Chiese in Provincia di Trento - città di : Chiesa della Madonna del Buon Consiglio

Chiesa della Madonna del Buon Consiglio

TRENTO
Scottini, Terragnolo (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
Costruita dalla popolazione locale tra il 1888 e il 1899, la chiesa della Madonna del Buon Consiglio sorge lungo la via principale della frazione di Scottini (Terragnolo), con orientamento a nord. La facciata, delimitata lateralmente da lesene intonacate, è coronata da un frontone triangolare modanato, rialzato rispetto al livello delle coperture. Il portale centrale è affiancato da due finestre rettangolari e sormontato da un oculo circolare, ai lati del quale si dispongono due nicchie... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

Costruita dalla popolazione locale tra il 1888 e il 1899, la chiesa della Madonna del Buon Consiglio sorge lungo la via principale della frazione di Scottini (Terragnolo), con orientamento a nord. La facciata, delimitata lateralmente da lesene intonacate, è coronata da un frontone triangolare modanato, rialzato rispetto al livello delle coperture. Il portale centrale è affiancato da due finestre rettangolari e sormontato da un oculo circolare, ai lati del quale si dispongono due nicchie centinate; un ulteriore oculo circolare è presente al centro del timpano del frontone. Le fiancate, simmetriche, recano ciascuna una finestra lunettata aperta in corrispondenza della campata centrale. A destra del presbiterio si trovano la sacrestia e la torre campanaria (1931) con cella a quattro monofore e copertura conica. L'interno si sviluppa a navata unica voltata a botte unghiata e ripartita in tre campate da coppie di lesene intonacate. L'arco santo a pieno centro introduce al presbiterio, rialzato su quattro gradini e concluso da un'abside semicircolare. Quest'ultima è scandita dalla presenza di quattro lesene intonacate, raccordate da un cornicione marcapiano modanato, che prosegue lungo le pareti del presbiterio e nella terza campata della navata.

Pianta

Pianta rettangolare ad asse maggiore longitudinale. Presbiterio rettangolare e abside semicircolare.

Facciata

Facciata delimitata da lesene intonacate e coronata da un frontone triangolare, rialzato rispetto al livello delle coperture. Il portale architravato centrale è affiancato da due finestre rettangolari ed è sormontato da un oculo circolare, ai lati del quale si dispongono due nicchie centinate, ora prive di statue. Nel timpano del frontone è presente un ulteriore oculo circolare.

Prospetti

Le fiancate laterali, lisce, presentano ciascuna una finestra lunettata, aperta in corrispondenza della campata centrale. A destra del presbiterio emerge il corpo della sacrestia.

Campanile

Torre a pianta quadrangolare, di modesta altezza, con fusto intonacato a raso sasso, inserita tra i corpi della sacrestia e del presbiterio. La cella campanaria a quattro monofore centinate è compresa tra cornici eminenti ed è sormontata da un tamburo circolare cieco, sul quale insiste una copertura conica.

Struttura

Strutture portanti verticali: murature in pietrame, finite a intonaco tinteggiato. Strutture di orizzontamento in legno e incannicciato: navata sormontata da volta a botte unghiata, ribassata; presbiterio voltato a botte; catino absidale.

Coperture

Chiesa: tetto a doppia falda sulla navata e sul presbiterio, monofalda sulla sacrestia, con struttura in legno e manto di copertura in tegole in laterizio; una lamiera metallica gira a semicono sull'abside. Campanile: cuspide conica in lamiera metallica.

Interni

Navata unica ritmata da coppie di lesene intonacate che definiscono lo spazio di tre campate. Presbiterio rialzato su quattro gradini; abside scandita da quattro lesene intonacate, raccordate da un cornicione modanato che continua lungo i lati del presbiterio e nella terza campata della navata.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento in mattonelle di pietra calcarea disposte in corsi diagonali, comune a navata e presbiterio.

Elementi decorativi

Dipinti murali eseguiti a tempera su intonaco adornano la volta della navata e il catino absidale.

1888 - 1899 (costruzione intero bene)

La vicenda dell'edificazione dela chiesa della Madonna del Buon Consiglio è legata alla personalità di Domenico Scottini, detto "Minco Perina", che fu il promotore della fabbrica e il principale artefice del reperimento dei fondi necessari al suo completamento. Il progetto dell'edificio, redatto nel 1885 dal maestro muratore di Noriglio Giovanni Manfrini e pagato con qualche staia di orzo, ottenne l'approvazione dell'Ordinariato Vescovile e dell'Imperial Regio Capitanato di Rovereto nella primavera del 1888. I lavori, condotti da maestranze locali dirette dallo stesso Manfrini, si protrassero fino al 1899.

1899/09/03 - 1899/09/03 (benedizione carattere generale)

Il tempio ultimato fu benedetto il 3 settembre 1899.

1931 - 1931 (costruzione campanile)

Il campanile fu realizzato solo nel 1931.

1950 - 1999 (decorazione volte)

Nel corso della seconda metà del XX secolo sono stati eseguiti i dipinti murali della volta della navata e del catino absidale.

1996 - 1999 (restauro intero bene)

L'edificio fu completamente restaurato tra il 1996 e il 1999. I lavori eseguiti riguardarono il rinnovo delle coperture della chiesa e della sacrestia, il rifacimento del rivestimento in rame della cuspide del campanile, il rinnovo della pavimentazione, il rifacimento degli intonaci interni ed esterni della struttura, nonché il rifacimento della zoccolatura interna per ridurre il fenomeno di infiltrazione delle acque meteoriche.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Via Per Barco Levico Terme (Tn)

Viale Tomasoni 1 Ala (Tn)

Via Roma Vigolo Vattaro (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

38079 Trento

38057 Trento

Via Borgo Nuovo 2 Denno