Chiese in Provincia di Trento - città di : Chiesa della Madonna di Caravaggio

Chiesa della Madonna di Caravaggio

TRENTO
Pracorno, Rabbi (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
La chiesa dedicata alla Madonna di Caravaggio sorge presso la localita Pracorno, in Valle di Rabbi, con orientamento a nord-est. Fu edificata tra il 1802 e il 1850 in un terreno donato alla comunita da don Domenico Manini di Terzolas. La facciata tipo a tempio classico tetrastilo è sormonatata da un frontone triangolare dentellato. Il campanile, discosto dal fabbricato della chiesa, si erge sul lato nord-occidentale, concluso da una copertura a campana. L'interno si articola in una navata... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa dedicata alla Madonna di Caravaggio sorge presso la localita Pracorno, in Valle di Rabbi, con orientamento a nord-est. Fu edificata tra il 1802 e il 1850 in un terreno donato alla comunita da don Domenico Manini di Terzolas. La facciata tipo a tempio classico tetrastilo è sormonatata da un frontone triangolare dentellato. Il campanile, discosto dal fabbricato della chiesa, si erge sul lato nord-occidentale, concluso da una copertura a campana. L'interno si articola in una navata unica suddivisa in tre campate, voltate a crociera. Il presbiterio rattangolare è concluso da un'abside poligonale ornata da dipinti murali novecenteschi.

Pianta

Pianta rettangolare ad asse maggiore longitudinale; presbiterio rettangolare con abside poligonale.

Facciata

Facciata tipo a tempio classico tetrastilo; i tre settori sono separati da lesene poggianti su alti plinti: lateralmente sono presenti nicchie centinate, mentre al centro è posto il portale architravato sovrastato da un'apertura circolare. Fascia modanata sulla quale poggia un frontone triangolare dentellato il cui timpano presenta una finestra lunettata.

Prospetti

Entrambe le fiancate sono scandite da contrafforti e da uno zoccolo rivestito con intonaco grezzo: il lato sud-orientale presenta in corrispondenza del presbiterio l'aggetto della sacrestia ed una scala a due rampe che permette l'accesso alla cantoria; il lato nord-occidentale l'aggetto di un ambiente di passaggio per la mole del campanile che confina con il recinto del cimitero.

Campanile

Scarpa aggettante e fusto in muratura di pietrame a vista; alla sommità un doppio ordine di aperture in corrispondenza della cella campanaria, separate da cornici (bifore nel primo ordine, oculi alternati a finestre centinate nel secondo); copertura a campana rivestita di lamiera.

Struttura

Strutture portanti verticali: muratura di pietrame intonacata all'esterno e all'interno; strutture di orizzontamento: volta a crociera sulle campate della navata e nel presbiterio; catino absidale. Tiranti in ferro nella navata.

Coperture

Tetto ricoperto da lamiera, a due falde sulla navata e a più falde sul presbiterio-abside.

Interni

Navata unica suddivisa in tre campate da arcate trasversali a tutto sesto, poggianti su semipilastri, unificati da un cornicione corrente lungo l'intero perimetro (al di sopra di questo, in ogni campata, si aprono due finestre lobate). La prima campata è occupata in altezza dalla cantoria; nella seconda si trova l'ingresso laterale, mentre la terza ospita una nicchia contenente il confessionale. L'arco santo a tutto sesto funge da raccordo con il presbiterio sopraelevato su quattro gradini e illuminato da due finestre identiche a quelle della navata. Conclude l'abside rivestita da pannelli lignei.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento a quadrotte bicolori (bianche e rosse) disposte a corsi obliqui.

Elementi decorativi

Dipinti murali sulle volte della navata, sulle pareti dell'abside e sul catino absidale.

1802 - 1802 (donazione terreno carattere generale)

Nel 1802 don Domenico Manini di Terzolas donò alle due frazioni facenti capo a Pracorno un prato ove erigere una chiesa.

1802 - 1850 (costruzione intero bene)

Un primo edificio fu eretto dopo il 1802 e definitivamente completato tra il 1846 e il 1850, per cura di don Bartolomeo Dallaserra.

1829/03/16 - 1829/03/16 (erezione a curazia carattere generale)

Il 16 marzo 1829 la chiesa divenne curaziale di San Bernardo di Rabbi.

1851/03/16 - 1851/03/16 (consacrazione carattere generale)

La consacrazione del nuovo edificio fu celebrata il 16 marzo 1851 dal vescovo Giovanni Nepomuceno de Tschiderer.

1937 - 1937 (decorazione intero bene)

Le pareti interne furono ornate da dipinti murali realizzati probabilmente nel 1937 da Agostino Aldi.

1943/08/02 - 1943/08/02 (erezione a parrocchia carattere generale)

La creazione della parrocchia della Madonna di Caravaggio risale al 2 agosto 1943.

1962 - 1962 (decorazione battistero)

La nicchia contenente il fonte battesimale fu affrescata da Luciano Carnessali nel 1962.

1967 - 1967 (smontaggio balaustre)

Nel 1967 furono rimosse le balaustre.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Via Per Barco Levico Terme (Tn)

Via Di Sorari Terlago (Tn)

Piazza San Vito Andalo (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Piazza Vicenza 15 Trento

Via Del Garda 99 38065 Mori

Via S. Maria,109 38068 Rovereto