Chiese in Provincia di Trento - città di : Chiesa dei Santi Angeli Custodi

Chiesa dei Santi Angeli Custodi
Ss. ANGELI CUSTODI

TRENTO
Stramentizzo Nuovo, Castello-Molina di Fiemme (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
In posizione elevata sulla collina sopra il lago, all'estremità orientale dell'abitato di Stramentizzo Nuovo, la chiesa, dedicata ai Santi Angeli Custodi, riprende l'intitolazione di quella del paese vecchio, settecentesca, abbattuta e sommersa dalle acque dell'invaso artificiale nel luglio del 1956. Fu edificata in cemento armato e legno tra il 1957 e il 1958 su progetto dell'architetto Gigi Dalla Bona, incaricato dalla Società Industriale Avisio. Orientata ad est, presenta facciata e parete... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

In posizione elevata sulla collina sopra il lago, all'estremità orientale dell'abitato di Stramentizzo Nuovo, la chiesa, dedicata ai Santi Angeli Custodi, riprende l'intitolazione di quella del paese vecchio, settecentesca, abbattuta e sommersa dalle acque dell'invaso artificiale nel luglio del 1956. Fu edificata in cemento armato e legno tra il 1957 e il 1958 su progetto dell'architetto Gigi Dalla Bona, incaricato dalla Società Industriale Avisio. Orientata ad est, presenta facciata e parete di fondo serrate tra setti murari rivestiti in porfido a vista, sacrestia emergente e campanile sul lato destro. L'interno è costituito da un unico ambiente a pianta rettangolare, con soffitto ligneo tipo a carena di nave rovesciata. Il presbiterio, elevato di un gradino, occupa la porzione finale dell'aula; sulla parete di fondo, tinteggiata in rosso, è appesa la pala dell'altare maggiore dell'antica chiesa.

Pianta

Pianta rettangolare con asse maggiore longitudinale.

Facciata

Facciata a due ripidi spioventi intonacata e tinteggiata, serrata tra setti murari in porfido a vista. Ampio vano centrale dal profilo rettangolare, contenente la porta d'ingresso.

Prospetti

Fiancate scandite da una serie di finestre rettangolari alte e strette; sacrestia emergente sul lato destro. Parete di fondo del presbiterio caratterizzata, come la facciata, dal settore centrale intonacato e tinteggiato, leggermente emergente, tra due setti murari in porfido a vista.

Campanile

Torre a pianta quadrangolare posta sul lato destro. Fusto in cemento armato, terminante in alto con ampie aperture di forma trapezoidale, oggi tamponate. Cella campanaria completamente aperta, delimitata unicamente da pilastri angolari scanalati, sorreggenti il tetto piramidale a quattro falde, coperto da scandole e sormontato dalla croce apicale raggiata.

Struttura

Strutture portanti verticali: muratura in pietrame e cemento armato. Strutture di orizzontamento: soffitto ligneo tipo a carena di nave rovesciata.

Coperture

Tetto a due ripidi spioventi, coperto da scandole lignee. Lo spiovente destro si prolunga a coprire la sacrestia.

Interni

Interno ad ambiente unico, caratterizzato da fiancate lisce, intonacate e tinteggiate, su cui poggia l'ossatura lignea della copertura. Controfacciata e parete di fondo marcate da setti murari in porfido a vista. Presbiterio elevato di un gradino, corrispondente alla parte terminale dell'aula, con la. parete di fondo tinteggiata di rosso.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento a lastre di porfido di forma irregolare.

1724 - 1956 (preesistenze intorno)

La vecchia chiesa dei Santi Angeli Custodi sorgeva nel paese di Stramentizzo, abbattuto e sommerso dal lago artificiale nel corso del 1956. L'edificio, eretto nel 1724 fu consacrato nel 1738; venne danneggiato da un incendio nel 1884, quindi ristrutturato e in uso fino all'evacuazione (21 maggio) e alla successiva demolizione, avvenuta il 5 e 6 luglio.

1957 - 1958 (costruzione intero bene)

La nuova chiesa, a servizio del paese di Stramentizzo Nuovo, riedificato in località Scales, fu eretta tra il 1957 (la prima pietra fu benedetta da monsignor Forrer, vescovo ausiliare di Bolzano, il 15 settembre) e il 1958 su progetto dell'architetto Gigi Dalla Bona, incaricato dalla Società Industriale Avisio, responsabile della diga di Stramentizzo e delle demolizioni e ricostruzioni. I lavori di rifinitura proseguirono nell'anno successivo.

1958/09/07 - 1958/09/07 (benedizione carattere generale)

L'edificio venne benedetto dal decano di Cavalese il 7 settembre 1958.

2012 - 2012 (rifacimento tetto)

Nel 2012 è stato rifatto completamente il tetto.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Piazza San Vito Andalo (Tn)

Via S. Michele Mezzocorona (Tn)

Via Roma Vigolo Vattaro (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Viale Stazione 25 Levico Terme

Snc, Borgo Valsugana Snc Castelnuovo

Via Pola 6 Riva Del Garda