Chiese in Provincia di Trento - città di Calavino: Chiesa di Santa Maria Assunta

Chiesa di Santa Maria Assunta
S. Maria Assunta

TRENTO / CALAVINO
piazza Maria Assunta - Calavino (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
La chiesa di Santa Maria Assunta, pieve ab immemorabili, è orientata a est e sorge nella parte alta del paese di Calavino. L'edificio venne riedificato in stile rinascimentale nel corso del XVI secolo per volere della famiglia Madruzzo. La facciata a due spioventi, conclusa da un frontone triangolare, è aperta da un portale, preceduto da un ampio pronao. Il campanile in pietra, addossato alla facciata, è caratterizzato da una doppia cella campanaria con bifore. La chiesa è a pianta a croce... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di Santa Maria Assunta, pieve ab immemorabili, è orientata a est e sorge nella parte alta del paese di Calavino. L'edificio venne riedificato in stile rinascimentale nel corso del XVI secolo per volere della famiglia Madruzzo. La facciata a due spioventi, conclusa da un frontone triangolare, è aperta da un portale, preceduto da un ampio pronao. Il campanile in pietra, addossato alla facciata, è caratterizzato da una doppia cella campanaria con bifore. La chiesa è a pianta a croce latina: la navata è suddivisa in tre campate voltate a crociera; nei bracci del transetto si aprono due cappelle riccamente decorate; il presbiterio e l'abside poligonale sono coperti da volte a ombrello.

Preesistenze

Pietre cantonali del campanile con segni romanici rappresentano tracce della chiesa primitiva. I peducci del presbiterio e l'affresco della facciata, databili al XV secolo, rappresentano tracce dell'edificio precedente, inglobato nella fabbrica cinquecentesca.

Pianta

Pianta a croce latina; transetto rettangolare; presbiterio rettangolare; abside poligonale.

Facciata

Facciata a due spioventi, serrata tra il campanile e un contrafforte angolare, conclusa da un frontone triangolare coronato da pinnacoli. Al centro si apre un portale architravato con lunetta, preceduto da un pronao a tre fornici e sovrastato da un oculo. Finiture ad intonaco.

Prospetti

Fiancate segnate da contrafforti in pietra a vista e dai volumi in aggetto del transetto. Conci angolari, zoccolo lapideo e finiture ad intonaco. Alla fiancata nord è addossata la sacrestia. La fiancata sud è aperta da un ingresso laterale lungo la navata, preceduto da un protiro, e da un altro ingresso, a livello del presbiterio.

Campanile

Struttura a pianta quadrata, addossata alla facciata; fusto in muratura di pietrame a vista caratterizzato da feritoie e quadrante di orologio; due celle campanarie aperte da bifore: la prima quadrata e la seconda ottagonale; cupolino rivestito in lamiera metallica.

Struttura

Strutture portanti verticali: muratura in pietrame intonacata. Strutture di orizzontamento: tre volte a crociera sulla navata; volta ad ombrello sul presbiterio e sull'abside; volta a botte unghiata sopra la cappella sinistra; volta a vela sopra la cappella destra; pronao e protiro voltati a crociera con tiranti in ferro.

Coperture

Tetto della navata a doppia falda, ricoperti da coppi in laterizio. Tetti del presbiterio, del transetto, del pronao e dei protiri a più falde, ricoperti da coppi in laterizio.

Interni

Navata unica suddivisa in tre campate, mediante paraste doriche reggenti arcate a tutto sesto. Cappelle laterali situate nei bracci del transetto, precedute da arcate a tutto sesto e percorse da un cornicione marcapiano. Presbiterio preceduto da arco santo, rialzato su tre gradini e caratterizzato da due portali laterali. Quattro finestre lunettate (due nella navata e due nel presbiterio) ed una centinata (abside) aperte sul lato destro dell'edificio; finestre speculari cieche sul lato sinistro. Una finestra centinata nella cappella destra e due in quella sinistra. Finiture ad intonaco tinteggiato.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento della navata a mattonelle di pietra, a corsi diagonali; presenza di lapidi sepolcrali. Pavimento del presbiterio a mattonelle bicolori in pietra disposte a scacchiera, a forma quadrilobata e stellata. Pavimento delle cappelle a mattonelle in pietra, a forma romboidale.

Elementi decorativi

Affresco in facciata; cappella sinistra dipinta ad affresco; cappella destra decorata da affreschi e tele entro stucchi; volte del presbiterio e dell'abside con decorazioni a tempera.

V - XI (fondazione intero bene)

La fondazione della primitiva chiesa di Calavino si colloca tra i secoli V-XI.

1236 - 1236 (menzione carattere generale)

La pieve di Calavino è documentata la prima volta nel 1236.

1236 - XIV (ricostruzione intero bene )

La primitiva chiesa fu ricostruita tra i secoli XIII-XIV.

1524 - 1540 (ampliamento intero bene )

La chiesa fu riedificata, per volere della famiglia Madruzzo: i lavori iniziarono nel 1524 (data incisa sul portale laterale); in particolare i lavori si concentrarono tra il 1537 e il 1540: la navata venne ingrandita e alzata, il presbiterio venne ampliato, fu completata la facciata, eretto il pronao ed elevato il campanile, l'ingresso laterale fu fornito di un protiro.

1547 - 1549 (costruzione cappella)

La cappella Madruzzo fu edificata e decorata tra il 1547 e il 1549: gli affreschi sono attribuiti a Marcello Fogolino.

1589 - 1589 (rimaneggiamento facciata)

Il portale maggiore risale al 1589: l'ingresso venne probabilmente ampliato.

1668 - 1676 (costruzione cappella )

La cappella del Rosario fu edificata e decorata tra il 1668 e il 1676 da affreschi e tele di Carlo Pozzi, entro stucchi attribuiti a Rinaldo Visetti, per volere della confraternita omonima e di Giovanni Antonio de' Geremia, arciprete di Calavino.

1734 - 1744 (rimaneggiamento abside)

Furono chiuse due finestre della zona presbiteriale nel 1734 e un'altra nel 1744.

1867 - 1867 (rimaneggiamento navata)

Due finestre rettangolari della parete meridionale della navata furono sostituite con due a lunetta nel 1867.

1911 - 1911 (presbiterio decorazione)

Il presbiterio fu decorato nel 1911 da Sigismondo Nardi.

1970 - 1970 (tinteggiatura intero bene)

La chiesa fu ritinteggiata nel 1970: in quest'occasione venne alla luce l'affresco della facciata.

1976 - 1976 (presbiterio restauro)

I dipinti del presbiterio furono restaurati ed integrati nel 1976.

1993 - 1993 (intero bene restauro )

Nel 1993 furono restaurati gli stucchi, i dipinti e gli affreschi delle cappelle laterali.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Via Di Sorari Terlago (Tn)

Via Antonio Rosmini Rovere' Della Luna (Tn)

Via Xxiv Maggio Borgo Valsugana (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Via G. Garibaldi 202 Storo

Via Fiamme Gialle, 76 38037 Predazzo

Via G.Prati 14 38077 Trento