Chiese in Provincia di Trento - città di : Chiesa di San Nicolò

Chiesa di San Nicolò
S. Nicolò vescovo di Mira S. Nicolò

TRENTO
Comighello, Comano Terme (TN)
Culto: Cattolico
Diocesi: Trento
Tipologia: chiesa
La chiesa di San Nicolò, orientata ad ovest, sorge isolata dall'abitato di Comighello, all'incrocio di un antico percorso che lo collegava con le frazioni di Sesto e Bié. Vi si giunge mediante un vialetto in salita che colma un dislivello di circa due metri rispetto al terreno intorno all'edificio e al suo piccolo cimitero, posto sul fianco sinistro. Il primo nucleo dell'edificio, corrispondente all'attuale navata, dovrebbe risalire al XV secolo; vi si aggiunsero poi il presbiterio, l'abside... Leggi tutto

Dettagli

La chiesa di San Nicolò, orientata ad ovest, sorge isolata dall'abitato di Comighello, all'incrocio di un antico percorso che lo collegava con le frazioni di Sesto e Bié. Vi si giunge mediante un vialetto in salita che colma un dislivello di circa due metri rispetto al terreno intorno all'edificio e al suo piccolo cimitero, posto sul fianco sinistro. Il primo nucleo dell'edificio, corrispondente all'attuale navata, dovrebbe risalire al XV secolo; vi si aggiunsero poi il presbiterio, l'abside e il campanile (tra Sei e Settecento) e la sacrestia (1752 circa). La facciata a due spioventi è illuminata da una finestra centrale superiore a lunetta e due laterali inferiori rettangolari, ai lati del portale architravato e timpanato in pietra. Il campanile in tonalite con bifore a luce rettangolare affianca la facciata sulla destra. Il presbiterio è illuminato da due finestre a lunetta simmetricamente poste sulle pareti laterali. All'interno la navata unica è coperta da una volta a crociera; un'arcata a pieno centro in pietra la separa dal presbiterio, elevato di un gradino e terminante nell'abside poligonale, dove si trova l'accesso alla sacrestia, sulla sinistra, preceduto da due gradini. Più volte vittima di furti negli anni Ottanta del Novecento, la chiesa è di norma chiusa e officiata alcune volte all'anno. E' attualmente in atto un generale intervento di restauro.

Pianta

Pianta rettangolare con asse maggiore longitudinale; presbiterio rettangolare, concluso da abside poligonale irregolare.

Facciata

Facciata a due spioventi; zoccolatura realizzata con intonaco a sbriccio; portale architravato con frontone triangolare, sormontato da una finestra a lunetta e affiancato da due finestre rettangolari. Finiture a intonaco tinteggiato.

Prospetti

Presbiterio illuminato da due finestre a lunetta aperte simmetricamente sulle pareti laterali; un ingresso laterale e la sacrestia emergente sul lato sinistro. Finiture a intonaco tinteggiato.

Campanile

Torre a pianta quadrangolare in pietra a vista (tonalite) addossata alla facciata sulla destra. Cella campanaria delimitata da cornici aggettanti, illuminata da quattro bifore a luci rettangolari, separate da colonnine. Tetto a quattro falde.

Struttura

Strutture portanti verticali: muratura in pietrame. Strutture di orizzontamento: volta a crociera in muratura per la navata, serrata tra due volte a tutto sesto, l'una all'ingresso e l'altra all'attacco del presbiterio, coperto da volta a botte unghiata; volte a semiombrello nell'abside.

Coperture

Tetto a due spioventi sulla navata maggiore e sul presbiterio, a più spioventi sull'abside e a spiovente unico sopra la sacrestia. Struttura portante in legno; manto di copertura in coppi di cotto anticati; copertura del campanile in rame.

