Chiese in Provincia di Trento - città di : Chiesa di Santa Maria Maddalena

Chiesa di Santa Maria Maddalena
S. Maria Maddalena

TRENTO
Ossana (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
Racchiusa tra le case dell'abitato di Cusiano, la chiesa dedicata a Santa Maria Maddalena sorge a ridosso della strada del Tonale, con orientamento a est. Il campanile occupa parte della facciata a due spioventi, caratterizzata da un portale architravato, sormontato da una finestra lunettata. L'interno si articola in una navata unica suddivisa in tre campate coperte da una volta reticolata e termina in un presbiterio rettangolare con abside poligonale. Le pareti della navata e dell'arco santo... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

Racchiusa tra le case dell'abitato di Cusiano, la chiesa dedicata a Santa Maria Maddalena sorge a ridosso della strada del Tonale, con orientamento a est. Il campanile occupa parte della facciata a due spioventi, caratterizzata da un portale architravato, sormontato da una finestra lunettata. L'interno si articola in una navata unica suddivisa in tre campate coperte da una volta reticolata e termina in un presbiterio rettangolare con abside poligonale. Le pareti della navata e dell'arco santo e soprattutto quelle del presbiterio-abside e la volta sono decorate da numerosi affreschi realizzati in parte nel XV secolo ed in parte nel XVI. I dipinti rimasero celati sotto lo scialbo seicentesco fino agli anni 1910 e 1938, quando vennero riscoperti e restaurati. All'esterno, dietro l'abside, si trova la cappella di San Rocco costruita da maestranze lombarde alla fine del XV secolo (la struttura è aperta sostenuta da tre arcate a pieno centro poggianti su colonne).

Pianta

Pianta rettangolare ad asse maggiore longitudinale, terminante in un presbiterio rettangolare con abside poligonale.

Facciata

Facciata a due spioventi asimmetrica a causa dell'emergere, a sinistra, dalla mole del campanile: al di sotto dei due spioventi si aprono un portale architravato con frontone interrotto e una finestra lunettata.

Prospetti

Fiancata meridionale caratterizzata dall'emergere del volume della sacrestia.

Campanile

Struttura su basamento quadrangolare leggermente eminente, con fusto in pietrame rivestito di intonaco grezzo; alla sommità cella campanaria aperta da monofore centinate; cuspide rivestita di tegole lignee.

Struttura

Strutture portanti verticali: muratura di pietrame intonacata all'esterno e all'interno; strutture di orizzontamento: volta reticolata nella navata; volta a ombrello nel presbiterio-abside. Tiranti in ferro nella navata.

Coperture

Tetto a due falde ricoperto da tegole in legno.

Interni

Navata unica ripartita in tre campate da possenti semipilastri dotati di capitello rudentato, dai quali si irradiano i costoloni in pietra grigia della volta. Sulla parete destra della seconda campata si apre il portale laterale architravato, mentre su quella della terza campata una finestra centinata. L'arco santo a tutto sesto precede il presbiterio sopraelevato di un gradino. Due finestre trilobate si aprono sulle pareti dell'abside.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento a quadrotte bicolori poste a corsi obliqui.

Elementi decorativi

Affreschi sulle pareti della navata, sulla volta e sulle pareti del presbiterio e dell'abside.

1368 - 1368 (menzione carattere generale)

L'esistenza di una chiesa a Cusiano è testimoniata a partire dal 1368.

XV - XV (rinnovamento intero bene)

La primitiva chiesa fu rinnovata nella seconda metà del XV secolo, probabilmente da maestranze lombarde.

1470 - 1497 (decorazione intero bene)

Tra il 1470 ed il 1497 circa la chiesa fu ornata da affreschi realizzati da Giovanni e Battista Baschenis, nel presbiterio, nell'abside, sull'arco santo e sulla parete destra della navata.

1497/10/20 - 1497/10/20 (consacrazione carattere generale)

La consacrazione dell'edificio rinnovato risale al 20 ottobre 1497 per opera del vescovo suffraganeo Francesco Della Chiesa.

1565 - 1565 (rifacimento copertura)

La volta dell'aula fu realizzata nel 1565 dal lapicida Simone da Cusiano: il soffitto ligneo fu sostituito da una volta reticolata per il cui sostegno furono realizzati nuovi pilastri.

1565 - 1565 (decorazione intero bene)

Dopo il 1565 furono realizzati ad affresco i riquadri raffiguranti gli Apostoli della navata, la Crocifissione dell'arco santo e i vasi della volta da una generica bottega trentina.

1567/09/04 - 1567/09/04 (consacrazione carattere generale)

In seguito ai lavori alla volta, fu necessaria una nuova consacrazione della chiesa che avvenne il 4 settembre 1567 da parte del vescovo Biagio Aliprandini da Livo.

1591 - 1591 (costruzione sacrestia)

Fu realizzata una sacrestia in corrispondenza del presbiterio nel 1591 (l'apertura del portale causò la distruzione di un'ampia porzione di dipinti murali).

1617 - 1617 (scialbo dipinti murali)

Nel 1617 fu ordinato dal vescovo Belli lo scialbo di tutte le pitture murali presenti nella chiesa.

1740 - 1744 (costruzione campanile)

Il campanile fu ricostruito tra il 1740 e il 1744 su disegno di Michele Morati.

1820 - 1820 (restauro campanile)

Nel 1820 il campanile fu restaurato in seguito all'ncendio che lo colpì nel 1820.

1854 - 1854 (restauro intero bene)

L'edificio fu restaurato nel 1854 sotto la direzione di Angelo Ravelli: furono in particolare imbiancate le pareti e fu dipinto con stelle d'argento il presbiterio.

1910 - 1938 (restauro dipinti murali)

I dipinti scialbati nel 1617 tornarono alla luce nel 1910 grazie a Luigi Rosati e nel 1938 per opera di Giuseppe Balata.

1995 - 2000 (restauro intero bene)

La chiesa è stata interamente restaurata tra il 1995 e il 2000.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Via Roma Vigolo Vattaro (Tn)

Via Per Barco Levico Terme (Tn)

Piazza San Vito Andalo (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Snc, Borgo Valsugana Snc Castelnuovo

Via Antonio Rosmini 2 Rovere' Della Luna

Via Quattro Ville 44 Tuenno