Chiese in Provincia di Trento - città di Grigno: Chiesa di Sant'Udalrico

Chiesa di Sant'Udalrico
Cappella di San Udalrico S. Udalrico

TRENTO / GRIGNO
Grigno (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
La chiesetta dedicata a Sant'Udalrico, facente parte della parrocchia di Grigno, sorge sul colle San Vito con orientamento a est, lungo la strada che porta nel Tesino. La prima notizia documentaria relativa all'esistenza della chiesa risale al 1585, ma tradizionalmente la sua fondazione si vuole legata al passaggio di Sant'Udalrico nel X secolo. La facciata a capanna si staglia al centro di un prato in pendenza, dotata di un portale architravato affiancato da due finestre rettangolari. Sul... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesetta dedicata a Sant'Udalrico, facente parte della parrocchia di Grigno, sorge sul colle San Vito con orientamento a est, lungo la strada che porta nel Tesino. La prima notizia documentaria relativa all'esistenza della chiesa risale al 1585, ma tradizionalmente la sua fondazione si vuole legata al passaggio di Sant'Udalrico nel X secolo. La facciata a capanna si staglia al centro di un prato in pendenza, dotata di un portale architravato affiancato da due finestre rettangolari. Sul lato destro si erge il campanile con cuspide piramidale. L'interno a navata unica si conclude in un'abside poligonale, chiusa da una balaustra.

Pianta

Pianta rettangolare ad asse maggiore longitudinale; abside poligonale.

Facciata

Facciata a capanna con zoccolo rivestito di intonaco grezzo interrotto dalla presenza del portale architravato, affiancato da due finestre rettangolari, chiuse da grate in ferro. Al centro apertura circolare sovrastante una tettoia coperta da tegole in laterizio.

Prospetti

Fiancata settentrionale caratterizzata dal volume in aggetto della sacrestia, sul lato opposto da quello del campanile.

Campanile

Torre su base quadrangolare in pietrame inotonacato; cella campanaria aperta da quattro monofore centinate; copertura piramidale rivestita di scandole.

Struttura

Strutture portanti verticali: muratura di pietrame intonacata all'esterno e all'interno; strutture di orizzontamento: volta a sesto ribassato unghiata nella navata e volta a ombrello nell'abside. Tiranti in ferro nella navata.

Coperture

Tetto rivestito di coppi in laterizio, a due falde sulla navata centrale e a più falde sull'abside.

Interni

Navata unica completamente cieca, ad eccezione delle finestre in controfacciata, sulla cui parete sinistra si apre un portale architravato che conduce in sacrestia. In corrispondenza dell'arco santo a tutto sesto si notano due semipilastri sostenenti un'arcata trasversale a sesto ribassato; l'arco santo funge da raccordo con l'abside poligonale sopraelevata su due gradini e chiusa dall'originale balaustra: le pareti che la compongono sono scandite da semipilastri cilindrici e accolgono due finestre ogivali.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento in cemento.

Elementi decorativi

Affreschi sulla facciata.

X - X (fondazione intero bene)

Numerosi sono i racconti relativi alla fondazione della chiesa di Sant'Udalrico, tutti legati all'agiografia del santo e al suo passaggio in zona, intorno al X secolo.

1585 - 1585 (menzione carattere generale)

La prima menzione della chiesa storicamente attendibile si trova nella visita pastrotale del 1585, compiuta dal vescovo di Feltre Giacomo Rovellio.

1628 - 1642 (ampliamento intero bene)

Tra il 1628 e il 1642 la chiesa fu rimaneggiata ed ampliata: in particolare fu realizzata la volta lunettata della navata e riedificata la facciata.

1786 - 1786 (cambio giurisdizione carattere generale)

La chiesa nel 1786 passò dalla diocesi di Feltre a quella di Trento.

1814 - 1814 (decorazione facciata)

Nel 1814 furono realizzati i dipinti murali della facciata.

1824 - 1824 (restauro intero bene)

L'edificio fu restaurato nel 1824, dopo alcuni danneggiamenti subiti per opera di truppe di passaggio.

1915 - 1918 (danneggiamenti intero bene)

Durante la prima guerra mondiale la chiesa fu danneggiata e lasciata in uno stato di quasi totale abbandono.

1922 - 1922 (ristrutturazioni intero bene)

Nel corso del 1922 il nuovo parroco don Luigi Bruner si impegnò in una serie di lavori di ristrutturazione, tra i quali la riparazione del tetto.

1943 - 1945 (danneggiamenti intero bene)

Una nuova serie di danneggiamenti furono inferti alla chiesa durante la seconda guerra mondiale.

1944 - 1946 (restauro intero bene)

Già nel 1944 fu riparato il tetto e due anni dopo fu restaurato il campanile, assieme al rifacimento degli intonaci interni e alla creazione di un canale perimetrale per eliminare l'umidità dalla struttura.

1978 - 1978 (restauro intero bene)

Nel corso del 1978 l'edificio fu sottoposto ad un radicale restauro: fu rifatta la copertura; furono tinteggiati le pareti, rifatti gli intonaci e ripuliti alcuni affreschi.

1980 - 1980 (restauro intero bene)

Negli anni Ottanta è stato rifatto il tetto della chiesa, sotto la direzione di Ettore Agostini.

2000 - 2000 (restauro campanile)

Nel 2000 gli alpini di Grigno, guidati dal muratore Paolo Bellin, hanno sistemato l'interno del campanile.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Via Per Barco Levico Terme (Tn)

Viale Tomasoni 1 Ala (Tn)

Via S. Michele Mezzocorona (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Via Gerola 17 38100 Trento

Via S. Giovanni Bosco 7 38016 Mezzocorona

Via S.Maria, 86 38068 Rovereto