Chiese in Provincia di Trento - città di : Chiesa della Decollazione di San Giovanni Battista

Chiesa della Decollazione di San Giovanni Battista
s. Giovanni Battista Decollazione di S. Giovanni Battista

TRENTO
via San Giovanni Battista - Madrano, Pergine Valsugana (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
La chiesa, orientata a est, sorge nell'abitato di Madrano e fu riedificata tra il 1765 e il 1779 ad opera di Pietro Bianchi. La slanciata facciata, serrata da semicolonne tuscaniche, presenta un portale architravato con frontone ondulato spezzato ed è conclusa da un piano attico con frontone curvilineo. A sud si innesta il campanile con cupolino a cipolla. Internamente, la navata suddivisa in due campate è coperta da una volta a botte unghiata e il presbiterio, rialzato su due gradini, è... Leggi tutto

Dettagli

La chiesa, orientata a est, sorge nell'abitato di Madrano e fu riedificata tra il 1765 e il 1779 ad opera di Pietro Bianchi. La slanciata facciata, serrata da semicolonne tuscaniche, presenta un portale architravato con frontone ondulato spezzato ed è conclusa da un piano attico con frontone curvilineo. A sud si innesta il campanile con cupolino a cipolla. Internamente, la navata suddivisa in due campate è coperta da una volta a botte unghiata e il presbiterio, rialzato su due gradini, è coperto da una volta a vela e concluso da un'abside semicircolare. Le volte sono decorate da stucchi e dipinti.

Pianta

Pianta rettangolare ad asse maggiore longitudinale; presbiterio rettangolare terminante in abside semicircolare.

Facciata

Facciata serrata da semicolonne tuscaniche rinforzate da paraste di ribattuta, aperta da un portale architravato, inquadrato da paraste composite reggenti un frontone ondulato spezzato con vaso sommitale e sovrastato da una finestra dal profilo superiore mistilineo; piano attico delimitato da paraste, recante una nicchia ospitante un gruppo scultoreo; frontone curvilineo. Finiture ad intonaco tinteggiato.

Prospetti

Fiancate con spigoli arrotondati, scanditi da fasce. Fiancata nord caratterizzata da un portale laterale architravato con frontone triangolare spezzato. Sacrestia e campanile addossati alla fiancata sud. Finiture ad intonaco tinteggiato.

Campanile

Struttura a pianta quadrata; fusto in muratura di pietra intonacata con monofore sommitali; tamburo ottagonale aperto da monofore; cupolino a cipolla rivestito da lamiera metallica.

Struttura

Strutture portanti verticali: muratura in pietrame intonacata. Strutture di orizzontamento: volta a botte sopra l'ingresso e volta a botte unghiata sulla navata; volta a vela sul presbiterio; catino absidale.

Coperture

Tetto a doppia falda sulla navata; tetto a doppia falda sul presbiterio (ribassato e ristretto rispetto alla navata) che gira semiconico sull'abside. Manto di copertura in lastre di ardesia.

Interni

Pareti scandite da paraste composite, reggenti cornicione perimetrale. Navata composta dall'ingresso occupato dalla cantoria e da due campate: la seconda presenta due portali laterali (il sinistro conduce all'esterno e il destro alla sacrestia). Presbiterio preceduto da arco santo e rialzato su due gradini. Quattro finestre dal profilo superiore mistilineo poste sopra il cornicione marcapiano illuminano la navata e due il presbiterio. Zoccolo lapideo, finiture ad intonaco tinteggiato e decorazione parietale a marmorina.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento a quadrotte di pietra calcarea bianca e rossa, a corsi diagonali.

Elementi decorativi

Decorazione a tempera e a stucco sulle volte.

1450/09/12 - 1450/09/12 (menzione carattere generale)

La prima notizia della chiesa primitiva risale a un documento del 12 settembre 1450, relativo alla consacrazione di un altare da parte del vescovo di Feltre Giacomo Zeno.

1718/04/05 - 1718/04/05 (erezione a curazia carattere generale)

La chiesa il 5 aprile 1718 venne eretta a curazia della pieve di Pergine.

1765 - 1779 (ricostruzione intero bene)

La nuova chiesa fu costruita tra il 1765 e il 1779 ad opera di Pietro Bianchi.

1782/07/23 - 1782/07/23 (consacrazione carattere generale)

La chiesa fu consacrata il 23 luglio 1782 dal vescovo di Feltre Andrea Ganassoni.

1803 - 1803 (aggiunta arredo intero bene)

La chiesa nel 1803 fu dotata di tre pregiati altari marmorei, acquistati dalla chiesa dei Francescani di Trento.

1849 - 1849 (sopraelevazione campanile )

Il campanile fu sopraelevato nel 1849, secondo il progetto originario che per mancanza di fondi non era stato portato a termine.

1860 - 1860 (rifacimento pavimentazione)

Nel 1860 parte della pavimentazione della chiesa venne rifatta.

1886 - 1886 (copertura campanile )

La cupola del campanile risale al 1886.

1906 - 1906 (restauro intero bene)

Nel 1906 la chiesa fu oggetto di un restauro complessivo (rifacimento copertura, pavimentazione e intonaci). Gli stucchi vennero restaurati da Pietro Bianchi e la decorazione pittorica fu eseguita da Agostino Aldi.

1919/05/24 - 1919/05/24 (erezione a parrocchia carattere generale)

La chiesa il 24 maggio 1919 venne eretta a parrocchia dal vescovo Celestino Endrici.

1934 - 1934 (restauro intero bene)

Nel 1934 vennero eseguiti lavori di restauro, tra i quali il ritocco dei dipinti eseguito dallo stesso Agostino Aldi.

1986 - 1986 (restauro intero bene)

Tra il luglio e il dicembre del 1986 vennero eseguiti ulteriori lavori di restauro (rifacimento tetto, rifacimento intonaco esterno e tinteggiatura, sistemazione del sagrato, restauro stucchi e dipinti).

2007 - 2007 (restauro intero bene)

Nel 2007 la chiesa è stata oggetto di nuovi restauri (rimozione delle balaustre e sostituzione della pavimentazione, nuovo impianto di riscaldamento).

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Via Xxiv Maggio Borgo Valsugana (Tn)

Via Per Barco Levico Terme (Tn)

Piazza San Vito Andalo (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Viale Degasperi 92 38023 Cles

Zona Comm.Le 4/A 38027 Male'

Via Quattro Ville 44 Tuenno