• Home
  •  > Notizie
  •  > Ucciso da un arresto cardiaco davanti all’uscio di casa

Ucciso da un arresto cardiaco davanti all’uscio di casa

È stato trovato morto, riverso a terra, da una passante, in zona Paludi a Pieve d'Alpago. Immediato l'allarme

PIEVE D’ALPAGO. È stato trovato morto, riverso a terra, da una passante, davanti all’ingresso della sua casa che si trova in zona Paludi .

La vittima si chiama Eugenio Casagrande, 74enne alpagoto; è stato ucciso da un arresto cardiaco davanti alla sua abitazione che si trova in via Orti: l’uomo è stato colto da malore già nella giornata (o nottata) di mercoledì ed è rimasto lì fuori esanime fino a ieri pomeriggio, intorno alle 16.30.

È stata una passante ad accorgersi di quel corpo senza vita, mentre si trovava a transitare davanti alla casa di via Orti, una stradasituata in una zona non densamente abitata, dietro il Canale Cellina, oltre la zona industriale. La donna ha chiamato subito i soccorsi per l’intervento, pensando che l’anziano fosse ancora vivo. Ma non è stato così.

I sanitari non hanno potuto che constatare il decesso di Casagrande; secondo i primi accertamenti l’uomo era morto da tempo. Almeno da giovedì. Si presume che stesse rincasando o forse era uscito per prendere qualcosa da riportare all’interno della dimora. L’auto era stata parcheggiata all’esterno dell’abitazione, come in una giornata qualsiasi.

Si suppone che la morte risalga a diverse ore prima, un giorno prima addirittura, e sul fatto che fosse stato colto da un malore fulminante non ci sono stati dubbi: il corpo era integro e sono state escluse altre tipologie di cause, anche la semplice caduta con trauma mortale.

I famigliari stessi avevano continuato a chiamare sul telefonino del 75enne, ma invano, e si erano preoccupati dal momento che era da tanto tempo che ricevevano risposta. Poi ieri la tragica scoperta, con quel corpo rimasto davanti casa da almeno un giorno.

Sul posto per i rilievi e gli accertamenti del caso, si sono recati anche i carabinieri della stazione di Ponte nelle Alpi.

Il caso comunque non presentava lati oscuri, Casagrande era stato stroncato da un infarto.

Pubblicato su Corriere delle Alpi