ad intonaco tinteggiato.

Campanile

Struttura a pianta quadrata, incassata nella fiancata nord; fusto in muratura di pietrame a vista; doppia cella campanaria: la prima aperta da monofore e la seconda da bifore; copertura ottagonale con embrici policromi.

Struttura

Strutture portanti verticali: muratura in pietrame intonacata. Strutture di orizzontamento: volte a crociera intervallate da strette volte a botte sulla navata; volta a crociera sul presbiterio; catino absidale; volta a crociera sulla cappella del battistero.

Coperture

Tetto della navata a doppia falda, ricoperto da coppi in laterizio; tetto del presbiterio absidato (ristretto e ribassato rispetto a quello della navata) a padiglione semicircolare, ricoperto da coppi in laterizio.

Interni

Navata unica suddivisa, mediante grossi pilastri aperti da fornici e reggenti archi a tutto sesto, in tre campate, dove si situano tre cappelle per lato speculari, illuminate da finestre lunettate. In corrispondenza dell'ingresso, si aprono due portali (da quello destro si accede alla cantoria e da quello sinistro alla cappella del battistero). Presbiterio preceduto da arco santo, rialzato su quattro gradini e caratterizzato da due portali laterali. Abside separata dal presbiterio da un arco a tutto sesto. Zoccolo perimetrale lapideo nella navata. Finiture ad intonaco tinteggiato.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento della navata a lastre di pietra. Pavimento del presbiterio a quadrotte di pietra calcarea bianca e rossa, a corsi diagonali.

Elementi decorativi

Decorazione a tempera nel presbiterio e nell'abside.

1491 - 1491 (menzione carattere generale)

La chiesa è documentata la prima volta nel 1491.

XVI - XVI (ricostruzione intero bene )

La chiesa fu ricostruita verso la fine del XVI, su progetto di Giovanni Maria Filippi di Dasindo.

1736 - 1736 (ampliamento intero bene)

La chiesa fu ampliata nel 1736.

1753/10/30 - 1753/10/30 (erezione a curazia carattere generale)

La chiesa fu eretta a curazia della pieve di Calavino il 30 ottobre 1753.

1871 - 1881 (ricostruzione intero bene)

La chiesa fu ricostruita tra il 1871 e il 1881: della vecchia chiesa si conserva la zona presbiteriale.

1881/11/27 - 1881/11/27 (consacrazione carattere generale)

La chiesa fu consacrata il 27 novembre 1881.

1938/06/26 - 1938/06/26 (erezione a parrocchia carattere generale)

La chiesa fu eretta a parrocchia il 26 giugno 1938.

1942 - 1942 (decorazione cappella del battistero)

Il pittore locale Davide Frioli decorò la cappella del battistero nel 1942.

1946 - 1946 (decorazione presbiterio)

Il presbiterio fu decorato da Vittorio Melchiori nel 1946.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Viale Tomasoni 1 Ala (Tn)

Via Di Sorari Terlago (Tn)

Via S. Michele Mezzocorona (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Via Filzi 11 Cles

Via Del Garda 99 38065 Mori

Via Quattro Ville 44 Tuenno