Interni

Navata unica; accesso al campanile sulla parete destra. Presbiterio elevato di un gradino, preceduto da un'arcata in pietra a vista a pieno centro, concluso da abside poligonale, con ingresso alla sacrestia sulla sinistra, preceduto da due gradini. Finiture a intonaco tinteggiato.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento della navata in battuto di cemento (sotto le pedane dei banchi) e in pietra calcarea rossa (nella corsia centrale); pavimento del presbiterio e dell'abside parte in pietra di varia epoca e parte a mattonelle in cemento.

Elementi decorativi

Dipinti murali figurati a tempera sulle pareti laterali della navata e al centro della volta del presbiterio. Tracce di dipinti murali precedenti, che saranno valorizzati con il restauro.

XV - XV (costruzione intero bene)

Il primo nucleo della chiesa si fa risalire al XV secolo.

1517 - 1517 (completamento (?) intero bene)

La data del 1517 incisa sul lato est dell'arco santo, sulla chiave di volta, indica presumibilmente il completamento della primitiva aula rettangolare, corrispondente all'attuale navata.

1537/04/16 - 1537/04/16 (menzione carattere generale)

La chiesa è ricordata per la prima volta dalla visita pastorale del 16 aprile 1537, benché fosse presumibilmente di origine medievale.

XVII - XVIII (ampliamento intero bene)

In un secondo momento, tra il XVII e il XVIII secolo, la costruzione venne ampliata con l'aggiunta del presbiterio, dell'abside e del campanile attuali.

1752 - 1752 (costruzione sacrestia)

La data del 1752 dipinta sulla parete ovest della sacrestia indica presumibilmente l'anno della sua realizzazione.

1887 - 1888 (ristrutturazione intero bene)

Nel 1887-1888 la chiesa venne ristrutturata e decorata, come indicato da un'iscrizione con la prima data dipinta sull'arco santo e dagli Atti visitali del 1908, che indicano per tali lavori la seconda data.

1934 - 1934 (ristrutturazione intero bene)

La stessa iscrizione sull'arco santo indica che anche nel 1934 l'edificio fu interessato da un intervento di ristrutturazione.

1967 - 1967 (ristrutturazione intero bene)

Nel 1967 fu parzialmente rifatto il tetto e venne presumibilmente eseguita la tinteggiatura; vennero inoltre realizzati dei dipinti murali sulle pareti della navata e nel presbiterio.

2000 - 2000 (danneggiamento intero bene)

Nel novembre del 2000 si allagò la navata, con infiltrazioni di materiale melmoso dal pavimento e dalla base delle pareti e conseguente grave danno sia alle murature che agli arredi.

2002 - 2002 (ristrutturazione esterno)

Nel marzo del 2002 venne realizzato uno scavo per il drenaggio lungo i lati nord e ovest della chiesa, per allontanare le acque a ridosso della muratura; venne rifatto quindi lo zoccolo sia interno che esterno.

2010 - 2012 (restauro intero bene)

Risale al luglio del 2010 il progetto di restauro generale dell'edificio, realizzato dall'architetto Carlo Pedretti di Tione, tuttora in corso. Sono previsti interventi sulla torre campanaria, il rifacimento della struttura e del manto di copertura del tetto, l'esecuzione di un cavedio perimetrale, il consolidamento della muratura, la creazione di uno strato aerato sotto la pavimentazione, parzialmente integrata, il ricollocamento delle balaustre all'arco santo, la sostituzione dei serramenti e degli impianti, lo scoprimento e il restauro degli affreschi interni, la sistemazione e ripavimentazione del sagrato, la pulizia degli elementi lapidei interni ed esterni e delle murature esterne.

Mappa

Cimiteri a TRENTO

Via Xxiv Maggio Borgo Valsugana (Tn)

Viale Tomasoni 1 Ala (Tn)

Via Antonio Rosmini Rovere' Della Luna (Tn)

Onoranze funebri a TRENTO

Snc, Borgo Valsugana Snc Castelnuovo

Via Fiamme Gialle 76 38037 Predazzo

Via Nazionale 72 Pellizzano