Chiese in Provincia di Trento - città di Caldes: Chiesa di San Rocco

Chiesa di San Rocco
S. Rocco

TRENTO / CALDES
via San Rocco - Caldes (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
La chiesa di San Rocco sorge a Caldes, orientata a est e circondata dal cimitero. Venne costruita per volere del nobile Bernardino Malanotti, a seguito dello scampato pericolo della peste del 1510. La facciata a due spioventi presenta un portale architravato, tra due finestrelle quadrate, sovrastato da una finestra dal profilo superiore mistilineo. Il campanile è caratterizzato da doppia cella campanaria e cuspide piramidale. Internamente, la navata è suddivisa in tre campate: in... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di San Rocco sorge a Caldes, orientata a est e circondata dal cimitero. Venne costruita per volere del nobile Bernardino Malanotti, a seguito dello scampato pericolo della peste del 1510. La facciata a due spioventi presenta un portale architravato, tra due finestrelle quadrate, sovrastato da una finestra dal profilo superiore mistilineo. Il campanile è caratterizzato da doppia cella campanaria e cuspide piramidale. Internamente, la navata è suddivisa in tre campate: in corrispondenza della terza si aprono due cappelle laterali; il presbiterio è rialzato su un gradino e concluso da abside poligonale. Navata e presbiterio sono coperti da volte reticolate.

Pianta

Pianta rettangolare ad asse maggiore longitudinale con due cappelle laterali a pianta rettangolare; presbiterio rettangolare concluso da abside poligonale.

Facciata

Facciata a due spioventi aperta da un portale architravato, tra due finestrelle quadrate, sovrastato da una finestra dal profilo superiore mistilineo. Finiture ad intonaco tinteggiato.

Prospetti

Fiancate contraddistinte dai volumi aggettanti delle cappelle laterali. Fiancata sud aperta da un portale laterale. Sacrestia e campanile addossati al lato est. Finiture ad intonaco tinteggiato.

Campanile

Struttura a pianta quadrata; fusto in muratura intonacata con monofore sommitali; seconda cella campanaria aperta da bifore; cuspide piramidale rivestita in scandole lignee.

Struttura

Strutture portanti verticali: muratura in pietrame intonacata. Strutture di orizzontamento: volta reticolata sulla navata e sul presbiterio; volta a crociera sulle cappelle laterali. Presenza di tiranti in ferro nella navata e a livello dell'arco santo.

Coperture

Tetto a doppia falda sulla navata; tetto a più falde sulle cappelle laterali e su presbiterio e abside. Manto di copertura in scandole lignee.

Interni

Navata unica suddivisa in tre campate da semicolonne, oltre le quali si generano le volte: in corrispondenza della terza campata si aprono due cappelle speculari, introdotte da arcate a tutto sesto. Presbiterio preceduto da arco santo ogivale e rialzato su un gradino. Abside con portale di accesso alla sacrestia sul lato sinistro. Finestre dal profilo mistilineo illuminano l'edificio: due nella navata, due in ogni cappella laterale, una sulla parete destra del presbiterio e una sulla parete destra dell'abside. Finiture a intonaco tinteggiato.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento in battuto di calce.

Elementi decorativi

Affreschi sull'arco santo e riquadro affrescato sulla parete destra della navata.

1497 - 1497 (menzione carattere generale)

Una primitiva chiesa, dedicata a San Lorenzo, è menzionata nel 1497.

1510 - 1510 (ricostruzione intero bene)

Un nuovo edificio venne ricostruito, probabilmente sul luogo del precedente, dopo il 1510, per volere del nobile Bernardino Malanotti, scampato dalla peste di quell'anno.

1512 - 1512 (consacrazione carattere generale)

La chiesa venne consacrata nel 1512 dal vescovo suffraganeo Michele Iorba e dedicata ai Santi Fabiano, Sebastiano e Rocco, protettori della peste.

1534 - 1534 (decorazione intero bene)

L'interno fu affrescato nel 1534, data che compare sull'unico riquadro sopravvissuto, posto sulla parete destra della navata.

XVII - XVII (ampliamento intero bene )

La chiesa fu oggetto di lavori di ampliamento nel XVII secolo: vennero aperte le due cappelle laterali e fu costruita la sacrestia.

1848 - 1848 (rifacimento portale)

Il portale maggiore venne sostituito con quello, datato 1550, proveniente dalla chiesa principale, demolita nel 1848 (incerta).

1955 - 1955 (restauro intero bene)

La chiesa è stata oggetto di restauri verso il 1955.

1995 - 1995 (restauro intero bene)

Altri lavori di restauro risalgono al 1995, durante i quali è stata rimessa in luce la tomba del fondatore.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Via Alfieri Trento (Tn)

Via S. Michele Mezzocorona (Tn)

Via Roma Vigolo Vattaro (Tn)