Chiese in Provincia di Trento - città di Castello Tesino: Chiesa della Madonna della Torricella

Chiesa della Madonna della Torricella
Chiesa di Santa Maria delle Grazie

TRENTO / CASTELLO TESINO
Castello Tesino (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
La chiesa comunemente denominata della Torricella è posta al centro dell'abitato di Castello Tesino, con orientamento a nord. La facciata a tempio classico tetrastilo è preceduta da una scalinata con rampe laterali. Il campanile, concluso da un cupolino, si eleva sul lato meridionale. L'interno si articola in una navata ripartita da paraste, terminante in un presbiterio rettangolare, chiuso da balaustra in ferro battuto. Pianta Pianta rettangolare ad asse maggiore longitudinale, terminante... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa comunemente denominata della Torricella è posta al centro dell'abitato di Castello Tesino, con orientamento a nord. La facciata a tempio classico tetrastilo è preceduta da una scalinata con rampe laterali. Il campanile, concluso da un cupolino, si eleva sul lato meridionale. L'interno si articola in una navata ripartita da paraste, terminante in un presbiterio rettangolare, chiuso da balaustra in ferro battuto.

Pianta

Pianta rettangolare ad asse maggiore longitudinale, terminante in un presbiterio rettangolare.

Facciata

Facciata a tempio classico tetrastilo, ripartita da paraste di ordine gigante poggianti su alti plinti. Il settore centrale, di larghezza maggiore rispetto ai laterali, è occupato dal portale architravato sovrastato da un'apertura circolare. Le paraste sono raccordate da un cornicione aggettante sul quale si imposta un timpano triangolare centrato da oculo. Una scalinata con due rampe di accesso laterali conduce al portale.

Prospetti

Fiancata occidentale caratterizzata in corrispondenza del presbiterio dalla presenza del volume del campanile.

Campanile

Struttura su basamento quadrangolare, con fusto in pietrame intonacato e conci angolari lapidei a vista (ripartito da cornici marcapiano); alla sommità cella campanaria aperta da bifore; copertura a doppio cupolino, rivestita di lamiera metallica.

Struttura

Strutture portanti verticali: muratura di pietrame intonacata all'esterno e dipinta all'interno; strutture di orizzontamento: volta a padiglione lunettata sulla navata e volta a crociera sul presbiterio.

Coperture

Tetto a doppia falda sulla navata e tre falde sul presbiterio-sacrestia, entrambi ricoperti da scandole.

Interni

Navata unica ripartita in tre campate da paraste tuscaniche raccordate da un cornicione corrente lungo l'intero perimetro: l'ambiente è ben illuminato da sei finestre lunettate poste al di sopra del cornicione e da due finestre rettangolari aperte sulla parete orientale. L'arco santo a tutto sesto precede il presbiterio sopraelevato su un gradino, illuminato da due finestre lunettate. Ai lati dell'altare maggiore si aprono due portali architravati che conducono in sacrestia.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento a lastre di pietra calcarea irregolari, poste a corsi ortogonali.

Elementi decorativi

Affresco staccato posto sulla parete occidentale della navata; dipinti murali sulle volte.

1603 - 1604 (costruzione intero bene)

La costruzione della chiesa risale agli anni tra il 1603 e il 1604, per volere della famiglia Wolkenstein Rodenegg, al fine di conservare l'immagine sacra della Madonna risalente al 1521, alla quale erano stati attribuiti una serie di miracoli avvenuti verso il 1602.

1612/05/27 - 1612/05/27 (consacrazione carattere generale)

Il nuovo edificio fu consacrato il 27 maggio 1612.

1622 - 1642 (costruzione campanile)

Il campanile fu eretto tra il 1622, anno nel quale nella visita pastorale se ne sottolinea l'assenza, e il 1642, quando invece è segnalato.

1768 - 1768 (messa in opera della copertura campanile)

La copertura del campanile fu realizzata nel 1768.

1882 - 1882 (restauro intero bene)

L'edificio fu oggetto di un restauro conservativo nel 1882.

1915 - 1918 (danneggiamenti intero bene)

Durante la grande guerra la chiesa ed il suo campanile furono danneggiati.

1919 - 1928 (restauro intero bene)

Nel 1919 fu rapidamente rifatto il coperto con tegole di terracotta e provvisoriamente coperto il campanile, che solo a partire dal maggio del 1928 fu dotato di cuspide dalla ditta Slomp di Trento. In questo stesso anno vennero tinteggiate le pareti, ripulito il cornicione e poste le finestre per permettere le celebrazioni durante la ricostruzione della parrocchiale.

1920 - 1930 (decorazione intero bene)

I dipinti murali delle volte furono realizzati negli anni venti del XX secolo da Ubaldo Tasselli.

1978 - 1979 (restauro intero bene)

Tra il 1978 e il 1979 l'interno della chiesa fu restaurato: in occasione di questi lavori l'affresco ritenuto miracoloso fu staccato dal muro e trasferito su un supporto mobile.

2008 - 2010 (manutenzione tetto)

Tra il 2008 e il 2010 il manto di copertura è stato revisionato; sono state sostituite le lattonerie; sono stati messi in opera il sistema paraneve e quello anticaduta.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Via Alfieri Trento (Tn)

Via Roma Vigolo Vattaro (Tn)

Via Per Barco Levico Terme (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Viale Stazione 25 Levico Terme

Via Trento 11 Tione Di Trento