Chiese in Provincia di Trento - città di : Chiesa di San Vigilio

Chiesa di San Vigilio
S. Vigilio

TRENTO
Samoclevo, Caldes (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
La chiesa parrocchiale di San Vigilio sorge, orientata a ovest, a Samoclevo, frazione di Caldes. Venne costruita nel 1824, su un precedente edificio sacro. La facciata è scandita da quattro esili paraste tuscaniche e conclusa da un frontone triangolare. Nel settore centrale si apre un portale architravato, sovrastato da una finestra dal profilo superiore mistilineo, mentre nei settori laterali due nicchie ospitano statue. Il campanile è caratterizzato da monofore e da copertura piramidale.... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa parrocchiale di San Vigilio sorge, orientata a ovest, a Samoclevo, frazione di Caldes. Venne costruita nel 1824, su un precedente edificio sacro. La facciata è scandita da quattro esili paraste tuscaniche e conclusa da un frontone triangolare. Nel settore centrale si apre un portale architravato, sovrastato da una finestra dal profilo superiore mistilineo, mentre nei settori laterali due nicchie ospitano statue. Il campanile è caratterizzato da monofore e da copertura piramidale. Internamente, la navata e il presbiterio, rialzato su due gradini e concluso da un'abside semicircolare, sono coperti da volte a vela.

Preesistenze

Portale laterale destro, datato 1612, appartenente alla vecchia chiesa.

Pianta

Pianta rettangolare ad asse maggiore longitudinale; presbiterio rettangolare; abside semicircolare.

Facciata

Facciata scandita da quattro esili paraste tuscaniche e conclusa da un frontone triangolare. Nel settore centrale si apre un portale con architrave a sesto ribassato ed elaborato fastigio, sovrastato da una finestra dal profilo superiore mistilineo; nei settori laterali due nicchie ospitano statue. Oculo nel timpano. Zoccolo ad intonaco rustico e finiture ad intonaco tinteggiato.

Prospetti

Fiancate scandite da contrafforti e aperte da due ingressi laterali, protetti da una tettoia a uno spiovente rivestita in lamiera metallica. Sacrestia addossata alla fiancata sud. Zoccolo e finiture ad intonaco rustico.

Campanile

Struttura a pianta quadrata, posta a nord; fusto in muratura intonacata scandito orizzontalmente da cornici; cella campanaria aperta da monofore; copertura piramidale rivestita da lamiera metallica.

Struttura

Strutture portanti verticali: muratura in pietrame intonacata. Strutture di orizzontamento: due volte a vela raccordate da arcate sulla navata; volta a vela sul presbiterio; catino absidale.

Coperture

Tetto a doppia falda sulla navata; tetto a due falde sul presbiterio che gira semiconico sull'abside. Manto di copertura in scandole lignee.

Interni

Navata unica suddivisa da pilastri, reggenti cornicione perimetrale, in due campate; in prossimità dell'arco santo si aprono due nicchie che ospitano gli altari laterali. Presbiterio preceduto da arco santo a tutto sesto, rialzato su due gradini e caratterizzato dal portale di accesso alla sacrestia sul lato sinistro. Abside con cornicione perimetrale interrotto in corrispondenza dell'altare. Quattro finestre dal profilo superiore mistilineo illuminano la navata, due simili il presbiterio. Finiture a intonaco tinteggiato.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento della navata e del presbiterio a quadrotte bicolori, disposte a corsi diagonali; pavimento dell'abside in legno.

Elementi decorativi

Meridiana dipinta sulla fiancata sud. Decorazione plastica e dipinti a tempera nel presbiterio e nell'abside. Motivi decorativi a tempera sulla volta della navata.

1481 - 1497 (menzione carattere generale)

La primitiva chiesa di Samoclevo, dedicata a San Vigilio, è menzionata in documenti del 1481 e del 1497.

1732/06/21 - 1732/06/21 (erezione a curazia carattere generale)

La primitiva chiesa venne eretta a curazia della pieve di Malé il 21 giugno 1732.

1824 - 1824 (ricostruzione intero bene)

Un nuovo edificio sacro nel 1824 venne ricostruito sul luogo del precedente: il presbiterio e l'abside vennero decorati da stucchi, mentre i dipinti sono probabile opera di Antonio Vanzo.

1825/08/13 - 1825/08/13 (consacrazione carattere generale )

La nuova chiesa venne consacrata il 13 agosto 1825 dal vescovo Francesco Saverio Luschin.

1919/03/12 - 1919/03/12 (erezione a parrocchia carattere generale )

L'erezione a parrocchia risale al 12 marzo 1919.

2003 - 2003 (restauro intero bene)

La chiesa è stata oggetto di restauri (tinteggiatura interna e restauro intonaci) nel 2003.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Piazza San Vito Andalo (Tn)

Via S. Michele Mezzocorona (Tn)

Via Per Barco Levico Terme (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Via G. Garibaldi 202 Storo

Via Pola 6 Riva Del Garda