Chiese in Provincia di Trento - città di : Cappella di San Marco

Cappella di San Marco
S. Marco

TRENTO
Masi di Sotto, Lavarone (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: cappella
La piccola cappella fu eretta nel 1867 per volere di alcuni fedeli di Birti, lungo la strada che attraversa l’odierna frazione di Masi di Sotto e venne dedicata a San Marco Evangelista; la semplice facciata a due spioventi è centrata dal portale architravato in pietra, chiuso da un cancello di ferro e completato dal frontone triangolare. Le fiancate sono caratterizzate ciascuna da una finestra a lunetta e da una nicchia rettangolare tinteggiata in giallo, come l’abside poligonale; lo zoccolo... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La piccola cappella fu eretta nel 1867 per volere di alcuni fedeli di Birti, lungo la strada che attraversa l’odierna frazione di Masi di Sotto e venne dedicata a San Marco Evangelista; la semplice facciata a due spioventi è centrata dal portale architravato in pietra, chiuso da un cancello di ferro e completato dal frontone triangolare. Le fiancate sono caratterizzate ciascuna da una finestra a lunetta e da una nicchia rettangolare tinteggiata in giallo, come l’abside poligonale; lo zoccolo perimetrale di base è intonacato a sbriccio in grigio. Una campana è montata sul castelletto ligneo coperto sul colmo del tetto. All’interno la navata unica, coperta da una volta a botte unghiata, è raccordata alla breve abside poligonale mediante un’arcata a pieno centro sorretta da due semipilastri addossati. Alla parete di fondo dell’abside è appeso un grande crocifisso ligneo della Val Gardena, acquistato e trasportato qui sulle spalle da una delle abitanti del luogo, poco dopo l’erezione della cappella.

Pianta

Breve navata a pianta rettangolare con asse maggiore longitudinale; abside poligonale.

Facciata

Semplice facciata a due spioventi, centrata da portale architravato in pietra completato da frontone triangolare; finiture a intonaco tinteggiato, zoccolo di base a intonaco a sbriccio, tinteggiato in grigio.

Prospetti

Fiancate caratterizzate ciascuna da una finestra a lunetta e da una nicchia rettangolare tinteggiata in giallo, come l’abside poligonale. Zoccolo perimetrale intonacato a sbriccio in grigio.

Campanile

Castelletto ligneo sostenente una campana posto sul colmo del tetto, protetto da un tetto piramidale svasato a quattro falde coperto da tegole in laterizio a coda di castoro, terminante nella croce apicale.

Struttura

Strutture portanti verticali: muratura in pietrame; strutture di orizzontamento: navata coperta da volta a botte unghiata, abside da un catino con unghia centrale di raccordo.

Coperture

Tetto a due spioventi sulla navata, a più spioventi sopra l’abside; struttura portante in legno, manto di copertura in tegole in laterizio a coda di castoro, con coppi lungo le nervature tra gli spioventi.

Interni

Navata unica percorsa da un cornicione corrente plurimodanato; un’arcata a pieno centro sostenuta da due semipilastri addossati la raccorda alla piccola abside poligonale. Finiture a intonaco tinteggiato.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento della navata in mattonelle quadrate in graniglia nero; abside pavimentata in PVC a bolli sempre nero.

1867 - 1867 (costruzione intero bene)

La piccola cappella fu eretta nella primavera del 1867 per iniziativa di alcuni abitanti della località Birti, che decisero di dedicarla a San Marco Evangelista, essendo il mese di aprile.

1918 - 1925 (ristrutturazione intero bene)

Al termine della prima guerra mondiale l’edificio venne ristrutturato dal Genio Militare Italiano e fu dotato di una nuova campana in sostituzione dell’originale, calata per essere requisita e poi scomparsa. Il nuovo bronzo venne fuso dalla ditta Mazzola.

1989 - 1989 (ristrutturazione intero bene)

La cappella è stata oggetto di un generale intervento di ristrutturazione nel 1989, a cura dei frazionisti. Presumibilmente in quell’anno furono sostituite le coperture e le pareti furono tinteggiate.

1990 - 2000 (lavori intero bene)

Dopo il 1990 e presumibilmente entro il 2000 l’altare descritto da Tezzele, in pietra calcarea rossa e sostenuto da due colonnine, fu sostituito con quello esistente, in pietra calcarea bianca, a tavolo. Probabilmente a seguito di questo intervento venne modificata la pavimentazione della zona absidale. Anche la copertura del tetto è cambiata rispetto a quella in lamiera zincata descritta da Tezzele.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Piazza San Vito Andalo (Tn)

Via S. Michele Mezzocorona (Tn)

Viale Tomasoni 1 Ala (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Via S.Maria, 86 38068 Rovereto

Via Trento 51/A/B 38023 Cles